10°

23°

Parma

Addio a Virginio Menozzi, l'uomo che inventò Radio Parma

Addio a Virginio Menozzi, l'uomo che inventò Radio Parma
Ricevi gratis le news
5

Lorenzo Sartorio

Chi l’avrebbe mai det­to, negli anni Sessan­ta o giù di lì, che da quell'ingombrante scatolone rivestito di legno dal cui schermo fuoriu­scivano le immagini, a volte un po' sfuocate, dell’imperdibile Carosello, di un allampanato Mike Bongiorno o di un sim­patico e rubizzo burlone di no­me Mario Riva, di lì a pochi an­ni, si sarebbero potute ammi­rare vedute e visi parmigiani con relative notizie riguardanti la nostra città?

Certamente non se lo aspetta­vano quei parmigiani che si riu­nivano alla sera nelle sale par­rocchiali per assistere a «Lascia o Raddoppia?» o al «Musichie­re » o nei bar per seguire le par­tite della Nazionale di calcio o l’arrivo delle principali tappe del «Giro d’Italia».

Virginio Menozzi, scomparso l'altro ieri all’età di 76 anni, e che non sbaglieremmo nel de­finire il padre delle radio-televi­sioni locali, qualche idea in testa anche a quei tempi ce l’aveva.Al punto di fondare nella nostra città, fucina di grandi giornali­sti, la prima radio privata in Ita­lia: «Radio Parma».

Nativo di Brescello, di famiglia di ceppo contadino, il giovane Virginio iniziò la sua esperienza lavorativa come rappresentan­te. A 37 anni la svolta della sua vita. (...) L’avventura di Menozzi iniziò in via Felice Cavallotti, nella Parma vecchia, dove, il 1° gen­naio 1975, svettò al cielo l'an­tenna di una trasmittente mi­litare che Virginio ebbe dall’amico Toni, un vero esper­to nel campo della radiofonia.

Era nata «Radio Parma». E fu subito successo in quanto, dalle loro radio, in casa e sull'auto, i parmigiani iniziavano ad ap­prendere notizie locali lette da graziosissime voci, mentre in redazione era un brulicare di tanti giovani cronisti che sareb­bero, in seguito, divenuti ap­prezzati giornalisti della carta stampata e del piccolo schermo. Il tutto, sotto l’energica guida di Carlo Drapkind, un giornalista nativo di Pontremoli che era approdato a Parma e si era fatto stimare per il fiuto della notizia e per quel suo essere sempre in­formato di tutto e di tutti: un vero segugio. (...)

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • simo

    21 Febbraio @ 12.28

    Non ho avuto il piacere di conocere personalmente il cav. Menozzi (solo una telefonata, anni fa, per mettermi a parte di una delle sue tantissime idee) ma dai racconti di molte persone e alcuni colleghi, presenze storiche di Radio Parma, ne ho ricavato l'impressione di un autentico galantuomo, sognatore, sì, ma in grado di svegliarsi al momento giusto, la cui concretezza e passione possono essere ancora oggi di esempio per tutti. Da sempre mi considero molto fortunata: quello del "radiofonico" è tra i mestieri più belli del mondo e posso svolgerlo a Radio Parma, che resta una delle pochissime realtà locali e che resiste alla "globalizzazione" dell'etere. E, per questo, mi sento di ringraziare il cav. Menozzi e porgere sentite condoglianze alla sua famiglia.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    21 Febbraio @ 12.03

    Il destino non mi ha mai fatto incontrare Virginio Menozzi. Ma nei 24 anni trascorsi a Radio-Tv Parma ho sempre pensato che, accanto alla geniale storia scritta sulla carta della Gazzetta da Baldassarre Molossi, Aldo Curti e da una intera generazione di giornalisti che ci ha preceduto, Parma debba andare orgogliosa di un'altra coraggiosa storia di giornalismo, minore solo in apparenza. Persone come Menozzi e Carlo Drapkind hanno infatti tracciato, questa volta sull'etere, una lezione di coraggio e innovazione che va tramandata a chi, oggi e soprattutto domani, voglia abbracciare in questa città la splendida "professione" (in realtà molto di più) del giornalista.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    21 Febbraio @ 11.38

    Non sono giorni felici. Sabato la mazzata dell’improvvisa scomparsa del giornalista Francesco Saponara, a soli 37 anni, papà da neppure un mese. Oggi apro gazzettadiparma.it (da cui ho tratto la foto a lato) e leggo della morte di Virginio Menozzi, fondatore di Radio Parma, la prima emittente libera italiana, che ebbi i natali grazie alla felice intuizione dello stesso “Cavaliere”, del direttore responsabile Carlo Drapkind - mio padre putativo, come si autodefiniva, avendomi adottato, giornalisticamente parlando, in tenera età (avevo appena 11 anni) - e del tecnico Marco Toni. Virginio Menozzi, dunque, fu il mio primo editore. Molto sui generis. Ma editore. Erano altri tempi, certo, oggi si sarebbe gridato allo scandalo per “sfruttamento di lavoro minorile”: invece io non posso che ringraziare infinitamente oltre allo stesso Drapkind, defunto prematuramente nella primavera del 2003, proprio Virginio Menozzi, se nel bene o nel male sono riuscito a percorrere un cammino professionale comunque ricco di soddisfazioni. Un cammino iniziato in strada Farnese 8, (seconda sede di Radio Parma dopo la mitica ricavata in una sorta di scantinato in via Cavallotti) nel giugno del ’75 - Il ricordo di Gabriele Majo e un contributo audio sul sito www.stadiotardini.com

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    21 Febbraio @ 11.35

    Ho rivisto il Cav. Virginio Menozzi a Capodanno del 2005,in occasione dei festeggiamenti per i 30 anni di Radio Parma che l'Amministrazione Comunale aveva voluto celebrare a Palazzo del Governatore, trasformandoli così in una grande ''Festa della città''. Lui, il fondatore di quella che era stata la prima radio ''libera'' italiana-nonostante avesse ceduto la proprietà dell'emittente alla fine degli anni '70 per poi fondare Radio Roma e Radio Modena e si fosse trasferito da tempo nella vicina città emiliana-non aveva voluto mancare ad un appuntamento così importante. Era ancora lo stesso:determinato, vulcanico, sognatore,irresistibilmente spiritoso, malgrado il perfido inquilino avesse iniziato a minare il suo esile fisico, rendendo difficoltosa ma sempre travolgente la sua loquacità. Trascorremmo una giornata bellissima, un'autentica rimpatriata di pionieri dell' FM tra ricordi,aneddoti,tante risate e la gioia di avere condiviso la nascita di un qualcosa che non c'era,divenuto poi l'apripista di tutta la radiofonia privata nazionale. Erano stati anni duri-come ricordava Menozzi- passati tra aule di tribunale per far valere il progetto di un'idea e a combattere i tanti detrattori che consideravano una pazzia quest'avventura dell'etere. Ma al suo fianco c'era un altro duro e puro come Carlo Drapkind,il primo storico direttore dell'emittente e alla fine la spuntarono. Sempre in quel gennaio 2005,il giorno 13 S.Ilario,l'allora sindaco Elvio Ubaldi assegnò a Radio Parma, l'attestato di civica benemerenza e per tutti noi fu un altro momento di grande gratificazione Da allora non ho più rivisto il signor Menozzi. Avevo sue notizie dalla nipote, mia cara amica di vecchia data e leggevo sulla Gazzetta i suoi interventi nelle Lettere al Direttore: un modo per mantenere vivo il forte legame con Parma e i parmigiani Grazie Cavaliere, di avermi fatta partecipe insieme a tanti amici, della sua intraprendenza imprenditoriale, del suo coraggio, del suo entusiasmo contagioso e soprattutto per avermi fatto imparare e amare quello che ancora oggi è il mio lavoro.

    Rispondi

  • ila

    21 Febbraio @ 11.22

    Radio Parma: indimenticabile avvio di Radio libera in frequenze a volte ballerine con dj, news, passione quanti ricordi di 1 tempo che fu.... byby ila

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

3commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

1commento

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

2commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

vezzano sul crostolo

Pizzaiolo coltiva marijuana in un bosco, preso con la "fototrappola"

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno