10°

23°

Parma

Vignali a Errani: un limite ai negozi etnici

Vignali a Errani: un limite ai negozi etnici
Ricevi gratis le news
12

I negozi etnici? A Parma cominciano a essere tanti, troppi, e il rischio è che snaturino la fisionomia di interi quartieri della città, con i problemi che ne conseguono in termini di integrazione sociale. È ciò che pensa il sindaco Pietro Vignali, che ha preso carta e penna e ha scritto una lettera al presidente della Regione Vasco Errani, chiedendo che ai Comuni venga riconosciuta la facoltà di programmare sul proprio territorio la distribuzione e la tipologia delle nuove attività commerciali. Un potere che oggi i municipi non hanno, ma che secondo il primo cittadino di Parma dovrebbero avere. Come pure - aggiunge - dovrebbero essere riconosciuti incentivi a favore delle attività commerciali tipiche del territorio: e anche su questo punto Vignali chiede un intervento legislativo mirato da parte della Regione.
«Uno dei fenomeni di maggiore attrazione e vivibilità dei centri storici oggi - osserva il sindaco nella lettera indirizzata a Errani - è rappresentata dalle attività commerciali, sia per i propri cittadini che per i turisti che arrivano in realtà come Parma per vivere e apprezzare valori artistici e culturali, ma anche distintivi di un territorio: le produzioni tipiche e in primis l’enogastronomia».
Vignali lancia quindi la propria proposta in materia di normativa regionale: «Si propone alla Giunta regionale - scrive - di adottare una iniziativa legislativa in materia di commercio, mirata a consentire ai Comuni la potestà di adottare piani di programmazione, in particolari zone della città, che definiscano, senza ledere la concorrenza, limiti numerici e vincoli merceologici agli esercizi di vendita al dettaglio, con particolare riferimento a talune attività gastronomiche di tipo non tradizionale, che stravolgono la consuetudine commerciale di prossimità in alcune aree della città». Il riferimento è ovviamente alle kebaberie e agli altri negozi etnici analoghi.
L'orientamento dell'Amministrazione comunale è chiaro: pur essendo segno di una città moderna e multiculturale, quale si considera oggi Parma, «un’eccessiva concentrazione di attività commerciali etniche - si legge in una nota del Comune - rischia di condizionare fortemente l’offerta e di ghettizzare intere strade cittadine, non solo dal punto di vista commerciale, ma anche sociale. Una loro maggiore distribuzione sul territorio e integrazione, laddove sono già presenti, con altre tipologie di attività che rispecchiano pienamente la tipicità del territorio, porterebbe vantaggi sia per la varietà dell’offerta commerciale che per quanto riguarda la composizione sociale dei quartieri e, di conseguenza, l’integrazione nella nostra comunità dei nuovi cittadini».
Tornando all'aspetto normativo sollevato dal sindaco, Vignali nella lettera a Errani scrive che «la normativa di riferimento per l'Emilia Romagna rimane la legge regionale 14 del 2003, parzialmente emendata dalla legge regionale 6 del 21 maggio 2007, recante disposizioni in materia di distribuzione commerciale. Tale quadro normativo - lamenta il sindaco - non consente ai Comuni alcun potere di reale programmazione riguardo alle attività commerciali».
E a questo proposito l'idea del primo cittadino è quella di seguire l'esempio della Regione Lombardia. Un esempio che Vignali definisce «virtuoso». «La stampa nazionale - osserva - ha dato spazio nei giorni appena trascorsi a una proposta di legge che la Regione Lombardia ha avanzato in questa direzione e che potrebbe essere adottata ad esempio, ed eventualmente migliorata. In quella regione vige la legge regionale 12 del 2005, “Legge per il governo del territorio”, che consente ai Comuni lombardi la facoltà di programmare sul proprio territorio la distribuzione e la tipologia delle nuove attività commerciali. Chiedo pertanto - ribadisce il sindaco di Parma rivolto al presidente Errani - che anche la Regione Emilia Romagna possa introdurre questa discrezionalità da parte dei Comuni e che questo provvedimento sia accompagnato da un’incentivazione per l’apertura di locali che rispettino e anzi promuovano la tipicità di un luogo». Proprio l'apertura di nuovi negozi che si caratterizzino per la tipicità delle merci in vendita, secondo Vignali, può rappresentare «un valore aggiunto per il turismo e anche per la città», e, allo stesso tempo, «impedire la concentrazione di negozi “etnici”, che può stravolgere l’identità di alcuni quartieri cittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • patrizia

    21 Marzo @ 06.31

    mi da più fastidio il crescente numero di banche che fioriscono come funghi da un giorno all'altro. anche i centri commerciali crescono a dismisura.se ci sono molti negozi etnici è perchè a Parma ci sono molte comunità straniere.personalmente non m danno fastidio i negozi etnici, anche perchè non ho l'obbligo di frequentarli.se non mi piacciono non ci vado.

    Rispondi

  • ste

    21 Marzo @ 02.56

    mah..esiste una regola che è la domanda e l'offerta poi ci sono le stratosferiche tasse comunali, poi c'è il fatto che le autorizzazioni commerciali sono libere (legge bolkestein e l'ultima legge del suo capo Silvio..) poi c'è il fatto che fra pochi giorni apre il primo di altri 10 centri commerciali autorizzati proprio dal sindaco..poi...ce la prendiamo anche con gli stranieri che lavorano e si comportano bene con la loro piccola attività autonoma? ma dailà ma co dit?

    Rispondi

  • massimo

    21 Marzo @ 00.50

    Dissento spesso con le idee di Vignali ma questa mi sembra una idea buona. Sono di sinistra anche se non rispetto tutti i cliche...della sinistra per fare il figo come molti..almeno..penso con la mia testa a differenza di molti

    Rispondi

  • Luca Ronzoni

    20 Marzo @ 21.52

    ci risiamo.prima i limiti sulla vendita di alcolici alle kebaberie (ma non ai bar "nostrani" di via farini), ora cerca di moderare l'apertura di negozi "etnici"....a me tutti questi provvedimenti puzzano di razzismo...neanche in una giunta 100% Lega Nord verrebbero prese certe decisioni

    Rispondi

  • mauro

    20 Marzo @ 21.51

    hanno ragione:basta pullover etnici con lana di pecora sarda; basta piadine con prosciutto crudo di gosino padano

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

A Fidenza i party cult Foto

PGN FESTE

A Fidenza i party cult Foto: ecco chi c'era 

Grande Fratello, soddisfazione a Canale 5: "Esordio da incorniciare"

TELEVISIONE

Grande Fratello, Canale 5: "Esordio da incorniciare" Foto: la casa

Yanchen Gar  2 -  Filippo Chiesa

ARTE

"Yarchen Gar", il corto di Filippo Chiesa premiato a Los Angeles

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Parco del Dono, abitanti contro migranti

Polemica

Parco del Dono, abitanti contro migranti

13commenti

DISASTRO COLPOSO

Alluvione, chiesto il rinvio a giudizio di Pizzarotti

10commenti

L'INCHIESTA

Maxi frode, via agli interrogatori di garanzia

PARMA

Trovata una bicicletta: di chi è?

La polizia municipale pubblica la foto su Twitter

PROGETTO

Esselunga, formazione per nuove assunzioni

mezzani

Rems più sicura: dopo la fuga di Solomon saranno alzate le recinzioni

1commento

SERIE B

Parma: stop anche per Dezi

2commenti

Varese Ligure

Comune vs parroco: la "guerra" di don Sandro, podista per protesta

Montecchio

«Nuvola», morta la maestra paladina della natura

Sala

Colpi a raffica: rubati soldi, gioielli e una banana

droga

Cocaina per oltre 1500 euro nascosta nelle scarpe: arrestato un 23enne

9commenti

PROSCIUTTO

Inchiesta sulle Dop, sospesi i certificatori. Il Consorzio: "Produttori parte lesa"

Decisione del ministero: stop per 6 mesi e impegno a correzioni

2commenti

FINANZA

Maxi frode dei malati immaginari, ecco tutti i nomi e le accuse Video

11commenti

sorbolo

Incastrato per il furto al bar. Ma nello zaino aveva anche altri bottini: di chi sono?

arresto

Ubriaco, danneggia sei auto parcheggiate e poi si scaglia contro i carabinieri

4commenti

tg parma

Sergio Romano al Collegio Europeo: "In Siria vittoria russa" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Guerre, sete, matrimoni e calci di rigore

di Michele Brambilla

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

ITALIA/MONDO

LUCCA

Minacce e offese al professore: indagati 3 minorenni Il video

2commenti

INGV

Terremoto: lieve scossa a Reggio Emilia

SPORT

Calcio

E Simy fa Ronaldo

MOTOMONDIALE

Gp delle Americhe: Marquez e Rossi verso il prossimo round?

SOCIETA'

SALUTE

Dall'analisi del sangue la diagnosi precoce per il tumore al polmone

l'intervista

Isabella Rossellini: "Io stuprata, ma è tardi per denunciare"

1commento

MOTORI

MOTORI

Mahindra KUV100, il city Suv che non ti aspetti

AUTO

Scaduto l’obbligo di pneumatici invernali: è ora del cambio stagionale