18°

28°

Parma

Tracce del dna di Restivo sui vestiti di Elisa Claps. Anche i Ris di Parma al lavoro

Tracce del dna di Restivo sui vestiti di Elisa Claps. Anche i Ris di Parma al lavoro
Ricevi gratis le news
2

Tracce del dna di Danilo Restivo, 39 anni, unico indagato per l’omicidio della studentessa potentina Elisa Claps, sarebbero state rilevate sulla maglia che la ragazza indossava quando il suo corpo è stato ritrovato, il 17 marzo 2010 nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità di Potenza. Lo riporta il sito della trasmissione «Chi l’ha visto?» e l’indiscrezione è stata riportata anche durante il Tg3 «Linea notte».
Sul caso gli inquirenti mantengono cautela. Indagano anche i carabinieri dei Ris di Parma e di Roma.

RESTIVO IN CARCERE IN INGHILTERRA. Restivo è detenuto in attesa di giudizio in Gran Bretagna per l’omicidio di una sarta inglese ed è colpito da mandato di arresto europeo emesso dalla magistratura di Salerno perché accusato di aver ucciso Elisa Claps il 12 settembre 1993 (giorno della scomparsa della ragazza) con un’arma da taglio.
Restivo, al momento dell’arresto in Gran Bretagna, non aveva voluto sottoporsi al prelievo di sangue e saliva richiesto con rogatoria dai pm salernitani, per cui la polizia inglese aveva sequestrato suoi oggetti, alcuni dei quali - come è annotato in un verbale - la stessa polizia aveva visto usare all’indagato. Da quegli oggetti il medico legale Vincenzo Pascali aveva estratto il «probabile» dna di Restivo, che era risultato diverso dai profili genetici isolati su alcuni reperti trovati
nel sottotetto della chiesa. Le autorità inglesi, tuttavia, hanno comunque acquisito al momento dell’arresto in Gran Bretagna il dna di Restivo e lo hanno custodito in un database, trasmettendolo di recente - dando così seguito alla rogatoria internazionale - all’autorità giudiziaria di Salerno.
Il dna di Restivo è stato incrociato con quelli già isolati tra i reperti del sottotetto della Chiesa nel corso di una «superperizia» sui profili genetici - quella eseguita dal prof. Pascali è stata giudicata lacunosa - affidata lo scorso 8 ottobre dello scorso anno dal gip di Salerno Attilio Franco Orio a due ufficiali dei carabinieri, il tenente colonnello Giampietro Lago, comandante del Ris di Parma, e il maggiore Andrea Berti, comandante della sezione biologica del Ris di Roma.
Proprio nel corso di questa «superperizia» sarebbe stata accertata la presenza - secondo quanto riferisce «Chi l’ha visto?» - del profilo genetico di Restivo sul corpetto recuperato dal cadavere di Elisa Claps.

NUOVI ESAMI DEI RIS DI PARMA E DI ROMA. La compatibilità fra le tracce di dna di Danilo Restivo e quelle rilevate sulla maglietta di Elisa Claps riguarda sia alcuni oggetti usati dell’unico indagato per l'omicidio della ragazza potentina, sia il profilo genetico conservato nel database degli investigatori inglesi. È quanto apprende l’agenzia Ansa da una fonte vicina all’inchiesta.
In particolare la comparazione tra il profilo biologico giunto dalla Gran Bretagna, dove Restivo è detenuto per l'omicidio di Heather Burnett, avrebbe confermato la compatibilità già rilevata in precedenza esaminando una tazza ed un bicchiere usati dal potentino.
La comparazione è stata eseguita, sempre secondo quanto appreso, con tracce riscontrate sulla parte posteriore della maglietta della ragazza, il cui cadavere è stato trovato nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità a Potenza.
Quella che potrebbe essere la prova decisiva della colpevolezza di Restivo emerge dai rilievi che esperti del Ris di Parma e del Ris di Roma stanno effettuando nell’ambito di un secondo incidente probatorio disposto dai pm salernitani proprio per rilevare l’eventuale compatibilità fra le tracce di dna trovate sulla salma e gli oggetti che gli inquirenti prelevarono nell’abitazione privata di Restivo, nel Dorset.

IL FRATELLO DI ELISA: «SI È CHIUSO IL CERCHIO SU RESTIVO. VOGLIAMO VEDERLO SUL BANCO DEGLI IMPUTATI». Gildo Claps, fratello di Elisa, ha commentato: «Si è chiuso il cerchio intorno a Danilo Restivo, che noi abbiamo considerato il responsabile della morte di Elisa fin da quel 12 settembre 1993. È una notizia, una conferma, che abbiamo aspettato e per la quale ci siamo battuti per 17 anni».
Gildo Claps ha espresso «grande soddisfazione» per l’esito dell’esame svolto dal Ris dei carabinieri di Parma e di Roma: «Devo ringraziare anche la Procura della Repubblica di Salerno e i nostri avvocati».
«Voglio precisare - ha aggiunto Claps - che sono stati esaminati anche i 20 reperti che il professor Vincenzo Pascali aveva scartato, una circostanza che ora apre un nuovo scenario, tutto da chiarire».
«Il fatto che si sia giunti a questo snodo decisivo - ha concluso Gildo Claps - è un segnale molto importante per le famiglie delle persone scomparse. La caparbietà e la determinazione che noi abbiamo avuto per tanti anni nel credere che la verità fosse raggiungibile dimostrano che non bisogna perdere la speranza. Restano ancora - ha concluso Claps - tanti nodi da sciogliere e tanti aspetti in ombra da portare alla luce, ma anche in questo caso non ci arrenderemo».
A una domanda dell'agenzia Ansa, Gildo Claps ha risposto: «Voglio vedere Danilo Restivo sul banco degli imputati, accusato di omicidio. Siamo consapevoli che Restivo è detenuto in Inghilterra, dove dovrà rispondere di un altro terribile omicidio. Dovremo aspettare che la giustizia inglese faccia il suo corso: ma dopo aver atteso 17 anni per avere la conferma della sua presenza sul luogo del delitto siamo decisi ad aspettare tutto il tempo necessario a vederlo imputato in un’aula di giustizia anche in Italia».
Claps ha spiegato che dovrebbe essere non più lunga anche l'attesa per i funerali di Elisa, considerati i termini per le perizie che stanno per scadere e quelli «tecnici» per avere il «nulla osta» alla sepoltura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rosalba

    16 Marzo @ 22.47

    grazie ai RIS GRAZIE. e questo assasssino deve pagare non solo col carcere a vita e\' troppo poco -so che non si fa ma gli auguro di soffrire una agonia fino alla fine dei suoi giorni .ASSASSINO LUI E CHI ,QUANTI LO HANNO PROTETTO PADRE COMPRESO ASCOLTANDO COME LO DIFENDE CON TUTTE LE PROVE E ASSASSINO QUANTU LUI :QUESTE PERSONE CHE S\'IMPADRONISCONO DELLA VITA DEGLI ALTRI COMMETTENDO ATROCITA\' DEVONO PAGARE

    Rispondi

  • franco

    09 Marzo @ 14.36

    CREDO , che i RIS di Parma , Rappresentino , Una Realtà , Che Andrebbe Ulteriormente , premiata e Ringraziata . Grazie di cuore , Sia per la professionalità , Sia Perche^ immagino , Soltanto che per voi il Lavoro , Sia una missione , alla quale avete dedicato , Forse Tanto tempo , Sottraendolo ai vostri Affetti più Cari . FALCO.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

Juventus

Sputo (gomitata e testata) a Di Francesco: 4 giornate a Douglas Costa

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design