19°

29°

cultura

Vince Parma: sarà Capitale della cultura 2020

Vince Parma: sarà Capitale della cultura 2020
Ricevi gratis le news
21

Vince Parma, e vince - è scritto nella motivazione letta dal ministro Franceschini, all'unanimità. La nostra città sarà la Capitale della Cultura 2020. Lo ha deciso la giuria presieduta da Stefano Baia Curioni. Parma ha battuto 9 avversarie tra cui Piacenza e Reggio Emilia, con cui nei giorni scorsi era comunque stato firmato un patto di mutua collaborazione nel caso di vittoria di una delle tre. Vittoria che c'è stata.

Il commento a caldo del sindaco Pizzarotti: «Raramente ho poche parole, ma stavolta mi avete lasciato senza. Sono davvero emozionato». Così, dopo un corale «Sì!!» esploso in platea il sindaco di Parma, accoglie la notizia della vittoria della sua città nel rush finale a Capitale italiana della cultura 2020. "Questa è una grande possibilità - dice il primo cittadino subito l’annuncio del Ministro di Beni culturali e Turismo, Dario Franceschini -. Abbiamo la consapevolezza di aver creato un’idea di città che ha messo tante persone intorno a un tavolo. Sono felice di aver vinto e felice che in finale ci fossero progetti così belli e tre città emiliane con cui, con un comunicato, abbiamo già annunciato che vogliamo continuare a lavorare insieme. E anche questo è un cambio di passo nella politica». 
Il sindaco su Facebook: "E' stato un lavoro corale e difficile"

Tornando alla motivazione, è stata premiata l'alleanza tra pubblico e privato nel progetto.

Il progetto di Parma, «La cultura batte tempo», ha battuto in finale Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso.


 Le reazioni

«Parma capitale della cultura 2020: un altro riconoscimento alle bellezze, al patrimonio, alle eccellenze della nostra terra. Federico Pizzarotti andiamone fieri». Così, sulla sua pagina Facebook, il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini.

“Parma, io ci sto!” ha sostenuto la candidatura di Parma a Capitale Italiana della cultura 2020 presentata dal Comune di Parma. "L’Associazione di imprenditori e imprese del territorio di Parma, ha fin da subito creduto nella sfida e nel progetto ed ha contribuito con idee, stimoli e un sostegno economico per far partire la candidatura.

“Siamo felici e profondamente orgogliosi di questa vittoria – afferma Alessandro Chiesi, presidente dell’Associazione -. Fin dalla candidatura ufficiale la città ha potuto contare sul sostegno di “Parma, io ci sto!”. Abbiamo lavorato moltissimo negli ultimi due anni come Associazione e come città, dando vita ad un vero e proprio lavoro di team che oggi ha dato i risultati sperati e meritati.
Oggi come non mai siamo fieri di essere parmigiani e non vediamo l’ora di partire con questa nuova importantissima occasione per tutti”.

Franco Maria Ricci commenta così la nomina di Parma come Capitale della Cultura Italiana 2020:
“Evviva! È stata la mia reazione alla notizia di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020, complimenti al Sindaco, alla sua giunta e al comitato promotore di cui faccio parte.
È da tanto che noi parmigiani siamo Capitale: coi Farnese, coi Borbone, poi con Napoleone e Maria Luigia, Parma ha sempre avuto l’allure di una città internazionale, colta, cosmopolita.
Ora dobbiamo tutti lavorare affinché questa occasione non diventi soltanto una trovata commerciale e pubblicitaria ma riveli a tutti l’anima più profonda della cultura parmigiana.
Qui a Parma siamo tutti pronti, così come al mio Labirinto di Fontanellato, dove già a tre anni dalla sua apertura continuiamo a promuovere mostre sorprendenti ed eventi legati alla nostra terra come il prossimo convegno internazionale biennale sull’acqua previsto per questo marzo.
Che il sipario si alzi! Che la luce dei riflettori ci inondi!”

Il messaggio di Giorgio Pagliari: "Felicitazioni vivissime a Parma tutta!
Complimenti al Sindaco e all’Assessore alla Cultura, il cui mandato inizia oggettivamente nel modo migliore.
Il riconoscimento non è un traguardo, ma l’inizio di una bellissima avventura, che Parma non deve, come non vuole, vivere in solitaria, ma con la consapevolezza – già espressa dai tre Sindaci interessati – che la scommessa sul futuro andrà giocata insieme a Reggio Emilia e Piacenza, che sono state altre due quotatissime finaliste.
C’è in gioco davvero il futuro dell’Emilia Occidentale, dell’area vasta Parma, Reggio Emilia e Piacenza, che ha enormi potenzialità, non solo nel campo dell’agroalimentare, ma anche della cultura e del turismo, che possono e devono costituire una risorsa socio-economica sempre più forte.
Da parte mia, sono contento di veder premiato l’impegno personale profuso, nell’interesse del territorio e nel doveroso gioco di squadra, che nel rispetto dei ruoli e delle posizioni politiche, ho concorso a sviluppare in questi anni e che spero, se eletto, di poter contribuire a consolidare anche tra Parma e Reggio Emilia come politicamente e istituzionalmente richiesto al rappresentante del collegio senatoriale comprensivo dei territori di Parma e Reggio Emilia."

Esprimo grande gioia e soddisfazione per la scelta di designare Parma come Capitale Italiana della Cultura per l'anno 2020.
Si tratta di un riconoscimento significativo che calamiterà risorse e attenzioni, da gestire con cura e inventiva.
Fedeli all'articolo 9 della Costituzione, occorre che tale opportunità sia colta per valorizzare il nostro patrimonio paesaggistico e culturale, per consolidare e reinventare il turismo, per creare lavoro di qualità, specie per i giovani.
Per questo serve la volontà della politica, e contiamo che il Comune di Parma e gli enti locali, che già hanno ben lavorato in fase di presentazione della candidatura, proseguano in questa direzione.

Lo afferma l'On. Giovanni Paglia, capolista per Liberi e Uguali al collegio plurinominale della Camera per il parmense.

«Un pò di delusione, accentuata dal fatto che durante la prolusione il presidente della giuria ha citato più volte il progetto culturale di Casale come esempio di partecipazione e volontà di riscatto. Ci abbiamo creduto, e in qualche modo abbiamo vinto». E' il primo commento a caldo del sindaco di Casale Monferrato (Alessandria), Titti Palazzetti.
«Parma - ha aggiunto - è capitale da sempre. La giuria poteva fare una scelta coraggiosa e di rottura, portando avanti città non blasonate, ma che hanno dimostrato voglia di riscatto. Una decisione comunque comprensibile».

"Parma capitale della cultura nel 2020 è indubbiamente una bellissima notizia che riempie di orgoglio tutti noi che, pur con ruoli diversi, siamo al servizio di questa città.
Va dato merito all'Amministrazione Comunale e, all’Assessore Guerra in particolare, di aver perseguito con successo questo obiettivo credendoci fino in fondo.
Dal mio punto di vista si apre adesso una fase stimolante e cruciale nel corso della quale mettere Parma al passo con questo importante riconoscimento. Essere capitale della cultura significa non solo avere emergenze artistiche di primissimo piano e un piano di eventi all'altezza, ma anche avere una città in ordine in ogni suo aspetto; inizia un percorso nel quale dobbiamo affrontare i problemi irrisolti di Parma, dalla sicurezza al decoro urbano, dal commercio alla mobilità e all'ambiente.
In questo senso il 2020 sia l'occasione per un rilancio complessivo di una città che ambisce ad essere capitale della cultura non solo per un anno, ma sempre, come merita.
Noi saremo a disposizione per dare il nostro contributo per vincere questa sfida", commenta il consigliere comunale Fabrizio Pezzuto, Parma Unita Centristi


Laura Cavandoli, capogruppo Lega in Consiglio comunale: 
Sin dalla presentazione del progetto, la Lega ha sostenuto la candidatura della nostra città a Capitale della Cultura 2020.
Lo abbiamo fatto perché Parma è più importante delle differenze tra maggioranza e opposizione.
La vittoria è un successo di tutta la città e del suo territorio: dall’Amministrazione per arrivare al capillare sistema culturale e associativo dei parmigiani.
Questa volta bisogna fare i complimenti a tutti, esperti e appassionati, per aver saputo costruire una proposta credibile e stimolante.
Parma 2020 è una grande occasione che non possiamo permetterci di non capitalizzare al massimo.
Nel 2016, Verona ha visto 16 milioni di presenze turistiche, davvero Parma non può ambire a un risultato del genere?
Ogni giorno da oggi fino alla fine deve essere un passo in avanti verso un obiettivo che è sempre stato alla nostra portata, ma che non abbiamo mai veramente raggiunto: diventare una meta culturale unica per i turisti di tutto il mondo.
Parma 2020 deve essere capace di raccontare al mondo il passato, presente e futuro culturale della nostra città.
Ma non solo, abbiamo l’occasione di coinvolgere in un grande progetto culturale tutta la città: dal Centro storico ai quartieri e al territorio, dalle Istituzioni pubbliche a quelle private e associative.
Un progetto rivolto al mondo, ma anche una possibilità di crescita e arricchimento per i parmigiani.

Mauro Nuzzo Parma capitale italiana della Cultura 2020 è una bellissima notizia.
Siamo chiamati come città e provincia a condividere un progetto di comunità che deve rappresentare noi ed il Paese.
Quelle che sono le parti sfibrate di un tessuto comune ora possono e devono trovare un raccordo ed una unità di intenti.
Qualora eletti in Parlamento e ancor di più se al governo faremo tutto il possibile per contribuire nel modo migliore,
con Istituzioni, realtà culturali e territorio, al progetto e all'obbiettivo 2020.
Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato alla candidatura ed in specie l'assessore Michele Guerra
che ha coordinato la stesura del progetto di Parma capitale della Cultura.

Marco Montanari La scelta di Parma come capitale della Cultura nel 2020 ci deve riempire d'orgoglio.
Il nostro governo farà ogni sforzo per trasformare questa opportunità in una occasione di risanamento complessivo
del territorio e del paesaggio, scacciando le mafie e collaborando lealmente con tutte le amministrazioni locali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Rodolfo

    17 Febbraio @ 08.34

    E' un'occasione o meglio, sarebbe un'occasione buona per Parma così abbandonata e massacrata. Quello che però ci vuole è competenza, capacità e poche chiacchiere. Vedremo cosa cambierà o se invece resterà così come adesso, nello sporco, nell'abbandono e nell'arroganza di quattro amministratori improvvisati

    Rispondi

  • marco850

    16 Febbraio @ 21.03

    E' una grande occasione, ma attenzione: se viene gestita col pressapochismo dilettantesco che Pizzarotti e Co. hanno dimostrato nell'amministrare la città può rivelarsi un boomerang micidiale. Mi auguro che sindaco e staff la affrontino con l'umiltà che spesso è mancata. Un buon risultato sarebbe a vantaggio della collettività ma sciupare una simile opportunità per far tornare decorosa questa città decaduta sarebbe un delitto. Torino prima delle Olimpiadi invernali del 2006 era conciata da fare schifo, un po' come Parma oggi: da allora è risorta, poi con il 150° dell'unità d'Italia è migliorata ancora. Bisogna fare altrettanto senza perdere nemmeno un minuto.

    Rispondi

  • giuliano

    16 Febbraio @ 20.38

    Ho visto il video con il discorso del sindaco. Il ministro Franceschini ha impiegato tutto il tempo a messaggiare, infischiandosene bellamente di ciò che stava dicendo Pizzarotti. Vergognoso!

    Rispondi

  • the mari

    16 Febbraio @ 18.36

    Parma città della cultura alimentare...

    Rispondi

  • tobia

    16 Febbraio @ 16.48

    Bravi adesso ripuliamola ...abbiamo 2 anni...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

1commento

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

5commenti

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

MILANO

Pedofilia: 6 anni e 4 mesi a don Galli

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

SPORT

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

Serie C

Sospese fino a data da destinarsi le gare dell'Entella

SOCIETA'

STATI UNITI

Aragoste sedate con la marijuana prima di finire in pentola

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse