17°

27°

Parma

Parma festeggia il 25 aprile nel ricordo di Mirka. Vignali contestato dall'estrema sinistra

Parma festeggia il 25 aprile nel ricordo di Mirka. Vignali contestato dall'estrema sinistra
Ricevi gratis le news
28

Un 25 aprile pieno di eventi, ricordi, e anche di qualche contestazione. La prima festa della Liberazione, per Parma, senza la partigiana Mirka Polizzi, scomparsa il 22 gennaio scorso e a cui è stata dedicata idealmente questa giornata,
La mattina è iniziata con la staffetta della pace sui luoghi della Resistenza, mentre alle 10,15 è partito il corteo da Barriera D'Azeglio con la partecipazione del corpo bandistico "Giuseppe Verdi", e con la successiva deposizione di corone al monumento al Partigiano e al monumento ai Caduti.
In piazza Garibaldi ha poi preso la parola per i saluti il sindaco di Parma Pietro Vignali. Qui sono partite le contestazioni. Diversi esponenti di estrema sinistra hanno cominciato a fischiare e a gridare esibendo uno striscione con la scritta "Vignali, dare spazio ai fascisti è connivenza contro la Resistenza".
Alla base della protesta l’ospitalità concessa pochi giorni fa dal Comune di Parma all’associazione neofascista Casa Pound. Il gruppo neofascista, che ha anche una sede a Parma, aveva organizzato la presentazione di una pubblicazione sul proprio movimento e, dopo avere cancellato l’evento in una libreria per ragioni di sicurezza, si era rivolto al Comune ottenendo una sala dall’amministrazione municipale. La decisione della Giunta Vignali era stata già contestata in Consiglio comunale dalle opposizioni e da alcune associazioni antifasciste della città (le stesse che da tempo si battono per la chiusura della sede parmigiana di Casa Pound). L’amministrazione comunale, tramite il suo ufficio stampa, aveva risposto che il sindaco non ha 'autorizzato ufficialmente' nulla, l’amministrazione «ha invece concesso in affitto l’utilizzo di una sala circoscrizionale (che come tutte le altre sale circoscrizionali è a disposizione dei cittadini e delle associazioni legalmente riconosciute che ne fanno richiesta). Se non l’avesse fatto, avrebbe violato il regolamento comunale e creato un precedente impensabile per una città libera come la nostra» Bernazzoli si è dissociato, spiegando che "questo non è lo spirito del 25 aprile. Questa dovrebbe essere una giornata di unità - ha detto -, mentre qualcuno vorrebbe solo divisioni. Anche Mirka Polizzi avrebbe preso le distanze da questo comportamento poco civile".
Ha poi preso la parola Anton Shkreli, presidente della consulta studentesca, e Teresa Vergalli, oratrice ufficiale a nome delle associazioni partigiane.   
Alle 12, è arrivato il momento dei rintocchi solenni della Campana della Torre Civica e, sotto i portici del Grano, delle letture in ricordo di Mirka Polizzi accompagnate da canzoni di diverse epoche.

Alle 15 lo spettacolo dei Burattini dei Ferrari, alle 15, 30 il concerto del corpo bandistico "Giuseppe Verdi" diretto dal maestro Alberto Orlandi e alle 15,45 al Theatro del Vicolo la rappresentazione teatrale al femminile. "Per non dimenticare... ma anche per non odiare... mai più!".
Alle 20,30  nella sede dell'Anpi, in piazzale Barbieri 1, lettura scenica liberamente tratta dal libro "C'era un ragazzo... un partigiano. 1943-1945" di Renato Lori con posti limitati. Dalle 21, il grande concerto di Liberazione Nazionale con Goran Bregovic & The Wedding and Funeral band.

Vignali: "Attingere al patrimonio dei valori della Resistenza" - "Quest’anno il 25 aprile ha per noi un valore del tutto particolare per almeno due ragioni – ha esordito il sindaco in piazza Garibaldi –. Innanzitutto perché abbiamo da poco festeggiato il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Due date che hanno molto in comune. Perché se 150 anni fa abbiamo fatto l’Italia, il 25 aprile rappresenta la sua rinascita su basi democratiche”. “Se 150 anni fa nasce l’Italia, come patria e come casa comune – ha proseguito -  60 anni fa invece nasce la Repubblica italiana e l’Italia libera e democratica. E anche se le sfide che attendono oggi il nostro paese sono certamente meno drammatiche, sono comunque sfide cruciali, che richiedono tutta la nostra passione civile e tutta la nostra energia: il mondo del lavoro e dell’economia il rinnovamento della politica, i nuovi bisogni e i nuovi diritti di una società più complessa e più evoluta, multietnica e globale”. “Oggi come allora libertà e pace – ha sottolineato il primo cittadino – sono valori che possono guidarci e appassionarci per fare di nuovo un paese più giusto e più unito. Per questo diventa necessario attingere ancora a quel patrimonio che la Resistenza continua a rappresentare. E per questo Mirka era così importante. Perché in lei sentivamo viva la forza di questi valori. Valori che in lei non erano astratti e retorici, ma erano energia e passione. Ecco la seconda ragione per cui questo 25 aprile è speciale e diverso”. “Per la prima volta da quando sono sindaco – ha aggiunto – partecipo alla festa della Liberazione senza avere al mio fianco Mirka, per questo è un 25 aprile più triste. Ho avuto l’onore qualche anno fa di attribuire a Mirka, a nome di tutti i parmigiani, il premio Sant’Ilario, che è il più alto riconoscimento che la nostra Amministrazione conferisce ai suoi concittadini. Quel premio, se posso essere sincero, ha avuto anche un significato particolare per me. E’ stato un grazie alla piccola grande donna che in questi anni mi ha fatto capire cos’è stata davvero la Resistenza e cosa può essere la Resistenza per noi oggi. A Mirka volevamo bene. Queste celebrazioni del 25 aprile sono dedicate a lei. Ciao Mirka!”. 

Parma Civica: “Nel 25 Aprile le radici e i valori della nostra comunità” - "La Festa del 25 Aprile rappresenta i valori e l’identità comune in cui possono riconoscersi tutti i parmigiani: libertà, giustizia, solidarietà, convivenza e democrazia - è scritto in un comunicato stampa -.Ricordare oggi la sconfitta del fascismo e la liberazione del Paese è un modo per ribadire l’irrinunciabilità di quei principi che sono al cuore della nostra comunità e della nostra Amministrazione. Inevitabile che la Festa della Liberazione quest’anno si svolgesse nel ricordo di Mirka Polizzi, persona che forse più di ogni altra, nella nostra città, ha testimoniato e diffuso quei valori irrinunciabili, con passione entusiasmo e coerenza, in particolare verso le nuove generazioni. A lei va la nostra gratitudine e il nostro affettuoso ricordo. Spiace purtroppo che anche in questa circostanza una  piccola minoranza di intolleranti abbia macchiato le celebrazioni, ivi compreso il saluto a Mirka Polizzi. Si tratta purtroppo di un film già visto negli anni passati: gruppi che strumentalizzano le ricorrenze e le manifestazioni istituzionali per esprimere odio e spirito di parte.Il fastidio e l’imbarazzo della piazza nei loro confronti è la migliore risposta che potessero avere.

Samuele, Rifondazione Comunista: "Ecco il perché delle proteste" - "Viste le reazioni suscitate, tengo a specificare le ragioni della contestazione mossa nei confronti del sindaco Vignali in piazza il 25 aprile - scrive Francesco Samuele della segreteria provinciale di Rifondazione Comunista -   L’Amministrazione comunale di Parma, rispondendo positivamente alla richiesta di Casapound di avere a disposizione una sede del Comune (in via Bizzozzero) per la presentazione di un suo libro, indirettamente ha riconosciuto la legittimità dei “fascisti del terzo millenio”, come loro stessi si definiscono.Siffatte iniziative di stampo fascista andrebbero, al contrario, vietate, come si è verificato in altre città.Queste forme di autorizzazione, altresì, contrastano con la dodicesima disposizione transitoria della nostra Costituzione che impedisce ogni forma di ricostituzione del partito fascista. Lo stesso ex magnifico rettore dell’Università di Parma, nonché docente di diritto costituzionale, precisò che tale disposizione non è da intendersi in forma transitoria bensì finale.Un sindaco che dà spazio ai “fascisti del terzo millenio” non può stare su un palco di antifascisti. Le ragioni della contestazioni stanno tutte qui.A Parma questo civismo di cui si vanta l’amministrazione Vignali in realtà utilizza anche Casapound per il mantenimento del proprio potere. Per noi chiunque legittimi i nuovi fascisti si macchia della stessa identica colpa".

Musei aperti
Per festeggiare degnamente il 25 aprile molte le aperture straordinarie previste in città per accogliere i visitatori che arriveranno da fuori ma anche i parmigiani desiderosi di ammirare le bellezze di casa nostra. Molti musei rimarranno aperti il 24 e il 25 aprile, per offrire una bella opportunità ai visitatori. Aperti dalle 8,30 alle 13,30 la Galleria Nazionale e il Teatro Farnese, la Camera di San Paolo e la cella di Santa Caterina, la Spezieria di San Giovanni in borgo Pipa. Aperto anche il Museo archeologico nazionale nel palazzo della Pilotta, dalle 9 alle 14. Accessibile anche la Pinacoteca Stuard, dalle 9 fino alle 18.30, mentre il Museo Costantiniano della Steccata si potrà visitare solo su prenotazione.
Aperto anche il Museo Diocesano nel Palazzo vescovile (dalle 9 alle 18.30), e la chiesa e i chiostri di San Giovanni Evangelista. Aprirà i battenti dalle 9 alle 19, con orario continuato, anche il Castello dei burattini – museo Giordano Ferrari. La Casa della musica, comprensiva di Casa del suono, museo dell’opera e museo casa natale Arturo Toscanini, sarà aperta lunedì 25 aprile, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, con ingresso completamente gratuito. Si potranno esplorare le splendide sale del Museo Glauco Lombardi; entrambe le giornate seguiranno l’orario di apertura festivo, ovvero dalle 9 alle 18.30 con orario continuato.
Chiusi invece Palazzo Ducale, il Teatro Regio, l’auditorium Paganini, il Museo Bodoniano nel palazzo della Pilotta, il Museo di storia naturale (in via dell’Università), l’Orto botanico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicaJacobo

    27 Aprile @ 10.22

    Damianlee ha ragione , è sbagliato definire fascisti rossi i disturbatori,ricattatori e violenti(ricordi ex Salamini?) che purtroppo sono alla ribalta della cronaca nera cittadina, sono solamente quello che amano definirsi: dei comunisti.

    Rispondi

  • marco

    26 Aprile @ 20.36

    Il dissenso è una cosa normalissima all'interno di una democrazia. Definire fascisti rossi o comunque denigrare chi fischia i politici (stimatissima categoria almeno quanto gli strozzini) è segno di confusione mentale e ignoranza profonda della storia (non dubito che questi conoscano invece a perfezione i segreti del gioco a zona o i retroscena del gossip calcistico). I fascisti in Italia hanno abolito i partiti, chiuso i giornali non allineati, manganellato e ucciso gli oppositori, introdotto il culto del capo ecc.... Nel dopo guerra han messo bombe sui treni delle vacanze, nelle stazioni e nelle piazze. Ma che vi siete bevuti?

    Rispondi

  • ELISABETTA

    26 Aprile @ 19.57

    I DEMOCRATICI......I COMUNISTI (IN QUESTO CASO DIREI DI ESTREMA SINISTRA) PARLANO TANTO DI DEMOCRAZIA E NON PERDONO OCCASIONE PER FARE POLEMICA CONTRO CHI NON LA PENSA COME LORO. INSOMMA, O SEI COMUNISTA O LO DEVI ESSERE PER FORZA....MAH....PER FORTUNA CHE SIAMO NEL 2011 E C'E' LIBERTA' DI PENSIERO E DI PAROLA....

    Rispondi

  • gio

    26 Aprile @ 19.44

    Guarda Falco primo non sei tu a mettermi a tacere , caro prepotente ed incoerente, poi ne sono sicuro che Mirka sapeva zittire i contestatori , non mi riferivo a questo ,forse hai delle idee poco chiare non so ma evita di zittire gli altri , se parla il tuo idolo possono parlare tutti!

    Rispondi

  • franco

    26 Aprile @ 17.06

    A gio73 : A PARTE CHE PER ME il 25 aprile per ME E^ e rimane SACRO !!!!!!!! , GIUSTO PER INFORMARTI . RITENGO CHE SIA TU , poco informato !!!!!!!!!!! M. POLIZZI , NON L ^ HAI CONOSCIUTA , BENE !!!!!! AVEVA LA FORZA DI ZITTIRE , I CONTESTATORI . E ALLORA STAI MUTO !!!!!!!!! FALCO.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

10commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

3commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

USA

Coppia insospettabile "drogava e stuprava donne": forse centinaia di casi

scosse

Terremoto di magnitudo 2.5 e replica a Pozzuoli

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design