13°

28°

Parma

Tep, parte la tariffazione a zone

Tep, parte la tariffazione a zone
Ricevi gratis le news
3

Giungerà a completamento il 1° marzo la seconda fase di "Mi Muovo", l’innovativo progetto per l’integrazione tariffaria in Emilia Romagna che, dopo anni di preparazione, sta diventando realtà.  Il progetto, allo studio fin dai primi anni ’90, è destinato a semplificare viaggi e spostamenti all’interno della regione Emilia Romagna, consentendo a tutti i viaggiatori di muoversi da una provincia all’altra con un unico titolo di viaggio ricaricabile e indipendente dal vettore scelto (treno o bus).
Questa fase che prenderà avvio nei prossimi giorni, prevederà l’estensione a tutto il bacino provinciale del biglietto magnetico, già in uso nell’area urbana di Parma dal 2010, con una sostanziale novità nel sistema di determinazione delle tariffe.
Se fino ad oggi, infatti, il costo di biglietti e abbonamenti era individuato in base a predefiniti scaglioni chilometrici, dal 1° marzo il territorio provinciale sarà suddiviso in zone e le tariffe di viaggio saranno determinate in base al numero di zone attraversate lungo il tragitto. La divisione del territorio in zone non riguarda solo Parma, ma l’intera regione e rappresenta il cuore pulsante del progetto che accomuna tutte le province dell’Emilia Romagna.

COME FUNZIONA- Un viaggio da Parma a Fornovo, ad esempio, comporterà l’attraversamento della zona 200 (Parma), 216 (Collecchio – Sala Baganza – Felino) e 222 (Fornovo). A fronte della richiesta di un biglietto Parma – Fornovo, dunque, il rivenditore consegnerà un biglietto 3 zone. Per i viaggi che si esauriscono all’interno di un’unica zona è sufficiente utilizzare i biglietti extraurbani 1 zona.Per i viaggi all’interno della zona di Parma è necessario, invece, usare un biglietto urbano (zona 200). Il valore per entrambi è pari a € 1,20. Per i viaggi con partenza dai comuni della provincia e destinazione Parma, sarà possibile utilizzare il biglietto multizona anche sulla rete urbana, purché il viaggio sia completato entro il limite di tempo indicato sul biglietto.
L’ampiezza delle zone è stata fissata in base all’analisi delle principali direttrici di spostamento dei passeggeri. In pratica, non si è seguita semplicemente la logica del rispetto dei confini dei vari Comuni, ma quella della minimizzazione, ove possibile, del numero di zone attraversate nei principali flussi di traffico effettivamente realizzati dagli utenti. L’intento perseguito è stato quello di mantenere inalterati i livelli tariffari per chi usufruiva dei precedenti scaglioni chilometrici.
Per timbrare il biglietto sarà necessario inserirlo nei nuovi validatori elettronici installati su tutti i bus della provincia e del tutto analoghi a quelli già utilizzati in città. Nessun problema, comunque, per chi ha ancora in casa qualche vecchio biglietto. Accanto alle nuove validatrici, infatti, rimarranno presenti, ancora per qualche mese, anche quelle vecchie, utilizzabili per timbrare i biglietti privi di banda magnetica che andranno ad esaurimento.

UN PROGETTO CHE COINVOLGE TUTTA LA REGIONE - Uno dei maggiori vantaggi del nuovo sistema sarà fruibile già nei prossimi mesi. Entro la fine del 2011, infatti, gli abbonamenti tradizionali saranno trasferiti su tessere elettroniche che potranno essere ricaricate tramite gli sportelli bancomat o anche via Internet direttamente da casa, senza che l’utente debba recarsi fisicamente in biglietteria. Le nuove tessere potranno essere utilizzate al posto dei tradizionali titoli di viaggio a bordo di bus e treni. 
Mi Muovo sarà realizzato in modo analogo in tutte le province dell’Emilia Romagna, con tempi di attivazione e avanzamento necessariamente differenti e legati alle caratteristiche delle città e delle aziende locali. Ognuno dei soggetti coinvolti, tuttavia, tende ad un punto di arrivo comune. Al termine del progetto, infatti, le tariffe del trasporto pubblico saranno uniche e integrate sull’intero territorio regionale e la tessera elettronica sarà il titolo di viaggio utilizzabile da tutti i viaggiatori delle 9 province coinvolte.
I dati acquisiti tramite le bande magnetiche dei biglietti consentiranno a Tep di monitorare in tempo reale i flussi di passeggeri sulle diverse linee e fermate del territorio e permetteranno quindi di offrire un servizio più puntuale e calibrato rispetto alla domanda.
I costi per l’attivazione (studio, acquisizione delle tecnologie, installazioni ecc.) sono stati sostenuti in parte dalle aziende locali e in parte dalla Regione Emilia Romagna che ne è stata fautrice e promotrice.

INFO - La mappa delle zone, il materiale informativo e le istruzioni su come calcolare le tariffe di viaggio sono reperibili presso i Punti Tep di piazza Ghiaia, di Barriera Bixio e della Stazione Ferroviaria, oltre che presso i rivenditori autorizzati di biglietti extraurbani (edicole, tabaccherie ecc.) su tutto il territorio provinciale. Ulteriori informazioni possono essere raccolte consultando il sito Internet Tep www.tep.pr.it (sezione Biglietti e Abbonamenti) o contattando il Numero Verde 800 977 966 (lunedì – venerdì dalle 8 alle 17 e il sabato dalle 8 alle 13).       

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • eleonora

    27 Febbraio @ 04.53

    peccato che non penso proprio che tep sia in grado attualmente (e siamo al solito discorso sulla carta tutto perfetto all'atto pratico ...be lasciamo perdere...) di sapere come si muove il flusso di traffico perche' forse solo l'un percento dei viaggiatori una volta timbrato il biglietto anche cambiando mezzo non passa piu il titolo di viaggio nelle obbliteratrici come richiesto dal nuovo sistema impedendo cosi' il possibile reale controllo dei movimenti....e questo e' constatabile da tutti ogni giorno perche' basta salire su di un qualsiasi mezzo per rendersene conto....manca la cultura nella gente e soprattutto un adeguata istruzione sull'utilizzo del nuovo (per Parma)sistema di bigliettazione perche' non bastano sicuramente due adesivi e quattro depliant sparsi qua e la per far capire a tutti giovani e anziani, extracomunitari e chi arriva per la prima volta in citta' l 'effettivo e reale funzionamento di questo sistema

    Rispondi

  • pier luigi

    26 Febbraio @ 12.21

    mio nonno diceva 'meglio mardì che tai', e pensare che , forse siamo i primi in Italia? Indubbiamente la tecnologia fa paura ma sulla carta di identità elettronica probabilmente si potrebbero riportare milioni di dati e invece nel nostro portafoglio dobbiamo tenere diecine di carte! Pensate per il rinnovo della patente (quella in plastica) ti mandano un talloncino adesivo da applicare sulla stessa!! pervenuto dopo due mesi!. Caro Davide per raggiungere certe mete bisogna rinnovare un 'parco' pensante che purtroppo ci trasciniamo dietro e ci mantiene agli ultimi posti.!!!!!!!!

    Rispondi

  • Davide Belloli

    25 Febbraio @ 23.00

    Peccato che noi italiani siamo sempre ultimi. In Svizzera, per esempio a Berna la tariffa a zone è realtà da ben 15 anni. Riguarda ferrovie di stato e regionali, autobus urbani e extraurbani, tram, autobus postali e in alcuni casi anche imbarcazioni.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno