20°

Parma

Vestito da cammelliere per entrare in Libia

Vestito da cammelliere per entrare in Libia
Ricevi gratis le news
1

Enrico Gotti
«Mi hanno portato vicino al confine vestito da cammelliere. Mi sentivo una sorta di James Bond. Poi mi hanno mollato lì e mi hanno indicato la direzione: dritto. Ho fatto dieci chilometri a piedi, nel deserto e sono entrato in Libia. Ho pensato che fosse la cosa più pericolosa che potevo fare».
Da Parma in Libia
A parlare è Cristiano Antonino, 39 anni, fotografo appena tornato a Parma da un reportage in Libia. Non è andato a Est, nelle città governate dai ribelli, ma è entrato dal confine tunisino, a Ovest, in quella che era la roccaforte di Gheddafi. Ha visto Zaltan, la città dei fedeli del dittatore libico, distrutta. «Una cittadina di solo muri. Grande come Fidenza. Non c'era più anima viva. Gheddafi non si aspettava un attacco dalla parte al confine con la Tunisia. Io volevo documentare l’altra guerra. Dalla parte opposta di Misurata. Con i rivoltosi mi sono messo d’accordo: avevo due cassette nella telecamera che cambiavo continuamente. Una era per loro e una per me. Me le hanno chieste perché per loro era come una festa di liberazione».
Sotto ai bombardamenti
Antonino è nato a Verona e da anni vive a Parma. È stato via una settimana, diviso tra la Libia e il campo profughi delle nazioni unite a Ras Ajdir in Tunisia, a nove chilometri dalla frontiera, lavorando per un’agenzia di stampa londinese. «Sono arrivato al quarto giorno di guerra, tutti i giorni bombardavano. Ho visto gli ospedali e i corpi a terra. Mi sono vergognato. Per una volta, scandivo bene che ero italiano: i nostri caccia passavano in cielo ma non bombardavano».
È partito per una «concomitanza di situazioni»: la voglia di raccontare, di «fare un lavoro di servizio», il ricordo di Mohammed Nabous, «la voce non conforme della rivolta libica, ucciso perché si opponeva a Gheddafi», e infine, perché «un collega che io stimo sinceramente, mi si avvicina in Piazza con un “Sai che bello sarebbe partire...”: è stato uno dei suoi inconsapevoli schiaffoni. Sono tornato a casa e ho cominciato a lavorarci su con la massima convinzione».
Viaggio nei campi profughi
Nei campi profughi di Ras Ajdir, Antonino dice di avere conosciuto «persone straordinarie. Che lavorano senza fermarsi. I profughi erano fino a 30.000. Agli sfollati per fame si aggiungono quelli provocati dal conflitto, vittime innocenti e spesso inconsapevoli dell’agire di entrambi gli schieramenti. Sono davvero gli ultimi della terra, perché non hanno niente. Nella guerra ci vanno di mezzo loro. Le bombe uccidono. E sempre, immancabilmente, la povera gente».
«Delle vittime nessuno parla»
E' evidente - sostiene Antonino - che Gheddafi è un uomo inguardabile: nessun Paese dovrebbe avere un attempato dittatore ultrasettantenne con smanie di onnipotenza e nessuna percezione dell’opportunità di togliersi di torno. Ma pensare che bombardare a tappeto, dopo appena due ore dalla risoluzione dell’Onu, sia un modo intelligente o umanitario di aiutare quella nazione... ce ne passa. Penso che l’intervento militare in Libia sia uno sterminio inutile e violento. E silenzioso, visto che delle vittime nessuno parla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • il Viandante delle Beccherie

    01 Aprile @ 09.39

    si concordo in pieno..............."nessun Paese dovrebbe avere un attempato dittatore ultrasettantenne con smanie di onnipotenza e nessuna percezione dell’opportunità di togliersi di torno"

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Disagi anche in autostrada

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

1commento

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

1commento

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno