16°

29°

Parma

Anna, 20 anni in polizia penitenziaria: "Ma adesso non arrivo a fine mese"

Anna, 20 anni in polizia penitenziaria: "Ma adesso non arrivo a fine mese"
Ricevi gratis le news
13

Laura Frugoni

«Io non voglio togliere niente a nessuno, ma se nessuno ci dà una mano non so proprio come andrà a finire». Storia di Anna e Angelo (nomi di fantasia), compagni di vita da qualche anno e adesso uniti pure in povertà e nella malattia. A lui hanno diagnosticato da poco un tumore cattivo, la prossima settimana comincerà il calvario delle chemio e intanto si riempie di farmaci per tenerlo a bada. Le braccia scheletriche appoggiate al tavolo da pranzo, Angelo parla a tratti con lo sguardo che non manda mai una luce, perché al quarto piano di questa casa popolare di luce non se ne vede uno spiraglio.

Anna va per i 62 anni ed è stata assistente capo di polizia penitenziaria: 21 anni di servizio tra le prigioni di Piacenza e Parma (anche nella sezione sottoposta al 41 bis). Adesso è in pensione («avrei anche potuto continuare, ma non riuscivo più a fare i turni di notte») e di pensione prende 850 euro, che diventano 600 per alcune «pendenze» da pagare ogni mese. Angelo ha 58 anni e non prende un euro: «Per accudire i miei, che poi sono morti, ho dovuto smettere di lavorare. Poi mi sono ammalato anch'io». Alla pensione mancano ancora sette anni: un'eternità, se sei messo così. Dallo scorso luglio Anna ha smesso di pagare le 180 euro di canone mensile: è andata all'Acer a spiegare le sue difficoltà, quei 180 euro lei non riusciva proprio a tirarli fuori. Con marzo saranno dieci mesi di affitto arretrato da pagare, ma intanto la situazione si fa sempre più nera: servono i soldi per i farmaci di Angelo, servirebbe qualcosa di decente da mangiare.   (...)

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • alessandra

    04 Marzo @ 10.54

    Quanta gente bisognosa c'è? è giusto aiutare tutti, certo. Ma è anche necessario darsi da fare quando è il momento. Ha lavorato "solo" 20 anni, non 40! provate a chiedere qualcosa ai numerosi colleghi prima di giudicare che sia più o meno compassionevole. Perchè non ha fatto le notti come gli altri? non conosciamo il suo passato e le sue scelte, ma sappiamo che è dura per tutti...

    Rispondi

  • NA

    04 Marzo @ 10.29

    è un sitema che non regge più,un qualsia lavoratore con uno stipendio modesto non arriva a fine mese, dall'bolizione dell'equo canone gli affitti sono quadruplicati, tra qualche anno anche chi adesso sta' bene avra da tirare la cinghia. non solo parma si deve muovere ma tutto il sistema.

    Rispondi

  • angela

    04 Marzo @ 02.30

    @Max - @ Gigi - personalmente ritengo i vostri commenti incommentabili. Rete diritti in casa è il punto di riferimento per chi si trova in estrema difficoltà e non è ascoltato dalle autorità preposte, in primis i servizi sociali. La propaganda sbandierata dalle nostre istituzioni è solo aria fritta perchè in realtà le famiglie che si rivolgono ai servizi sociali sono lasciate allo sbando in quanto mancano i fondi e mancano le case. Dove vanno famiglie intere e singoli? IN STRADA! Parmigiani, italiani e di qualunque etnia senza nessuna distinzione. Rete diritti in casa è la voce di chi, per le istituzioni locali, non ha diritto ad aiuti - assistenza - ad una casa - alla dignità. Le famiglie sfrattate sono costrette a vivere in strada, con patologie gravi, inabilità e figli minori senza che servizi sociali muovano un dito. Informatevi e aprite gli occhi su questa realtà!

    Rispondi

    • pier luigi

      04 Marzo @ 10.29

      Ho chiesto soltanto una cosa: lei ha venti anni di lavoro (che chiamerei usurante) e ha diritto ad una pensione adeguata, il compagno ha 58 anni, non ha mai lavorato? ha lavorato in proprio? Capisco che la malattia abbia contribuito a rovinare la vita di queste persone, e cinicamente, per fortuna non ci sono figli!. Sapendo i sacrifici che abbiamo fatto e che migliaia di famiglie compioni per tirare avanti, una volta stabilito che questa situazione esiste e che esistono situazioni in cui vengono aiutate famiglie in base alle norme vigenti, non capisco perchè questa sfugga da ogni aiuto. Forse è una situazione derivante da divorzio? quindi non è una coppia 'regolare'? e allora il 'giornalista' completi la notizia, perchè in questo caso è la 'famosa legge sociale' che fà acqua da tutte le parti, manca degli ammortizzatori sociali è stata fatta imbrogliando gli italiani!

      Rispondi

  • Errico

    03 Marzo @ 22.07

    Salve..fermo restando che concordo con il primo cmmento sul fatto che forse pochi contributi portino ad una pensione minima...Vorrei chiarire due aspetti della vicenda presa in considerazione..la prima e che vorrei vedere qualcun altro a fare quale tipo di mestiere a contatto con delinquenti, tra cui si legge anche i boss del 41 bis, mentre il secondo aspetto da analizzare e che cmq ci si trova davanti ad una famiglia bisognosa, peraltro colpita dalla sfortuna di una terribile malattia che porta via cmq dei soldi dalle tasche per affrontare le dovute cure...Salve...

    Rispondi

  • max

    03 Marzo @ 21.01

    Una persona non si puo' lamentare della pensione bassa dopo solo 20 anni di contributi, quando tutti quelli che conosco devono lavorarne almeno 41 per aver diritto a qualcosa. Saranno anche sfortunati, ma spesso le fortune uno se le deve andare a cercare, non arrivano da sole!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Trovato a terra sulla pista da motocross: è gravissimo

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

5commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

10commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

paura

Fuori da Buckingham Palace con un taser, arrestato

Firenze

Un sedicente artista rompe un quadro in testa a Marina Abramovic

SPORT

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse