18°

Parma

Fecci e le ordinanze "incostituzionali": “Più difficile garantire la sicurezza dei cittadini”

Ricevi gratis le news
12

COMUNICATO STAMPA

 Il Decreto del Ministro dell’Interno del 5 agosto 2008 dice: “La sicurezza urbana è un bene pubblico da tutelare attraverso attività poste a difesa, nell’ambito delle comunità locali, del rispetto delle norme che regolano la vita civile, per migliorare le condizioni di vivibilità dei centri urbani, la convivenza civile e la coesione sociale”.

Per tutelare la sicurezza urbana nel Comune di Parma sono state emanate una serie di ordinanze: Ordinanza antiprostituzione;  Ordinanza divieto di consumo di alcolici in p.le Inzani e p.za Matteotti; Ordinanza contro l’accattonaggio molesto;  Ordinanza contro i disturbi negli appartamenti a seguito di attività di prostituzione; Ordinanza in materia di bivacco abusivo;  Ordinanza di divieto di vendita alcolici dopo le ore 21 per gli artigiani; Ordinanza contro gli immobili sovraffollati; Ordinanza contro il consumo di sostanze stupefacenti; Ordinanza contro gli edifici degradati; Ordinanza contro il degrado urbano; Ordinanza contro gli atti vandalici; Ordinanza contro gli schiamazzi; Ordinanza contro degrado urbano e sociale derivati da avventori di locali; Ordinanza contro gli atteggiamenti di violenza;Ordinanze varie contro locali che creavano disturbi evidenti in viale Mentana, vicolo santa Brigida, via Trento, via Saffi e via Milano.

Tutti dispositivi emessi a seguito di richieste di cittadini che ci segnalavano problematiche  e che ci hanno permesso, in molti casi, di riuscire ad affrontare e a gestire queste situazioni di degrado urbano e di disagio sociale.(almeno di attenuare questi fenomeni di disagio sociale e degrado urbano)

Tutti provvedimenti che oggi, a seguito della sentenza n° 115/2011 della Corte Costituzionale, sono considerati addirittura illegittimi perché limitano la libertà individuale delle persone e perché producono una disparità di trattamento fra cittadini italiani di differenti zone del paese.

Bene, vorrei informare i cittadini di Parma che da oggi, dopo la sentenza della Consulta, non avremo più uno strumento fondamentale per garantire la sicurezza urbana. I partiti politici e le persone che plaudono questo verdetto, spero siano coscienti del fatto che da oggi i cittadini saranno meno sicuri. Chi plaude a questa sentenza non ha a cuore la sicurezza dei cittadini.

Adesso, per tutelare comunque la cittadinanza di Parma, dovremo ridefinire tutte le modalità operative con le quali affrontare le segnalazioni che ci pervengono ogni giorno, per dare risposte il più concrete possibili e, allo stesso tempo, garantire agli agenti della Polizia Municipale di poter operare nel rispetto delle norme vigenti.

Come prima azione credo sia opportuno rivalutare, preso atto che da giovedì pomeriggio il concetto di sicurezza urbana è stato svuotato di ogni contenuto, i compiti del nucleo sicurezza urbana - i cui componenti sono qui questa mattina - che operavano principalmente nell’applicazione delle ordinanze sindacali e impiegare questi agenti in modo diverso, ma comunque sempre in strada al fianco dei cittadini.

In ogni modo, proprio per la forte volontà di stare al fianco dei cittadini, continueremo a garantire le attività di prevenzione, attraverso i presidi nelle zone a rischio, e di contrasto ai fenomeni di microcriminalità secondo quanto previsto dalla norme vigenti, senza dimenticarci che gli agenti di Polizia Municipale hanno le qualifiche di agenti e ufficiali di Polizia Giudiziaria.

Se gli strumenti a disposizione della Polizia Municipale, vista anche la non approvazione della legge di riforma e le ultime disposizioni del Ministero in merito all’impossibilità di dotare gli agenti di polizia municipale di strumenti di autodifesa, non ci garantiranno di raggiungere l’obiettivo che ci siamo preposti e se dovessi accorgermi di essere impossibilitato a fornire risposte concrete alle varie richieste che arrivano dalla cittadinanza, rimetterò la mia delega alla sicurezza urbana nelle mani del Sindaco, continuando ad occuparmi alacremente dell’elettorale, del contenzioso, della toponomastica, dei contratti e del decentramento, della protezione civile e della polizia municipale.

 

 

 

 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • massimo

    10 Aprile @ 17.15

    La vita di tutti i giorni funziona con incentivi e deterrenti. Una multa per un extracomunitario senza fissa dimora non è un deterrente. C'è da cercare incentivi a non delinquere. Ma con gli stipendi che ci sono in giro, i più bassi d'europa ...c'è poco da fare. Se aggiungiamo che importiamo potenziali delinquenti "potenzialie" perchè se avessimo le infrastrutture e la capacità economica sarebbe una cosa diversa...peggiora la situazione. Gli unici che saranno contenti saranno i produttori di alcolici e superalcolici e le imprese che vendono sistemi di sicurezza.

    Rispondi

  • claudio

    10 Aprile @ 14.13

    Le questioi vanno affrontate con pacatezza, senza acredine. Fecci potrà essere antipatico o simpatico, ma dobbiamo ricordare che le ordinanze in questione hanno durata temporanea. Meglio sarebbe predisporre i gloriosi regolamenti di polizia urbana, che alla luce della legge costituzionali n. 3 sono di competenza del Comune e tutto sarebbe risolto. I cittadini parmensi, contrari a tutto per efinizione stiano un po più calmi-

    Rispondi

  • perplesso

    10 Aprile @ 12.29

    Che ci facciamo con i "FecciA ngels" adesso? Visto il loro addestramento paramilitare riusciranno a fare più multe per divieto di sosta oppure potranno rincorrere meglio le auto che non mettono la freccia?

    Rispondi

  • MICHELE

    10 Aprile @ 11.32

    attendiamo con ansia le sue dimissioni...

    Rispondi

  • BM

    10 Aprile @ 11.20

    Mi chiedo se l\'assessor Fecci e tutta l\'allegra combriccola scalda sedie, legge i giornali.Sono più di due settimane che le aziende nei distretti industriali di Parma sono soggette a furti continui.Forse ci siamo dimentica che l\'ecomomia di una città è formata, per la maggior parte, dalle aziende che lavorando creano giro di denaro e che rappresentano la nostra città in Italia,in Europa e nel resto del mondo.\r\nMa per questi episodi il pacchetto sicurezza NON INCLUDE IL BENCHE\' MINIMO PROVVEDDIMENTO....e la risposta che il comune da alle aziende che hanno subito furti è \"ora è stato tolto potere ai sindaci di decidere in materia di sicurezza...e quindi non possiamo fare niente per questo problema..\r\nMa tutte le ordinanze(che grazie a dio sono state bocciate) sono proprio cosi prioritarie rispetto alla tutela delle attività produttive della città????invito tutti ad una riflessione e a far sentire la propria voce.a presto!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gli amici di Santa Maria del Piano alla "Vecchia volpe": ecco chi c'era - Foto

feste pgn

Gli amici di Santa Maria del Piano alla "Vecchia volpe"  Ecco chi c'era: foto

Elisa Adorni correrà nel deserto israeliano

Elisa Adorni e le sue compagne di avventura Arianna Bianchini, Eleonora Suizzo, Francesca Valassi, Federica Verdoya insieme al direttore di Donna Moderna Annalisa Monfreda

SPORT

Elisa Adorni correrà per 80 chilometri nel deserto israeliano Foto

Grande Fratello: Benedetta Mazza e Stefano Sala sempre più vicini nella "Casa" - Foto e video

GRANDE FRATELLO

Nella Casa e in piscina, Benedetta Mazza e Stefano sempre più vicini Foto Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nuovo condono: "saldo e stralcio" e sanatorie. Tutto quello che c'è da sapere (per ora)

"PACE FISCALE"

Nuovo condono: "saldo e stralcio" e sanatorie. Tutto quello che c'è da sapere (per ora)

di Corrado Chiominto

Lealtrenotizie

Stupro, Pesci esce dal tribunale (incidente probatorio): "Rovinate qualcun altro" Le foto

Violenza

Stupro, Pesci esce dal tribunale (incidente probatorio): "Rovinate qualcun altro" Le foto

2commenti

Schianto

Auto si ribalta a Tortiano, perde la vita una 16enne di Traversetolo

Lutto

Olga, morta improvvisamente a soli 39 anni

POLIZIA

Minaccia una ragazza e si fa dare il cellulare: 30enne denunciato per rapina

E' successo vicino alla stazione

VIA EMILIA EST

Giovane colpito da infarto salvato da un passante

TIZZANO

Fatte brillare le tre bombe a mano trovate in una casa: il video dell'esplosione

12 TG PARMA

Finge di cercare lavoro e tenta di derubare una coppia di anziani Video

PARMA

Tifoso laziale trovato senza vita: sarà effettuata l'autopsia Video

12 TG PARMA

Indice di criminalità: Parma tredicesima in Italia Video

1commento

PARMA

Via Garibaldi, cade mentre arriva il bus: paura per un anziano

SISSA

Lite fra due anziani per il diserbante finisce a badilate

BASSA

Cade da una scala: negoziante ferito in via Gramsci a Sorbolo

FONTANELLATO

Addio a Luisa, docente di francese e di vita

Tep

Un pulmino per gli orfani bielorussi di Babici: viaggio di due parmigiani del gruppo "Moto Tep"

Il nuovo mezzo consentirà ai bambini di sottoporsi alle cure mediche

PARMA

Terranova a passeggio dal Parco Ducale a piazza Duomo: le foto del raduno

1commento

LAGRIMONE

Addio a Maria, la negoziante che aiutava tutti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Oltretorrente: la forza straordinaria delle persone

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

La dura legge del rating

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

Como

Addio ad Angelica, paladina della lotta contro la fibrosi cistica

milano-trieste

Razzismo sul treno: «Non voglio stare vicino ad una negra»

SPORT

calcio

Primo esonero nel Monza di Berlusconi, arriva Brocchi

SERIE A

Il Parma tiene. Ma solo per 80'

2commenti

SOCIETA'

Storia

E' morto l'ultimo degli eroi di Telemark. Fermò l'atomica di Hitler

POLEMICHE

Nella pubblicità non si vedono Paola Egonu e Miriam Sylla: proteste sui social contro Uliveto

1commento

MOTORI

RESTYLING

Abarth 595: watt, cavalli e vernice glamour

MOTORI

Ford, la Focus «migliore di sempre»? Questione di connettività e sicurezza