-0°

la lettera

Eramo: "Cari genitori, proteggete i vostri docenti. Troppe minacce e violenza"

Cari genitori, proteggete i vostri docenti
Ricevi gratis le news
1

A scuola stiamo vivendo un periodo difficile, non solo perché soni i giorni del nervosismo collettivo, ma perché con più intensità degli anni scorsi i nostri docenti sono sotto tiro. Attorno alla scuola si è stretto un vero e proprio assedio, che ci sta togliendo la serenità del lavoro e sta minando il nostro equilibrio.

Le nostre classi sono difficili: gli alunni ci portano ogni giorno - oltre alla loro gioia di vivere e imparare - anche i dolori del mondo, le tante vicende delle famiglie, i conflitti e le ansie dei grandi. Molti di loro non riescono a stare fermi, sono tristi, provano rabbie di cui non capiscono l'origine, talvolta sono depressi, violenti, aggressivi. Alcuni sono perduti, disorientati, muti. Tanti stanno semplicemente male, e lo manifestano tutti i giorni con noi e con i loro compagni. Le classi di oggi non sono quelle che abbiamo frequentato da piccoli, perché la nostra società è cambiata radicalmente, portando dentro la scuola il disordine esterno, la fine dell'autorità e la frenesia del tutto qui e ora.

Spendiamo l'energia di cui siamo capaci perché i nostri alunni imparino a essere prima di tutto cittadini buoni, e poi buoni architetti, artigiani, studiosi, commercianti, politici o imprenditori. Ci resta poca energia per difendere anche le mura della scuola, e la nostra dignità.

Cari genitori, proteggete i vostri docenti. Riceviamo mail minacciose perché abbiamo accennato alla possibilità di una bocciatura, ci denunciano per una sospensione, ci assalgono per un 7 invece di un 8, ci accusano di essere violenti per un rimprovero; ci arrivano lettere di avvocati perché abbiamo messo una nota sul registro o sequestrato un cellulare. Ci gridano al telefono che ci porteranno "sulla Gazzetta", che ci rovineranno la carriera, che ci faranno perdere il posto. Qualcuno scrive al nostro direttore regionale, altri al Provveditorato, all'amico deputato, al Ministro, magari perché non lo abbiamo messo nella sezione che voleva. Capita che il preside sia tempestato di telefonate, il docente aspettato all'uscita, i corridoi violati da chi vuol andare nelle classi a risolvere lui i problemi dei figli. Giustificano comportamenti inaccettabili dicendoci che non siamo capaci a “interessare” il loro figlio. Ostentano le loro carte intestate e il loro status; cercano di farci sentire in colpa, inadeguati.
Molti alunni si comportano allo stesso modo, sono fuori controllo, senza orizzonte, senza direzione. I bambini e i ragazzini ci fanno il dito in classe, ci insultano davanti a tutti, minacciano (loro!) di denunciarci, ci rispondono volgarmente, ci sfidano e ci mettono in ridicolo.
L'hanno imparato dagli adulti.
Proteggete i vostri docenti. La scuola è un santuario, dentro si svolgono riti inviolabili, come in chiesa. Nessuno sogna di suggerire al prete il modo di confessare, predicare, dire messa o celebrare la Pasqua. Fateci celebrare i nostri riti, che si chiamano lezione, laboratorio, gioco, scrutinio, esame. Ma anche richiamo, punizione, insufficienza, bocciatura. Regola. Rispetto. Obbedienza.
Proteggete i vostri docenti. Non esistono sostituti, non basta Youtube né l'e-learning né Whatsapp. Noi vi serviamo, nel senso più alto del termine, perché serviamo il Paese. Volete davvero una generazione di persone incapaci di tollerare una frustrazione, una sconfitta, una correzione? Aggressivi e insolenti, senza disciplina, senza autocontrollo? Volete davvero che gli altri, gli educati, le persone “normali” si sentano una minoranza indifesa e perdano anche loro la fiducia in noi (e in voi)?
Sia chiaro, proteggerci non significa accettarci come siamo: aiutateci a migliorare, fateci vedere quello che non vediamo, mostrateci il vostro punto di vista, manifestate il vostro disaccordo, chiedeteci di cambiare, se necessario.
Ma fatelo con quel rispetto che si deve alle cose a cui tenete di più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Greg

    05 Giugno @ 21.15

    Ma i sindacati della scuola dove sono? Non si potrebbe organizzare una giornata di protesta e poi magari far seguire qualche manifestazione per sensibilizzare i politici chiacchieroni del nuovo governo affinché provvedano a stabilire delle regole più severe contro studenti e famiglie che non hanno rispetto?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

brad pitt & charlize theron

gossip

Brad Pitt e Charlize Theron stanno insieme (secondo la stampa inglese)

L'espressività della danza "catturata" in 25 scatti: mostra a Bibbiano

FOTOGRAFIA

L'espressività della danza "catturata" in 25 scatti: mostra a Bibbiano Foto Video

Marco eliminato, allievi Amici occupano la scuola

Foto da Instagram di Marco Alimenti

televisione

Marco eliminato dal professore di ballo: gli allievi di Amici occupano la scuola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il CineFilo

CINEMA

Da Maria Stuarda al film-realtà "Mia e il leone bianco": i consigli del Cinefilo Video

di Filiberto Molossi

Lealtrenotizie

Ciclista caduto a Cabriolo: sul posto anche l'elicottero del 118

FIDENZA

Cabriolo: ferito un ciclista caduto in via Ponte Nuovo Video

L'uomo ha riportato ferite di media gravità

APPELLO

Massacro di Natale, i giudici: «Alessio senza pietà, ma subalterno al padre ed educato al cinismo e alla violenza»

WEEKEND

Benedizioni degli animali, escursioni e falò: l'agenda della domenica

FELINO

Auto fuori strada a Poggio Sant'Ilario: gravi due ragazze

Soragna

Buttano i rifiuti in tangenziale ma il sindaco li fa multare

2commenti

san leonardo

Auto in fiamme in via Milano La spaventosa sequenza video

FIDENZA

Chiusi fuori casa dai ladri

1commento

FIDENZA

È morto il professor Rossini

VIDEOSORVEGLIANZA

Il vicesindaco Bosi: «Palasport a rischio furti. Interverremo»

PARMA

Donati al Senegal i vecchi arredi della Scuola per l'Europa Video

COMUNE

Domenica ecologica: niente veicoli inquinanti entro l'anello delle tangenziali fino alle 18,30

COLLECCHIO

Addio a «Gigetto», casaro appassionato di moto

1commento

Intervista

Raphael Gualazzi: «A Parma torno sempre volentieri»

QUATTRO CASTELLA

"Il fantasma protegge il castello": il Bianello fra suggestione, storia e turismo Video-intervista

Sono tante le storie legate al maniero matildico. Parla l'assessore alla Cultura Danilo Morini

1commento

12 tg parma

A Parma il fenomeno "Momo": allarme sui cellulari dei giovanissimi Video

SAN POLO D'ENZA

Vende un cellulare online ma è una truffa: denunciato 49enne

Denunciato un 49enne di Napoli. La vittima del raggiro è un 35enne di San Polo d'Enza

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Cesare Battisti e il peccatore che vive in noi

di Michele Brambilla

IL DISCO

Led Zeppelin I, quando la leggenda ebbe inizio Video

di Michele Ceparano

ITALIA/MONDO

GIALLO

Bologna: grave una donna trovata in strada priva di sensi e senza cappotto

BERGAMO

Donna carbonizzata: l'ex amante del marito confessa l'omicidio

SPORT

20a giornata

Atalanta, che cinquina (al Frosinone). Fiorentina, pari thrilling Risultati e classifica

Cortina

Vonn, annuncio choc: "Finisce qui". Quell'abbraccio con la Goggia che commuove Foto

SOCIETA'

Ravenna

«Preside gay» sul muro della scuola. Lui: «Non lo cancellerò»

cucina

"Il sale rosa dell'Himalaya è un bluff: è impuro e costa il doppio"

MOTORI

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross

PROMOZIONE

Suv, l'offensiva "doppio zero" di Hyundai