19°

30°

Parma

Borseggiatore "beccato" sul bus: arrestato dopo parapiglia con comitiva di livornesi

Ricevi gratis le news
11

La squadra volanti di Parma ha arrestato un borseggiatore sorpreso a derubare un passeggero di un bus della linea 23, diretto verso piazza Garibaldi. L’autore è un palermitano di 44 anni, non nuovo a questo genere di imprese: a suo carico infatti risultano numerosi precedenti, i primi dei quali risalgono alla seconda metà degli anni '80.

Secondo la Questura il borseggiatore non agiva da solo, ma si è servito di una complice che si trovava con lui sul bus. Il palermitano è stato arrestato dopo che uno dei suoi 'bersagli' si è accorto di essere oggetto di borseggio. Il malvivente, infatti, è riuscito ad estrarre dalla tasca anteriore dei pantaloni una banconota da 50 euro. All’inizio la vittima ha pensato di essere oggetto di palpeggiamenti, poi si è resa conto di quello che stava accadendo e sul mezzo è scoppiato un parapiglia, risolto dall’intervento di una pattuglia della polizia che ha arrestato il responsabile del borseggio.

La complice è sfuggita alla cattura, ma la Questura ha informazioni che potrebbero portare alla sua identificazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • roberto

    21 Marzo @ 22.00

    Io questa gente non la voglio in giro, italiani o stranieri che siano!! Sono le mele marcie dell'umanità. Sbagliano, risbagliano, e devono pagare caramente le loro "debolezze". Mi meraviglio di chi cerca di scusarli. Ma se la Giustizia non c'è in Italia il Popolo italiano non può spronare lo Stato a fare leggi per una giustizia equa? E' un diritto democratico della gente per salvare se stessi e il proprio patrimonio. Ma sinceramente se io trovavo costui con le mani nelle mie tasche oggi era al Pronto soccorso per essere finito casualmente contro un cazzotto da 70 Kg!! E poi voglio vedere chi mi avrebbe condannato!!! Anzi se accenanta a reagire gliene davo un altro, destro e sinistro... Ci vuol poco a fargli capire che stava sbagliando... Chi lo difende gli avrebbe pure dato l'appuntamento a casa per consegnargli un panino al prosciutto di Parma e un buon gutturnio amabile??

    Rispondi

  • Gio

    21 Marzo @ 20.46

    Per me è un altro che poteve restare a casa sua. Cosa emigri a fare se poi devi delinquere e rompere le.... BASTA !

    Rispondi

  • pier luigi

    21 Marzo @ 19.46

    X renz, il comune non ti regala la carta d'identità, la patente non te la rifanno gratis o devo spiegarti tutto?!?! e il tempo che perdi per i vari uffici?

    Rispondi

  • marco

    21 Marzo @ 19.23

    C'è gente convinta di appartenere ad una cultura "superiore", terrorizzata dal mescolamento etnico e dalla perdita delle nostre tradizioni.....eppure spesso, questa stessa gente vorrebbe prendere dalle etnie che tanto teme il peggio del peggio e mandare a ramengo il meglio delle nostre conquiste civili. Ci deve essere un qualche brutto virus in giro.....

    Rispondi

  • FrankVise

    21 Marzo @ 17.19

    E' difficile capire chi è più "bacato" e pericoloso per l'ordine sociale : chi ruba o chi chiede addirittura il taglio delle mani . Questi ultimi di sicuro non hanno mai letto in vita loro nè la Costituzione italiana ( articolo 27 : “Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità etc.”) nè tantomeno "Dei delitti e delle pene di Cesare Beccaria " : “ Vi deve essere una proporzione fra i delitti e le pene. […] Se una pena uguale è destinata a due delitti che disugualmente offendono la società, gli uomini non troveranno un piú forte ostacolo per commettere il maggior delitto, se con esso vi trovino unito un maggior vantaggio. […] Le precedenti riflessioni mi danno il diritto di asserire che l'unica e vera misura dei delitti è il danno fatto alla nazione, e però errarono coloro che credettero vera misura dei delitti l'intenzione di chi gli commette. […] La morte è ella una pena veramente utile e necessaria per la sicurezza e pel buon ordine della società? La tortura e i tormenti sono eglino giusti, e ottengon eglino il fine che si propongono le leggi? Qual è la miglior maniera di prevenire i delitti? Le medesime pene sono elleno egualmente utili in tutt'i tempi? Qual influenza hanno esse su i costumi? […] Dalla semplice considerazione delle verità fin qui esposte egli è evidente che il fine delle pene non è di tormentare ed affliggere un essere sensibile, né di disfare un delitto già commesso. […]Le strida di un infelice richiamano forse dal tempo che non ritorna le azioni già consumate? Il fine dunque non è altro che d'impedire il reo dal far nuovi danni ai suoi cittadini e di rimuovere gli altri dal farne uguali. Quelle pene dunque e quel metodo d'infliggerle deve esser prescelto che, serbata la proporzione, farà una impressione piú efficace e piú durevole sugli animi degli uomini, e la meno tormentosa sul corpo del reo. […] “.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"