17°

28°

Parma

Francesco, l'ergastolano che esce per insegnare

Francesco, l'ergastolano che esce per insegnare
Ricevi gratis le news
0

Docente ed ergastolano. La storia di Francesco (il nome è di fantasia), detenuto da trentadue anni nel carcere di via Burla, è quella di un uomo, prima che di un carcerato. Di una persona che sorride alla vita nonostante sia condannato a trascorrere gran parte dei suoi giorni dietro le sbarre. Seduto alla grande tavola imbandita dai volontari della Caritas carcere per il «Pranzo amico» - il pranzo tra volontari e carcerati svoltosi ieri nella parrocchia del Beato Cardinal Ferrari di via Paradigna -, racconta la sua toccante testimonianza di vita, lanciando alcune proposte per migliorare l’esistenza di chi è costretto ad «abitare» nel quattordicesimo «quartiere» della città. «Partecipo al pranzo amico dal 1996 - racconta - perché ritengo che sia, oltre che un piacere, un dovere per mostrare la propria riconoscenza al gruppo di assistenti, volontari e parrocchiani che assistono il popolo delle prigioni». Francesco sta scontando la propria pena da 32 anni, ma grazie alla buona condotta gli viene permesso di uscire di tanto in tanto. «Tra licenze e permessi - sottolinea - sono uscito 1600 volte. Mi è stato consentito di tenere lezioni universitarie e 82 conferenze. Per tre volte sono uscito per insegnare come docente». Significativa anche l’opportunità di avere un lavoro. «Sono quindici anni che lavoro e mantengo la mia famiglia - spiega -. Sono grato alla società civile perché mi accoglie». Il male compiuto pesa però come un macigno sulla coscienza di questo detenuto. «Mi domando: questa è giustizia? Il male che ho compiuto è irrimediabile e - afferma - col passare del tempo vi è una sorta di aumento della crudeltà della pena. Perché quando mi alzo ogni mattina, mi confronto con il fatto che sono stato malvagio. Mi auguro un giorno di poter tornare a essere felice all’interno della società civile». Francesco, nonostante i propri errori e dolori, è una persona sensibile, che si emoziona quando racconta il mondo del carcere e le sue crudeltà. «Ci sono situazioni di sofferenza che lo Stato non può dimenticare - afferma con la voce rotta dal pianto -. Ci sono asili nido indegni, in cui i bimbi vengono lasciati alle madri in carcere fino al terzo anno e poi, se non hanno parenti a cui affidarli, glieli portano via. È drammatico entrare in queste sezioni». Importante inoltre pensare alla detenzione in vista di un reinserimento nella società. «Finalizziamo la detenzione a comprendere in che modo poter ricostruire la vita di chi si è astratto dalla comunità civile - dichiara -, diamo la possibilità di poter studiare e lavorare ai detenuti, altrimenti una volta scontata la pena ci si trova in mezzo a una strada». L.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

Juventus

Sputo (gomitata e testata) a Di Francesco: 4 giornate a Douglas Costa

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design