PARMA

Allontanata perché allattava, l'Ateneo si scusa. Lanciato lo "Spazio famiglia" per le mamme

Il Comune: "Spazi dedicati al Duc". L'assessore Seletti su Facebook: "Pubblicate le vostre foto mentre allattate"

Allontanata perché allattava: l'Ateneo si scusa
Ricevi gratis le news
2

Sulla vicenda della mamma allontanata perché stava allattando, l'Università interviene con una nota in cui «assicura che saranno effettuati i doverosi accertamenti circa il deplorevole episodio». Conferma «la grande attenzione nei confronti dei diritti umani e sociali. Nella fattispecie si ribadisce il principio secondo il quale l'allattamento al seno è il principale determinante di salute nei primi anni di vita: è doveroso da parte di ognuno, istituzioni in primis, promuoverlo e favorirlo, garantendo il diritto delle mamme di allattare liberamente». «Per questo il Comitato Unico di Garanzia dell'Ateneo, con il pieno appoggio del rettore Paolo Andrei, ha strutturato nei mesi scorsi un progetto per la creazione di 3 spazi all'interno dell'Università dove le studentesse, le dipendenti, ma anche le private cittadine che ne abbiano necessità, potranno allattare e accudire i propri bambini». Infine le scuse «al papà e alla mamma vittime di questo spiacevole episodio».

"SPAZIO FAMIGLIA": L'ATENEO CREA SPAZI APPOSITI SPAZI PER L'ALLATTAMENTO. Il CUG – Comitato Unico di Garanzia dell’Università di Parma, nell’ambito delle azioni volte a garantire il benessere di chi vive o lavora nell’Ateneo, ha recentemente avviato un’iniziativa per consentire, in appositi spazi, l’allattamento da parte di madri, non solo studentesse o dipendenti dell’Università, ma anche private cittadine.
Il Progetto, denominato “Spazio Famiglia”, ed oramai prossimo alla concreta attuazione, prevede anche la possibilità, per entrambi i genitori, di cambiare i pannolini dei propri figli, o di dedicarsi con loro ad attività ricreative, ludiche o educative.
In una prima fase, gli spazi dedicati all’iniziativa saranno tre, già individuati in altrettanti locali ubicati presso la sede centrale dell’Ateneo in Strada Università, il Campus di Via Langhirano e in zona Ospedale/D’Azeglio.
L’accesso ai locali sarà libero e gratuito.
Ciascun locale, che sarà riconoscibile per la presenza di appositi cartelli segnaletici, sarà dotato di una poltrona per l’allattamento e di un fasciatoio per il cambio del pannolino. Saranno disponibili, inoltre, servizi igienici ed un’area attrezzata con giochi e materiali didattici.
Con lo “Spazio Famiglia”, il CUG intende promuovere e rendere effettivo, nell’Università di Parma, il diritto all’allattamento, riconosciuto come diritto fondamentale del bambino e della madre da parte dell’UNICEF e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre che favorire la conciliazione fra i tempi di vita e studio/lavoro di tutte le madri che si trovino a frequentare l’Ateneo.

IL COMUNE: "ALLESTIREMO SPAZI DEDICATI AL DUC". «Stiamo allestendo alcuni spazi per l’allattamento nelle strutture comunali». L’annuncio arriva da Ines Seletti, assessore all’Educazione e Inclusione, che sottolinea come la misura sia pensata per le mamme «che devono accedere ai nostri servizi assieme ai loro piccoli e hanno bisogno di riservatezza per allattare con serenità».
«Ciò non toglie – precisa - che tutte le mamme possano allattare liberamente in pubblico». I nuovi spazi sono allestiti al Duc (2) e alla biblioteca Guanda (1). Comprendono un fasciatoio, una poltrona per l’allattamento e un paravento. A breve saranno aggiunti anche altri accessori, tra cui un tavolo con giochi e delle seggioline per bambini.
«L’allattamento è fondamentale per la crescita del bambino – prosegue la Seletti –. Ci sembrava quindi doveroso allestire questi spazi nelle aree comunali maggiormente frequentate dal pubblico. In tutti gli asili comunali ci sono degli spazi, anche se non allestiti ad hoc, in cui le mamme possono allattare al seno i propri piccoli». L’intento è quello di venire incontro alle mamme che hanno bisogno di riservatezza. «Non tutte le mamme si sentono a proprio agio ad allattare in pubblico – osserva l’assessore - per questo abbiamo pensato di allestire questi spazi. Ribadisco però che riteniamo giusto e positivo che una madre possa allattare ovunque». 

INES SELETTI SU FACEBOOK: "E' UNO DEI MOMENTI PIU' BELLI". Su questo tema, Ines Seletti è intervenuta sul suo profilo Facebook scrivendo: 
W L'ALLATTAMENTO OVUNQUE lo si desideri fare !
Ecco una dei momenti più belli, più intimi e più pubblici della mia vita durante l'allattamento del mio bimbo in un parco di un ristorante durante un matrimonio ! Da anni raccolgo foto di mamme mentre allattano in qualsiasi posto per cui oltre ad un bel flash mob insieme all'associazione Futura, se vorrete, perché non pubblicate anche le vostre di foto mentre allattate?
#allattareovunque #allattaresempre

Associazione Futura: "L'allattamento e i messaggi d'amore"

Scriviamo in riferimento alla vicenda messa in luce da un articolo uscito ieri sulla Gazzetta di Parma su uno spiacevole fatto di cronaca: a una coppia di genitori è stato intimato di lasciare i locali dell'Università, dove la mamma stava allattando al seno il proprio bambino. Il divieto di allattare in pubblico sarebbe provenuto da una guardia giurata, presso il chiostro del plesso di via D'Azeglio.Come Associazione Futura, che da trent'anni lavora per diffondere la cultura dell'allattamento al seno, esprimiamo il nostro rammarico per una mentalità che ancora persiste nella nostra società, che fatica ad accettare l'allattamento come una pratica naturale e spontanea, espressione della salute e dell'amore tra mamma e bambino. Siamo vicine alla coppia che ha subito questa discriminazione e apprezziamo la dichiarazione dell'Università di Parma di questa mattina, rallegrandoci per il suo progetto in cantiere a sostegno dell'allattamento. Da mesi noi stesse stiamo organizzando insieme all'Assessora Seletti del Comune di Parma dei "punti allattamento": i punti allattamento non sono dei luoghi esclusivi e obbligati nè per le mamme nè per le istituzioni, ma semplicemente dei messaggi d'amore, segnali di accoglienza e di riconoscimento del diritto del bambino ad essere allattato a sua richiesta e della sua mamma di rispondergli, sentendosi comunque libera di farlo in ogni luogo contro qualunque infondato malizioso, inopportuno pregiudizio. Siano sempre più i messaggi di attenzione, sostegno, rispetto dei bisogni dei bambini e a tutela della relazione genitore/bambino, per far sentire i genitori accolti, dando loro la possibilità di allattare i propri bambini e le proprie bambine in un luogo tranquillo e silenzioso, senza con questo escludere tutti gli altri luoghi pubblici della città. Come Associazione il nostro impegno rimane attivo perchè nella quotidianità della crescita e dell'educazione dei nostri figli e delle nostre figlie, siano sempre più i messaggi d'amore che arrivano dalle istituzioni e dalla cittadinanza, perchè nutrire i cittadini di domani significa anche e soprattutto questo. Invitiamo infine tutta la cittadinanza a partecipare al  flash mob ufficiale della Settimana Mondiale dell'Allattamento, organizzato da associazioni e istituzioni, che si terrà come ogni anno la prima settimana di ottobre, certe che per valorizzare questa preziosa pratica non servano polemiche, ma aggregazione e crescita di consapevolezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giovanni

    01 Maggio @ 15.27

    Non si tratta di una guardia giurata, ma di un addetto al portierato, parliamo di 2 categorie differenti !! Le guardie giurate sono armate e prestano un giuramento, un addetto al portierato no !!

    Rispondi

  • Betti

    30 Aprile @ 20.28

    non posso credere a quelo che leggo. stiamo tornando al medioevo

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il party con Tino Asprilla: le foto

FESTE PGN

Il party con Tino Asprilla: le foto

Nadia Toffa in ospedale per le terapie: "Non so se la chemio mi guarirà..."

La "lotta"

Nadia Toffa in ospedale per le terapie: "Non so se la chemio mi guarirà..."

Belen presenta il suo "playboy", Mirco Levati

gossip

Belen presenta il suo "playboy", Mirco Levati

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Israele, i cinquemila anni di storia

VIAGGI

Israele, i cinquemila anni di storia: un viaggio tra i luoghi che rendono unica Gerusalemme

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Incidente a Parola: la vittima è un 38enne indagato per il sospetto omicidio del padre

IL GIALLO

Incidente a Parola: la vittima è un 38enne indagato per il sospetto omicidio del padre Video

Un suicidio dietro lo schianto di ieri?

DONNE

Il Centro antiviolenza: "Nessun miglioramento a Parma", 277 donne accolte in dieci mesi

Il Centro ha reso noti i dati dell'attività aggiornati al 31 ottobre e le iniziative contro la violenza

CARABINIERI

Rapina nella villa di Aldo Ferrari, ex maggiordomo arrestato a Ramiseto: la pena è definitiva

Ferrari fu ostaggio dei malviventi nel luglio 2015. Dopo l'arresto di due moldavi, gli inquirenti risalirono a un 67enne reggiano

Allarme

Dal Lubiana a via Mantova: nuova «valanga» di furti

LA STORIA

Il ladro? Tradito da una mela. E condannato

Colorno

Lettera a Piccoli e Simeone: «Sgomberate subito l'Aranciaia»

SALSO

Il liquidatore delle Terme: «Ora tocca a Berzieri, hotel Porro e Warowland»

TORRILE

Offese e botte alla moglie anche dopo la condanna: arrestato 39enne

Un congolese ha violato il divieto di avvicinarsi alla moglie, che ha denunciato anni di maltrattamenti ai carabinieri di Colorno

BEDONIA

Addio a Enrichetta, cuoca dell'osteria «I Tre Ponti»

INIZIATIVA

Parma Noir: «investigatori» sul luogo del delitto

PARMA

Rubati gli attrezzi per le scenografie nel deposito del Teatro Regio

«MACBETH» ALLA FENICE

Quattro parmigiani dalla Corale Verdi a Venezia

RUGBY

Giocatori con i calzettoni fucsia: domenica una "partita contro la violenza" allo stadio Lanfranchi

Iniziative di "Maschi che s'immischiano" in occasione della partita di rugby

GAZZAREPORTER

"Alba del giovedì": la foto del lettore Massimo Mari

1commento

carabinieri

Inseguimento fra Sant'Ilario e Parma: i ladri gettano la refurtiva dal finestrino

All'arrivo dei carabinieri, un'auto con tre persone a bordo è fuggita. I malviventi sono riusciti a dileguarsi

PARMA

Mall di Baganzola: il cantiere resta sotto sequestro

Lo ha deciso il tribunale del Riesame

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pd in cerca del segretario. Ma la strada è in salita

di Luca Tentoni

CHICHIBIO

Hostaria "Da Dome", l'autentico e semplice cibo nostrano

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Trovati a Mestre due cadaveri semicarbonizzati

SANITA'

Batterio killer: due nuovi casi sospetti a Reggio

SPORT

gazzareporter

Calciomercato, Balotelli avvistato a Parma?

4commenti

Formula 1

La Formula 1 ritrova Kubica

SOCIETA'

WORLD CAT

Ecco la nuova classifica settimanale: scopri le new entry

VIDEOGAME

Le nuove guerre digitali

MOTORI

Mercedes

Il diesel è vivo e vegeto: chiedetelo alla Classe A

moto

Benelli 752S , la naked di mezzo