14°

26°

Parma

Precipita in palestra: ferito un 29enne

Ricevi gratis le news
40

Incidente ieri sera nella palestra di San Pancrazio "Pareti sport center".  Come riporta un' "ultima ora" della Gazzetta di Parma in edicola, un ra­gazzo di 29 anni si stava alle­nando negli spazi di via Magani, quando improvvisamente è sci­volato ed è precipitato da un'al­tezza di circa dieci metri. Imme­diatamente sono stati chiamati i soccorsi e il ragazzo è stato tra­sportato con urgenza al Pronto soccorso.
Le sue condizioni, inizialmente apparse preoccupanti, non sono gravi e il 29enne non risulta essere in pericolo di vita.

Nel pomeriggio l'avvocato Collura ha inviato una richiesta di rettifica all'articolo pubblicato dal nostro quotidiano e ripreso in parte sul sito. Dice il legale:

Si legge testualmente a pagina 15 seconda colonna prima riga: "improvvisamente è scivolato ed è precipitato da una altezza di dieci metri".
In realtà il socio, tesserato dal 2010 alla federazione nazionale arrampicata sportiva Fasi, affiliata al Coni, è caduto da sei e non da dieci metri come erroneamente riportato anche nel titolo dell'articolo, senza precipitare all'improvviso, come scritto anche nel sommario del pezzo in questione, ma in seguito alla presa di coscienza dell'errore commesso. Il ragazzo è salito sulla parete artificiale senza agganciarsi al cavo metallico di sicurezza, denominato toppas, rimasto agganciato peraltro dove lui stesso l'aveva assicurato dopo averlo utilizzato quella stessa sera altre tre volte per compiere altrettante ascese sulla medesima parete. L'intervento dei tre istruttori presenti in sala non appena il ragazzo ha chiesto aiuto è stato immediato e tempestivo. È caduto battendo le gambe e un fianco e riportato la frattura di un femore, di una caviglia e di un polso. È stato assistito da un medico presente in sala dai primi istanti, in attesa dell'arrivo di un'ambulanza. Al momento dell'incidente, avvenuto alle 21.40, all'interno della sala di arrampicata del Pareti Sport Center di via Magani erano presenti oltre ai tre istruttori anche circa 50 altri tesserati Fasi, tutti abituali frequentatori della palestra e come il ragazzo arrampicatori esperti. Al momento del soccorso si è appurato anche che il ragazzo oltre a non essersi assicurato prima della salita indossava delle cuffie auricolari per ascoltare la musica, contravvenendo ad una norma di sicurezza prevista dal regolamento della palestra, regolamento che è stato consegnato a lui come a tutti i tesserati.
Il tesserato conosceva il corretto utilizzo di tutto il materiale e aveva accesso alla struttura perché, come previsto dal regolamento, aveva seguito tutti i corsi previsti, nonché visionato il regolamento che disciplina l'accesso alla palestra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vince

    04 Maggio @ 10.10

    Dove si può trovare una regolamentazione scritta ? Ho fatto una ricerca ma nn ho trovato niente di chiaro. Ad esempio: può una palestra Fasi usufruire di un responsabile\istruttore senza un'abilitazione?

    Rispondi

  • francy

    06 Aprile @ 09.31

    sono pienamente d'accordo con stefano... ci sono moltissime palestre in cui si pratica questo sport in italia, ma gli incidenti come mai succedono tutti lì? e poi come potete paragonare la guida di una macchina con l'arrampicata??? e se fosse vero che il ragazzo è un irresponsabile come mai gli stavano permettendo l'arrampicata per la quinta volta? tesserato coni o meno poteva certamente essere allontanato no? quando si frequenta una palestra si firma sempre un regolamento, ma ciò non toglie che ci debbano essere in loco degli istruttori che hanno il DOVERE di vigilare sull'incolumità dei frequentatori (a tutti i livelli, non solo per gli sport estremi), e che il numero degli istruttori debba essere adeguato al numero degli atleti. Francy

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    04 Aprile @ 10.00

    Come sempre abbiamo aperto anche per questo articolo lo spazio commenti. Dubbi e domande sono legittime: però attenzione prima di attribuire responsabilità da una parte o dall'altra. Questo va lasciato ai giudici: l'argomento è troppo serio per diventare oggetto di un sondaggio popolare. Fate pure le vostre valutazioni, ma non dimenticate quiesto aspetto. Grazie (G.B.)

    Rispondi

  • Stefano

    04 Aprile @ 09.49

    O tutti gli arrampicatori sfortunati frequentano quella palestra oppure qualcosa nei controlli di sicurezza in quella palestra non funziona, per l'anestesista morto un pò di anni fa e il ragazzo 29enne sono evidentemente mancate le minime precauzioni necessarie che la palestra deve prendere come i materassini o impedire di usare le pareti se non è tutto in regola, non basta consegnare un regolamento e dire arrangiatevi, deve essere fatto tutto quello che è necessario a prevenire qualunque errore! Non scherziamo, anche l'arrampicatore più esperto può sbagliare ma se si affida ad un istruttore è lui che deve aiutarlo, controllarlo, insegnargli e trasmettergli le regole.

    Rispondi

    • Eleonora

      06 Aprile @ 10.40

      Come mai nessuno ha controllato che non si era agganciato bene e che indossava delle cuffie con la musica???????? è gravissimo che per uno sport così pericoloso non ci siano controlli in quella palestra dove già quattro anni fa ha perso la vita una persona!

      Rispondi

  • Francesca

    04 Aprile @ 09.40

    Qualunque possa essere stata la distrazione o la disattenzione del ragazzo, dove erano i materassini? E gli istruttori che stavano facendo? I casi sono due o non prestavano la dovuta attenzione che ogni arrampicatore merita oppure il numero degli istruttori non bastava rispetto al numero di atleti. Entrambi i motivi sono gravi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Tutte le foto del  royal baby

FOTOGALLERY

Tutte le foto del royal baby

Lealtrenotizie

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

1commento

tg parma

Punta un'arma contro la fidanzata del figlio: paura in via Rezzonico Video

il fatto del giorno

Botte alla compagna sotto gli occhi della figlia: condannato Video

tg parma

Cerca di fuggire: pusher "placcato" e arrestato dai carabinieri in Viale Vittoria Video

Un cittadino polacco è stato denunciato per furto

2commenti

SPORT

Centro sportivo di Collecchio: c'è una nuova offerta, si riapre la gara

L'offerta è stata fatta dall'Istituto per il credito sportivo (Ics). Il Parma Calcio 1913 rassicura i tifosi: "Parteciperemo alla prossima asta pubblica"

9commenti

PARMA

Incendio in uno scantinato: vigili del fuoco in zona San Lazzaro

E' successo in via Bondi

LUTTO

Addio a Oddi, pilastro dell'Audace

tg parma

Ok al bilancio di Fondazione Cariparma e via libera al nuovo Cda Video

la segnalazione

"Il parcheggio dell'Ercole Negri pericolosamente al buio da troppo tempo"

PARMA

Uno sprint al tramonto: il 4 maggio torna la Cetilar Run

Ecco il percorso della manifestazione: 8 chilometri dal Parco Ducale alla Cittadella

Parma

Vandalismi all'Itis, la preside chiude il bagno

Soragna

I ragazzini rapinati: abbiamo ancora paura

'NDRANGHETA

Gigliotti deve restare in cella: no del gip alla scarcerazione

FELINO

Invalida per finta e denunciata per davvero

Sosta con un permesso falso sullo stallo per disabili in via Brigate Alpine: un'automobilista originaria del Napoletano scoperta e indagata dai vigili

1commento

IL CASO

Massacro di via San Leonardo, chiesto il rinvio a giudizio di Solomon

PARMA

Casa nel Parco: gioco e lavoro vanno a braccetto Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

1commento

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

londra

Per il giudice Alfie può andare a casa, ma non in Italia. I medici frenano

piacenza

Due discoteche chiuse per alcol a minorenni

SPORT

CHAMPIONS

La Roma si sveglia tardi: il Liverpool vince 5-2

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

social

Da odio a sesso, le linee guida di Facebook sui post vietati

curiosità

La filastrocca sull'aereo Pippo recitata nei luoghi di Parma sotto le bombe Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento