13°

23°

Parma

Comune, Iacovini resta fino a settembre

Comune, Iacovini resta fino a settembre
Ricevi gratis le news
1

Carlo Iacovini manterrà il proprio incarico di direttore marketing del Comune di Parma. Non più con un contratto a tempo indeterminato ma con un contratto a termine (fino a fine settembre), e non più a tempo pieno ma con un part-time. A stabilirlo - dopo aver avuto la disponibilità di Iacovini in questo senso - è una delibera di giunta approvata ieri mattina. In questo modo vengono di fatto posticipate le dimissioni che il dirigente - già capo dello staff del sindaco fino al 2008 e prima ancora direttore di Infomobility - aveva rassegnato nel gennaio scorso. Alla base della scelta del Comune di chiedere a Iacovini di rimanere ancora alcuni mesi al proprio posto c'è la necessità che vengano portati a termine diversi progetti ai quali il dirigente stava lavorando da tempo e ritenuti strategici dal Comune; ma anche la difficoltà di procedere, in questa fase, a rimpiazzare il direttore marketing dimissionario, anche per motivi di natura amministrativa e per i tempi lunghi che l'indizione di un bando richiederebbe.
La delibera di giunta con cui si prolunga l'incarico di Iacovini è però stata approvata non senza qualche malumore da parte di alcuni assessori. Tanto che la seduta di  giovedì, in cui si sarebbe dovuta votare la delibera, è stata sospesa in quanto alcuni assessori hanno chiesto che il sindaco (in quel momento assente) fornisse chiarimenti. Chiarimenti giunti nel corso della seduta di ieri mattina, in cui la delibera è stata alla fine approvata. A quanto pare, i distinguo non erano dovuti al merito della questione (ovvero la scelta di prorogare l'incarico di Iacovini e le motivazioni per cui ciò si è reso necessario), quanto piuttosto al metodo scelto. In particolare, qualcuno avrebbe lamentato la carenza di confronto per arrivare a questa decisione. Così come malumori non erano mancati all'epoca delle dimissioni di Iacovini, in gennaio, quando la notizia che il dirigente aveva deciso di lasciare era arrivata prima alla stampa che in giunta.
Due mesi fa le dimissioni del dirigente erano state motivate con la necessità di tornare a lavorare a tempo pieno nel settore della mobilità sostenibile - da cui Iacovini proveniva - e in particolare al progetto Zec (Zero emission city) relativo alle auto elettriche. Una separazione «consensuale», dunque, maturata di comune accordo fra il dirigente e l'Amministrazione. In realtà Iacovini in questi due mesi ha continuato a svolgere il proprio incarico, visto che il suo contratto prevedeva due mesi di preavviso prima di lasciare il posto in caso di dimissioni. Qualche giorno fa è arrivata la richiesta scritta del sindaco di rimanere ancora per alcuni mesi. «Vignali - spiega lo stesso Iacovini - mi ha chiesto se fossi disponibile a portare a termine alcuni progetti avviati, strategici per l'Amministrazione, come il progetto Green city, il progetto “Parma, un modo di vivere” e lo stesso progetto Zec, che altrimenti avrebbero rischiato di rimanere incompiuti. A fronte di questa richiesta, siccome ci eravamo lasciati non in modo conflittuale ma all'insegna della collaborazione, in una logica di spirito di servizio ho dato la mia disponibilità per un incarico part-time». Quindi niente revoca delle dimissioni, o, meglio, niente revoca definitiva, ma soltanto temporanea: le dimissioni vengono infatti posticipate a fine settembre, grazie alla trasformazione del contratto in part-time (18 ore settimanali ripartire su tre giorni). Un passaggio che, come viene evidenziato nella stessa delibera di giunta, «permette una diminuzione di spesa per l'Amministrazione, in quanto il compenso pattuito sarà proporzionalmente rapportato alla trasformazione, e precisamente ridotto del 50%».
«Da parte mia - ribadisce Iacovini - non c'è alcun ripensamento, solo che la situazione richiede ancora un po' di tempo per concludere ciò che è stato iniziato. E a fronte di una richiesta del sindaco in questo senso, io ho dato la mia disponibilità». Quanto ai malumori manifestati da qualcuno in giunta, taglia corto: «I miei referenti sono il sindaco e il direttore generale, non è mio compito interagire con la giunta».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • NA

    24 Giugno @ 11.03

    aveva già nasato lo straccio...........

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

8commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno