16°

29°

Parma

Anche l'Asl di Parma entra nel grande archivio gestito dalla Regione

Ricevi gratis le news
0

Un’unica struttura di riferimento per tutta la pubblica amministrazione in Emilia-Romagna per la conservazione, l’archiviazione e la gestione dei documenti informatici, che a regime gestirà 40 milioni di documenti informatici. A un anno dall’avvio del Polo archivistico regionale (Parer), costituito nella struttura dell’Ibc, a Bologna un seminario («Un futuro per il presente. Politiche, strategie, strumenti della conservazione digitale») ha fatto il punto della situazione su questo progetto.

PARTECIPA ANCHE L'ASL DI PARMA. Il polo archivistico dell’Emilia-Romagna è l’unico in Italia che è già operativo. Funziona di fatto come il caveau di una banca ma, anzichè soldi, gestisce e conserva documenti informatici (in originale) degli enti, senza limiti di tempo.
Il polo è finanziato interamente dalla Regione per un costo annuo di circa 2 milioni. «A proposito dei risparmi che la digitalizzazione dei documenti consente alle pubbliche amministrazioni - ha spiegato Marco Calzolari, responsabile del servizio - si stima che già solo la stampa del Bollettino della Regione (contenente tutti i provvedimenti emanati dall’ente, ndr) costa 2 milioni e 180mila euro. Contiamo che con l'archiviazione dei documenti sanitari, ora gestiti dalle Asl, si avranno ulteriori risparmi». Al momento per la pubblica amministrazione il servizio è gratuito per i primi tre anni, poi si valuterà. Le prime Asl che aderiranno al servizio entro la fine dell’anno sono quelle di Reggio Emilia, Parma, Forlì, Piacenza.

LE CARATTERISTICHE DEL PROGETTO. «Con questo progetto - ha spiegato la vicepresidente della Regione e assessore alla semplificazione e trasparenza Simonetta Saliera - la Regione sostituisce ai flussi di documenti cartacei, complessi e spesso ripetuti, i percorsi molto più semplificati dei documenti elettronici con numerosi effetti positivi: miglioramento dell’efficienza, riduzione del tempo di avvio di nuovi servizi; valorizzazione del patrimonio informativo dovuta alla maggiore e più semplice condivisione delle informazioni; riduzione dei costi e dell’impatto ambientale, minor consumo energetico; più trasparenza vista la maggiore e più estesa disponibilità al pubblico di documenti e informazioni».
Il seminario è stato organizzato dall’Ibc per approfondire, in diverse sessioni tematiche, alcuni temi generali sulla dematerializzazione e la conservazione digitale.

In esercizio dal gennaio 2010, il Polo archivistico regionale dell’Emilia-Romagna è un vero e proprio archivio digitale pubblico, gestito da una pubblica amministrazione a disposizione di Enti locali, Aziende sanitarie, Università e di tutte le strutture statali del territorio. Oltre a garantire la conservazione dei documenti, il Parer supporta le pubbliche amministrazioni nei processi di dematerializzazione (di sostituzione cioè della carta con documenti elettronici), innovazione e semplificazione amministrativa anche con attività di formazione e consulenza. L’obiettivo è favorire una crescita omogenea di tutte le amministrazioni, utilizzare al meglio le potenzialità tecnologiche e migliorare così i servizi ai cittadini.

Attualmente sono convenzionati con il Parer oltre 60 enti, che vanno dal Comune di Caminata (che ha 287 abitanti) all’Università di Bologna, passando per tutte e nove le province emiliano-romagnole. I documenti informatici conservati sono circa 50mila, con una proiezione di arrivare entro la fine dell’anno a superare i 500mila. A regime, considerando anche tutte le aziende sanitarie, si stima un flusso annuo di circa 40 milioni di documenti informatici.

Dal punto di vista tecnologico, il sistema di conservazione del Polo archivistico regionale è ospitato su due data center, uno a Bologna e uno a Milano, collegati in tempo reale in modo che i documenti informatici siano salvati contemporaneamente su entrambi i sistemi, riducendo al massimo il rischio di perdita dei dati.

A regime, il sistema di conservazione sarà in grado di archiviare fino a 1000 Terabyte di dati ovvero fino a circa 200 milioni di documenti amministrativi e sanitari. Il processo avviato porterà ad un notevole risparmio, in termini di tempi e costi, per l’attività della pubblica amministrazione, consentendo un miglioramento dell’efficienza, una maggiore condivisione delle informazioni, una più estesa disponibilità al pubblico di documenti e informazioni e, infine, una riduzione del tempo di avvio dei nuovi servizi.

Nel 2008, con la legge regionale n.17, è stata attribuita all’Ibc la «funzione di archiviazione e conservazione dei documenti prodotti dalla Regione e, mediante convenzione, dei documenti prodotti da Province, Comuni e altri soggetti pubblici.».
Nel 2009, per l’esercizio di questa nuova funzione, è stato istituito, con delibera di Giunta regionale, il «Polo archivistico regionale».
Nel 2010 è stato avviato il servizio di conservazione per la Regione, l’Università di Bologna e la Provincia di Piacenza e si è iniziato ad estendere il servizio ad altri enti (Province, Comuni, Aziende Sanitarie e Università).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Trovato a terra sulla pista da motocross: è gravissimo

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

5commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

10commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

3commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Firenze

Un sedicente artista rompe un quadro in testa a Marina Abramovic

Genova

Ricostruzione ponte Morandi, Pizzarotti: "Toti commissario"

1commento

SPORT

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse