17°

27°

la storia

"Quel controllore gentile aggredito dai soliti furbetti"

Quel treno per Milano... mai partito
Ricevi gratis le news
10

La storia la racconta sui social network la consigliera comunale di Effetto Parma Nadia Buetto. Scene di vita vissuta: su un treno, in questo caso. Una storia che ha a che fare con il tema del rispetto delle regole, e che ha come protagonisti un controllore gentile e tre passeggeri - tutti italiani: così anticipiamo "le solite domande" - palesemente in torto e altrettanto palesemente intenzionati - a suon di urla e insulti - a venirne fuori senza pagare ciò che gli spettava. Ecco il racconto:

"Mi reco al lavoro in treno e questa settimana mi sono trovata a difendere un controllore da un'aggressione, un brutto episodio, purtroppo non occasionale. Chi usa i mezzi pubblici sa benissimo che se non possiede il biglietto e lo fa a bordo dovrà pagare un supplemento e se non avvisa il controllore sarà verbalizzato.

Tre persone, con le scuse più banali pretendevano di pagare il biglietto non maggiorato: non ho il biglietto? ok dai te lo pago, volevo farlo, ma allo sportello c'era la coda, le biglietterie automatiche non funzionavano, è vero potevo farlo on-line direttamente dal telefonino che ho sempre in mano , oh però non è che mi devi dire cosa devo fare nella mia vita eh?

Il controllore nel tentativo di aiutare persone a loro dire pendolari, chiede alla centrale se nella stazione di Parma ci fossero davvero i problemi riportati, ovviamente la risposta è negativa e avvisa le persone (2 donne e un uomo) che farà loro pagare solo il supplemento graziandoli del verbale.

Inizia una delle scene peggiori che abbia mai visto, urla, parolacce, offese al controllore e a me che a quel punto ho chiesto loro di non prendersela con chi stava solo facendo il proprio lavoro.

Eh ma loro pagano le tasse, i treni sono sempre in ritardo, motivi sufficienti per non pagare il biglietto con supplemento, motivi validi per rifiutarsi di dare le proprie generalità presentando il documento e soprattutto inveire contro chi ti sta facendo fare una figura da pezzente.

In conclusione le signore e il signore ( avvocato) giungono a destinazione,scendono dal treno senza avere pagato il titolo di viaggio, dopo aver aggredito il controllore e offendendo chunque facesse loro notare di essere in torto.

Il controllore avrebbe dovuto allertare la Polfer , dice che spesso evita perchè ha paura , sono tanti i colleghi ai quali va anche peggio e lui non vuole rischiare perchè ha famiglia e il suo lavoro è importante.

Pretendiamo il rispetto delle regole ma non siamo in grado di dare il buon esempio, noi popolo di furbetti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ANONIMUS

    08 Aprile @ 08.45

    Se sapeva già che non avrebbe avvertito la polizia poteva accontentarsi di fargli pagare il biglietto senza sovrapprezzo. Meglio poco che niente. Ormai troppi treni sono zone franche dove le persone pensano di fare quello che vogliono. Bisognerebbe provare ad affiancare ai controllori guardie giurate o forze di polizia o almeno farli girare in 2 o 3 come fanno sugli autobus.

    Rispondi

  • Filippo

    08 Aprile @ 07.13

    Mi spiace molto, ma il controllore ha sbagliato anche lui, e gravemente: i tre andavano sanzionati e segnalati, altro che gentilezza e “tengo famiglia”.

    Rispondi

  • Roberto

    07 Aprile @ 23.33

    @Simone, commento piu' che giusto e precio ma a toccare il berlusca a ancora di più il PD a certe persone fa' molto male.

    Rispondi

  • andres

    07 Aprile @ 20.32

    Mah ! E' certo avvilente venire a conoscenza di questi fatti. Di Italiani che, nonostante abbiano una certa cultura, se ne fregano totalmente delle regole, umiliando e offendendo un controllore che è lì proprio per controllare che tutti abbiano il biglietto. E servirsi della cultura per confondere e crearsi delle scuse. Non lamentiamoci poi della violenza dei giovani. Con questi esempi...E non lamentiamoci neanche delle istituzioni. Al momento attuale non possono farci NIENTE.

    Rispondi

  • simone

    07 Aprile @ 14.26

    io credo che ormai la cultura della sopraffazione e della illegalità si sia radicata anche qui. In questo senso penso che per ripristinare il rispetto della legge e della cultura è necessario lavorare sulla applicazione rigida della legge e su un sistema premiale per chi è serio e rispettoso. 20 anni di berlusconismo e PD hanno dilaniato questo paese. il tutto partendo dai consigli Berlusconiani "sposati una ricco", "fate un lavoro in nero cosi riempite i ristoranti e andate in vacanza", "rubyrubacuori, lei non sa chi sono io... la nipote di mubarak" per finire a ministri dell'universita con la terza media, il perito agrario poletti "per trovare un lavoro è meglio frequentare la gente giusta al calcetto piuttosto che studiare..." e poi la migliore italia al potere Renzi e la Boschi. la mediocrazia al potere. Tutto questo modo di fare sembra lontanissimo da noi, ma in realtà ha seminato nella società il germe dei comportamenti sprezzanti delle regole e della onestà, ormai percepita come una debolezza,

    Rispondi

    • silviococconi

      07 Aprile @ 17.56

      ma cosa c'entro il berlusconismo ed il PD con la maleducazione dilagante a tutti gli strati sociali e le età ???! ...

      Rispondi

      • simone

        07 Aprile @ 22.53

        Quello che volevo dire, detto in termini più basici, è che il pesce puzza dalla testa, e se è vero che la nostra classe dirigente è affollata di ladri, corrotti, mafiosi, e prostitute, lei capisce bene che non possiamo coltivare aspettative straordinarie. l'educazione e l'onestà sono percepite come debolezze nella nostra società. i modelli che vengono proposti come vincenti sono quelli levantini di fabrizio corona e belen. Lo schifo che lei vede in giro deriva dalla assenza di modelli positivi e dal fatto che i nostri giovani si ispirano a puttanieri e scrocconi, i quali sono proprio quelli che occupano gli scranni più alti.

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

APPENNINO

Un disperso nella zona di Albareto: mobilitati i soccorsi

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

AUTOSTRADE

Lavori: rallentamenti in A1, coda in A15

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"