17°

28°

Parma

Il comitato gestione corretta rifiuti: "Stanchi dei signori dell'attesa"

Ricevi gratis le news
11

"Ci piacerebbe che i cittadini comprendessero, che fossero attenti, per un minuto soltanto. Ancora una volta abbiamo ascoltato parole al vento, mentre è tempesta quella che bussa alla nostra porta, poco oltre il casello dell'A1. Vorremmo farvi comprendere con chi abbiamo a che fare e che senza un ribaltamento, una sollevazione democratica, una ripulsa generale, per noi non c'è futuro, non c'è strada percorribile per le persone per bene". Così inizia un comunicato stampa diffuso dal comitato gestione corretta dei rifiuti e che pubblichiamo integralmente:
"L'Istituto Tecnico per Geometri Rondani ha organizzato un grande e bellissimo convegno sui rifiuti, con grandi capacità tecniche, in regia i ragazzi della Quinta I, un grande evento snobbato dai media, troppo abituati ai rinfreschi e alla ragazze in gonna corta.
Bene, fra i relatori Maurizio Impallomeni, del dipartimento sanità pubblica, fra coloro che anche oggi confermano la validità “sanitaria” dell'inceneritore di Parma, un impianto che insomma è a norma di legge e rimane al di sotto dei limiti. Che alla domanda fatale sentite cosa afferma: “Io non lo posso fermare. Lo deve fare il sindaco”. Capite come viene giocato dai nostri decisori un tema di questa importanza. Ribadendo la passione per il tennis tavolo, in un increscioso batti e ribatti, con noi in mezzo a fare da rete, oppure da pallina sconquassata. Ieri il sindaco ha ribadito il suo essere incompetente: “Tocca alla Provincia”.
Ieri l'altro Bernazzoli dal suo lontano ufficio ha ripetuto la stessa litania: “Noi abbiamo finito il nostro ruolo. Il sindaco lo può fermare. Basta una lettera a Iren”. Il sindaco è la prima autorità sanitaria, ma afferma che può agire in tal senso se i “tecnici” (leggi Arpa o Usl) gli scrivono parole chiare sui rischi. Impallomeni sfugge al suo ruolo. Abbiamo capito che tutti stanno facendo finta di niente, un gruppo numeroso di gnorri, gli attimi fuggenti in attesa dell'inaugurazione in pompa magna, poi la cenere, i fumi, le diossine, ricopriranno tutto, anche le polemiche.Ci piacerebbe che i cittadini capissero, approfondissero, riflettessero, una volta di più, una volta per più tempo, e si domandassero in fondo all'anima se si sentono rappresentati, difesi, tranquilli, con questi amministratori, con questi decisori, con questi controllori. Ieri siamo stati anche noi al Rondani e le parole degli esperti di turno sono le stesse ripetute a sfinimento. Cautela, attenzione, pazienza, percorso. Ne abbiamo piene le tasche di questi signori dell'attesa, che non sanno che parlare di numeri evanescenti, ma non si presentano mai al capezzale dei nostri cari. Dov'è il principio di precauzione, chi lo ha celato per sempre ai loro occhi?"
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mirco

    05 Aprile @ 15.27

    Sig. Vercinge.., a me del fatto che i lavori siano già in stato avanzato non me ne frega nulla...non metto davanti i soldi che guadagneranno ALTRI con la salute mia, sua e di tutti gli altri, non faccio differenze...compresa quella del Sindaco visto che abita più vicino all'inceneritore di me...speriamo che le diossine abbiano una coscienza e siano pilotabili con le preghiere. Ma io dico una cosa : se IREN darà ai comuni limitrofi barcate di milioni di euro per una compensazione da danni ambientali, di che prova abbiamo bisogno ancora...giuro, non riesco a capire, sarò deficiente ma giuro che non riesco a capire che dati dobbiamo ancora cercare. Vi chiedo scusa ma non riesco a capirlo

    Rispondi

  • Francesco

    05 Aprile @ 10.42

    CARO SIGNOR "MIRCO O:" , SONO COMPLETAMENTE D' ACCORDO CON LEI. Sono d' accordo sul fatto che il World Cancer Report , pur non essendo direttamente correlato agli inceneritori, non è certamente un documento da sottovalutare. In realtà, la dottoressa Zambon, nella sua relazione alla Commissione Comunale, ha fatto riferimento a due documenti : il World Cancer Report , di cui abbiamo già sommariamente detto, ed uno studio della dottoressa stessa, ed alcuni suoi colleghi , pubblicato dalla rivista "Environmental Health" il 16 luglio 2007. In quello studio si è rilevata un' incidenza significativamente superiore di alcuni cancri (sarcomi, in particolare) , nelle popolazioni dei dintorni di Venezia esposte ad INQUINAMENTO ATMOSFERICO DA DIOSSINA PROVENIENTE DA INCENERITORI ED IMPIANTI INDUSTRIALI (in generale). Lei capisce bene che, se mi prende in considerazione gli "IMPIANTI INDUSTRIALI" nelle vicinanze del Petrolchimico di Marghera, che è una delle più pericolose "bombe ecologiche" d' Italia, stabilire poi quanta sia la colpa di un inceneritore in confronto a quella del Petrolchimico diventa impossibile . Con questo non si vuol dire che il lavoro della dottoressa Zambon sia da cestinare. Nient' affatto ! E' un buon lavoro, che, però, non aggiunge niente di sostanzialmente nuovo a ciò che già sappiamo , Che la diossina non faccia bene alla salute lo sappiamo da un bel pò ! Si tratta di vedere quale sarà la concentrazione della sostanza nei fumi dell'inceneritore di Ugozzolo. Se sarà rilevante o trascurabile, e , su questo, naturalmente, c' è lo scontro di opinioni dal quale, al momento, nessuno sembra uscire vincitore. Poi, naturalmente , ci sono , oltre alla diossina , gli altri inquinanti , in primo luogo le polveri sottili , di cui vengono emesse 7000 particelle al centimetro cubo dal camino dell' inceneritore di Brescia (a quel che ci dicono) , e 62000000 al centimetro cubo dal tubo di scappamento di un SUV a motore diesel. Ecco perché dico che, secondo me, a questo punto, la cosa migliore che può fare il CGR è chiedere di partecipare al programma "Moniter" dell' ARPA Emilia-Romagna per tenere costantemente sotto controllo quel che uscirà dal camino di Ugozzolo. Voi dite che, una volta che sarà partito, nessuno più lo fermerà. Certo , sarebbe dura, però è inutile farsi illusioni : i lavori sono in istadio avanzato, il capitale investito è rilevante, l' impianto partirà (dopo le elezioni , beninteso). Sul fatto che il Referendum Comunale non l' abbia proposto io, mi perdoni , siete voi che vi siete costituiti in Comitato , mica io. Non per piangere sul latte versato, ma, forse, sarebbe stata una delle prime cose che il Comitato avrebbe dovuto fare. Non credo che la popolazione di Parma sia "indifferente" , credo che sia, soprattutto , rassegnata. Sono convintissimo della vostra buona fede quando dite che il vostro Comitato è apartitico (anche se non tutti i suoi fondatori , e fondatrici, lo erano), però la Politica strumentalizza tutto, ed hanno finito per strumentalizzarvi anche contro le vostre intenzioni . Comunque, anche a questo riguardo, le decisioni sono ormai "bipartisan".

    Rispondi

  • mirco

    05 Aprile @ 01.43

    Guardi Si. Vercinge.... : non ricordo cosa avesse detto il 23 Marzo la Dott.ssa Zambon e l'indomani il giornale di cui avevo riportato il titolo dell'articolo. Sono d'accordo sulla forma di quello che dice : Tumori Femminili e Tumori nelle Donne Io non ho potuto verificare quello che lei sta dicendo quindio lo prendo per vero e concordo sulla sottile differenza di forma Ma nella sostanza rimane il fatto che le donne hanno una posizione non invidiabile in confronto al resto della popolazione Mondiale Il fatto che ci siano poche città nella statisìtica, non vuol dire che si debba scendere dallo scalino...potrebbe riconfermarsi la posizione di classifica. Probabilmente , penso io, hanno preso queste città campione poichè si sa (non vorrà smentire anche questo dato) che la pianura padana e zone limitrofe sopra gli appennini (in tla busà) è una delle zone più inquinate al Mondo...come dato di partenza credo sia piuttosto importante in una statistica del genere. Conviene con me? Magari era poco indicativo andare a prendere la popolazione di Lampedusa. Attenzione perchè la Dott.ssa Zambon non aveva detto che i tumori delle donne di Parma erano legati alle emissioni degli inceneritori...ha parlato in senso assoluto che andare ad aggiungere altro inquinamento ad un livello già altissimo sarebbe stato deleterio. Sul fatto del Referendum, perchè non lo ha proposto lei prima del Comitato se si sentiva così avanti? Credo che il fatto di averlo proposto adesso sia solo una sequenza temporale degli eventi, autoreferenziarsi non ha senso in contesto del genere...ogni cittadino e volontario ci ha speso soldi e tempo di tasca propria...senza volersi autoreferenziare. Il rammarico più grosso è che c'è gente che ancora è indifferente ad un problema del genere oppure vede l'azione del GCR come un'azione politica...aprite le orecchie e gli occhi...ne guadagnerà Parma e la sua gente...a me dispiace molto vedere la mia città in mano a gente del genere...da destra a sinistra...non sono politici, sono imprenditori in proprio, giocano con un giocattolo che non è loro ma di tutti e ci giocano imponendo le loro regole perchè alla fine del gioco loro vogliono vincere

    Rispondi

  • Francesco

    04 Aprile @ 19.42

    E FACCIAMO UN REFERENDUM COMUNALE, SIGNOR "MIRCO O." ! CERTO, ADESSO HO PAURA CHE SIA UN PO' TARDI. PERCHE' NON LO AVETE PROMOSSO PRIMA ? MAGARI PERCHE' E' PIU' COMODO AUTOREFENZIARSI ?

    Rispondi

  • Francesco

    04 Aprile @ 19.35

    EGREGIO SIGNOR "MIRCO O:" HO FATTO QUEL CHE AVEVO PROMESSO, E TENTO L' IMPRESA ARDUA DI TENTARE D' ILLUMINARLA. L' argomento è molto vasto , ma cercherò di sintetizzarglielo al massimo, superando il fatto che lei , da quel che dice, il lavoro non l' ha visto , ma è normale , perché, ovviamente, la verità ce l' avete in tasca solo lei ed i suoi amici.. Allora, IL LAVORO CUI HA FATTO RIFERIMENTO IL 23 MARZO LA DOTTORESSA ZAMBON E' IL "WORLD CANCER REPORT DEL 2008" , pubblicato dalla IARC, che è un' Agenzia dell' Organizzazione Mondiale della Sanità. IL LAVORO STUDIA LA DIFFUSIONE DEI PRINCIPALI TIPI DI CANCRO (NON TUTTI) , INDIPENDENTEMENTE DALLE LORO CAUSE, QUINDI, CON IL TEMA SPECIFICO DEGLI INCENERITORI , NON C' ENTRA NIENTE . CITA UN CERTO NUMERO DI CITTA' CAMPIONE IN TUTTO IL MONDO. LE CITTA' PRESE A CAMPIONE IN ITALIA STANNO SULLA PUNTA DELLE DITA DI UNA MANO , E SONO PARMA, SONDRIO, BRESCIA, MODENA E FERRARA. NELLA STATISTICA SI FANNO DUE SEPARATI ELENCHI IN BASE AL SESSO , QUINDI SI PARLA DI TUMORI NELLE DONNE E TUMORI NEGLI UOMINI, MA NON SI TRATTA DI PATOLOGIE LEGATE AL SESSO STESSO, QUINDI E' FUORVIANTE E SBAGLIATO PARLARE DI "TUMORI FEMMINILI" O "TUMORI MASCHILI" . LA DEFINIZIONE CORRETTA E' "TUMORI NEGLI UOMINI" E "TUMORI NELLE DONNE", E , TRA LE DUE COSE, C' E' UNA BELLA DIFFERENZA. LA DOTTORESSA ZAMBON HA MOSTRATO, IL 23 MARZO, SOLO IL PRIMO DI UNA SERIE DI GRAFICI , CHE SI RIFERISCE AL TOTALE DEI TUMORI NEL MONDO, ESCLUSI QUELLI DELLA PELLE. NELLA PARTE DESTRA , QUELLA DELLE DONNE , PARMA E' SECONDA . MENTRE , NELLA PARTE SINISTRA, DEGLI UOMINI , SONO SECONDE A PARI MERITO SONDRIO E BRESCIA. Esaminando gli altri grafici , suddivisi per tipo di tumore, si trova che Sondrio è prima nella classifica "mondiale" per cancro della vescica , Ferrara è la seconda per cancro della tiroide, Parma è seconda per cancro del pancreas , che colpisce uomini e donne, quindi non è un "tumore femminile" . COME HO GIA' DETTO NEL PRECEDENTE MESSAGGIO QUESTI DATI SONO INDUBBIAMENTE INTERESSANTI , MA BISOGNA TENER PRESENTE CHE RIGUARDANO SOLO UNA PARTE DEI TUMORI , NON TUTTI , ED UN LIMITATO NUMERO DI LOCALITA' CAMPIONE, PER CUI SONO IMPORTANTI SUL PIANO ORIENTATIVO, MA, SUL PIANO NUMERICO , SONO DECISAMENTE PARZIALI . CON IL TORMENTONE DELL' INCENERITORE DI PARMA C' ENTRANO UN CAVOLETTO DI BRUXELLES , E, QUELLA DI "PARMA SECONDA CITTA' DEL MONDO PER I TUMORI FEMMINILI E' UNA SOLENNE BUFALA ,nella quale sono caduti anche i Giornalisti, confondendo "tumori femminili" con "tumori nelle donne", che sono due cose diverse.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

57 annunci di lavoro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

Lealtrenotizie

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Felino

Incendio di Poggio Sant'Ilario: Mohon condannato a dieci anni

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

SIVIZZANO

Addio all'imprenditore Romano Schiappa

calcio

Riecco Ciciretti

SALSO

E' morto Ruggero Vanucci, storico edicolante

MONTAGNA

Soccorso Alpino attivato nella zona del Lagastrello per soccorrere una persona ferita

MOBILITA'

In bici sulla pista ciclabile numero 4, tra buche e lampioni

4commenti

AUDITORIUM PAGANINI

"Il meglio di noi": 12 TvParma presenta le novità, dal palinsesto ai nuovi studi

2commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

5commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

3commenti

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

ITALIA/MONDO

ROMA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPAM

Porno-ricatto via e-mail: allarme (e consigli) della polizia postale

SPORT

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

INTERVISTA

Golf, inizia il Tour Championship: sfida importante per Francesco Molinari Video

SOCIETA'

McDonald’s

Il Big Mac compie 50 anni: nacque dall'idea di un italoamericano

bergamo

15enne scopre dopo un anno che dall'altra parte della chat erotica c'è il papà

5commenti

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design