18°

Parma

La rete Diritti in casa: "Resistere agli sfratti è possibile"

Ricevi gratis le news
14

 "Il 27 aprile 2011 sarà una data importante per il movimento di lotta per la casa di Parma - si legge in un comunicato a firma Rete Diritti in casa Parma -. Nella stessa giornata ben 6 nuclei famigliari, che si sono appoggiati alla Rete Diritti in Casa per denunciare la loro situazione di precarietà abitativa, subiranno l’intervento di ufficiali giudiziari e forze dell’ordine per esecuzione di sfratto.
Tutte le famiglie coinvolte hanno vissuto un cambiamento della loro situazione economica in conseguenza della crisi, in particolare si è verificato o la perdita del lavoro di un componente della famiglia tale per cui si è impossibilitati a far fronte con un solo stipendio alle spese di affitti esosi, oppure si è verificata la collocazione in mobilità dell’unico lavoratore del nucleo o si è vissuto un periodo di disoccupazione che ha alimentato le morosità. A nulla sono finora valse le richieste di intervento rivolte dalle famiglie all’ufficio casa e ai servizi sociali del Comune. Nel caso in cui il giorno 27 lo sfratto fosse eseguito le famiglie non hanno davanti nessuna prospettiva di accoglienza per il nucleo nella sua unità e possono sperare al massimo nell’accoglienza della madre e dei bambini in struttura. Questo avviene nonostante il fatto che tutte le famiglie abbiano presentato domanda di assegnazione di casa popolare e tutte abbiano un punteggio alto, (tutte da 14 in su, una famiglia è addirittura tra i primi 30 potenziali assegnatari).
 Ebbene, a distanza di 3 mesi dalla pubblicazione della graduatoria per nessuna di queste famiglie si prospetta un’assegnazione che garantisca il passaggio da casa a casa. Tutto ciò stride drammaticamente con quanto a più riprese dichiarato dagli amministratori del Comune di Parma: l’Assessore Pellacini si è spinto addirittura ad affermare che prevede di poter provvedere alle assegnazioni fino ai detentori di 8 punti in graduatoria. Ma come è possibile ciò se perfino i detentori di 17 punti non vengono soddisfatti? In realtà dichiarazioni propagandistiche come questa, tanto frequenti tra gli amministratori locali, servono a mascherare la vera causa della difficoltà dell’accesso alla casa popolare:  dalla fine degli anni ’90 in avanti, in perfetta concomitanza con le giunte Ubaldi e poi Vignali, l’incremento del patrimonio ERP è stato nullo, anzi negativo, visto che si sono vendute una cinquantina di case popolari senza per il momento che ne siano state costruite altre. Il piano straordinario di edificazione ERP enunciato come i soliti con toni trionfalistici da Vignali e Pellacini se arriverà, sarà inadeguato e compiuto con gravissimo ritardo, a fronte di un aumento strutturale della domanda di alloggi a canone sociale confermato dall’ultimo bando. I piani di edilizia pubblica si sono concentrati finora esclusivamente su interventi a canone concordato (Casadesso, Parmabitare e ultimamente il Parma Social House) che non rispondono alle esigenze di chi si trova maggiormente in difficoltà dal punto di vista economico e, per primi, gran parte di coloro che han fatto domanda di casa popolare.
Per questo tra i primi responsabili della grave emergenza abitativa a Parma mettiamo il Comune e le sue politiche ma saremmo ingenui se non considerassimo che alla base del problema c’è il fatto che la casa e il diritto all’abitare sono sempre più diventati oggetto di speculazione e di rendita parassitaria. Lo dimostra il fatto che l’economia locale, nazionale e internazionale si è basa ta in modo preponderante sullo sviluppo del settore edilizio privato che ha assorbito investimenti massicci spesso provenienti da fonti illecite, ha scardinato equilibri ecologici fagocitando terreni e colture, favorendo gli interessi di banche, imprese edili, privati investitori che detengono spesso rendite spropositate, tutte categorie che costituiscono un gruppo di pressione fortissimo sulle amministrazioni locali e statali .
Questo assalto arrogante del settore immobiliare è stato fortemente sostenuto da una legislazione che ha agevolato il processo, passando dalla liberalizzazione del costo degli affitti di cui dobbiamo “ringraziare” il centrosinistra passando ai continui condoni edilizi di cui rendiamo omaggio alla destra, senza contare l’ultimo regalo ai proprietari immobiliari costituito dalla cedolare sugli affitti che alleggerisce il fisco specialmente per i più benestanti detentori di rendita.
Per questo non ci meravigliamo che i l movimento di lotta per la casa di Parma sia stato attaccato dalla locale Confedilizia che cura gli interessi dei proprietari immobiliari, gli stessi che dopo aver per anni intascato affitti, che in non pochi casi assorbono metà del reddito degli inquilini,. ricorrono allo sfratto anche dopo solo poche mensilità di morosità.
Siamo convinti che per affrontare complessivamente il problema alloggi al fine di risolvere l’emergenza occorra cominciare a toccare gli interessi e le proprietà di coloro che in questi anni hanno beneficiato massicciamente della rendita speculativa e che magari si permettono di tenere vuoti gli alloggi, di evadere il fisco con affitti in parte o in toto al nero, sfrattare senza remore gli inquilini incolpevolmente morosi".
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    28 Aprile @ 14.51

    GIO: Signor Gio la smentisco subito perchè la percentuale è del 10% ed è facilmente verificabile e pubblica, giusto compilare il foglio peccato che devi fornire i documenti e poi ti vengono a prendere a casa, un mio collega ad esempio a causa di questi comportamenti si vede pignorato ogni mese lo stipendio del 20% in automatico perchè poi essendo lavoratore (uno dei requisiti è questo, quindi balle che sono clandestini, ladri, disoccupati e hanno pensioni o case) lo vengono a prendere e la trattenuta è alla fonte. Non è vero che solo loro non pagano tasse, io conosco decine di avvocati parmigiani che non hanno mai pagato scuole perchè risultano essere poveri. Per ridurre realmente le tasse in Italia bisognerebbe fare un serio controllo sui liberi professionisti perchè è vero che alcuni pagano tutto fino all’ultimo centesimo ma molte non lo fanno o lo fanno in parte. Sai il reddito medio mensile degli idraulici quant’è? Tra i più bassi d’italia perchè è di circa 200 euro, non isee ma reddito totale percepito. Mi chiedo come fai a mantenere e comprarti il suv con un reddito di 200 euro? La guerra agli extracomunitari è solo un pretesto per sviare l’opinione pubblica da altri problemi più gravi. Secondo me le favole alla fine le racconta lei visto che i miei dati sono facilmente verificabili... Ultima cosa, Katia Torri che aiuta gli stranieri e meno gli italiani lo dice lei, non condivido i metodi di occupazione privata della rete diritti casa ma che aiutano solo gli stranieri è una balla perchè aiutano chiunque gli si presenti davanti, però questo non bisogna dirlo, fa più comodo dire che aiuta solo gli stranieri sempre per sviare l’opinione pubblica come dicevo prima.

    Rispondi

  • Gio

    28 Aprile @ 10.30

    Maurizio : gente come lei crea confusione dove c'è chiarezza appositamente. Ho detto che Katia Torri e il comitato aiutano troppo gli stranieri e meno gli Italiani- POi il paradosso è che è guerra fra poveri nostrani e stranieri.Hanno consuetudini dove spesso la moglie non lavora e se lui perde il lavoro... Noi facciamo meno figli e lavoriamo tutti e due. La cosa è gravissima.Paghiamo tasse da generazioni e questi dopo 6 mesi vogliono già dei diritti. Pagate la manodopera al giusto prezzo così la genmte si acquista l'appartamento. Altro che gli italiani non vogliono più fare certi lavori.

    Rispondi

  • Gio

    28 Aprile @ 10.02

    A Maurizio: non è del 10 ma del 20%. Sono Tanti visto che sono una Mnoranza della popolazione. Ripeto ciò che ho scritto a Katia Torri.Il paradosso è che loro hanno consuetudini di vita diverse e spesso vanno avanti nelle classifiche perchè la moglie non lavora e se lui perde il posto.Lei accudisce 3 o 4 figli ecc. Gli Italiani fanno pochi figli perchè non si riesce a sopravvivere. Abbiamo pagato e paghiamo tasse da generazioni e arrivano queste persone che dopo sei mesi vantano diritti. Ho visto io un giorno che una senza documenti ha compilato un foglio e aveva diritto a non pagare il tiket. Maurizio non racconti le favole Lei ! Come fanno a diminuire le tasse se gli oneri aumentano.Il gatto che si morde la coda. Le tasse per le scuole risultando poveri non ne pagano.Ospedali pure. Risultato: italiani pochi figli e loro tanti.= NOI scompariremo. Doo vedremo se LORO faranno i comitati per la casa.

    Rispondi

  • Geronimo

    27 Aprile @ 08.44

    Gio non raccontare balle, basta con le leggende metropolitane, ospedali gratis, case gratis eccetera eccetera, se andiamo a vedere i dati veri delle case poplari circa il 10% sono affidati agli extracomunitari,k perfettamente in linea con la percentuale di extracomunitari presenti a parma che è di poco superiore. Questione ospedali devo dire che, balestrazzi mi passi il termine, molti extracomunitari sono "coglioni" perchè per una minima cosa vanno al pronto soccorso solo che non avendo il più delle volte niente gli tocca poi pagare il ticket (cosa giusta, se mi intasi il prontosoccorso per una linea di febbre paghi) che pagano.

    Rispondi

  • sabcarrera

    26 Aprile @ 14.47

    inviato da katiatorri - "domandina,cosa fareste se finiste in strada coi vostri figli?" Verremo a casa tua.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Pausini, cancellate le due date di Eboli: ha l'otite

oggi e domani

Laura Pausini cancella le due date di Eboli: ha l'otite

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

3commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

5commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

anteprima gazzetta

L'export made in Parma vola: +13% nel secondo trimestre

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

dopo 12 anni

Esproprio ex Federale: Comune costretto a pagare 1,6 milioni di euro

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

Aggressione

"Violento predatore sessuale", condanna tra 3 e 10 anni a Bill Cosby, il papà de "i Robinson"

sicurezza

Abbandono bimbi in auto: via libera del Senato al ddl "seggiolini"

SPORT

Lega pro

Berlusconi compra il 100% del Monza. Galliani ancora al suo fianco

SOFTBALL

Collecchio Under 13, la fotogallery delle finali nazionali

SOCIETA'

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel