18°

Parma

Sette ordinanze per la sicurezza: ecco le armi del Comune contro prostituzione e vandalismi

Sette ordinanze per la sicurezza: ecco le armi del Comune contro prostituzione e vandalismi
Ricevi gratis le news
8

Comunicato stampa 
 


Atti vandalici, bullismo, bivacco, prostituzione e schiamazzi. Sono alcuni temi contenuti nelle sette ordinanze che il sindaco Pietro Vignali ha emesso dopo l’attuazione, da parte del Ministro dell’Interno lo scorso agosto, del decreto legge che attribuisce nuovi poteri ai sindaci. Decreto che ripercorre la Carta di Parma del 17 aprile e che introduce le novità dell’incolumità e della sicurezza urbana come bene pubblico. Quest’ultimo concetto, in particolare, rivoluziona l’idea di sicurezza urbana, non limitandolo a mero problema di ordine pubblico ma legandolo alla qualità della vita e, quindi, anche allo sviluppo urbano. In questo modo i primi responsabili della vivibilità delle città, cioè i sindaci, vengono legittimati ad intervenire.
Dunque i sindaci possono prevenire e contrastare atti e comportamenti che non configurano, magari, ipotesi di reato, ma che comunque siano tali da creare disagio, problemi alla gente e favoriscano lo sfruttamento di esseri umani. Da qui la firma, da parte del sindaco Vignali, di sette ordinanze che, da oggi, diventano dunque operative. Le sanzioni vanno da un minimo di 200 euro ad un massimo di 500 euro.
Incuria, degrado e decoro urbano – La prima di queste ordinanze vieta l’abbandono per terra di carte, di mozziconi, lattine, bottiglie e altri oggetti. Proprio per questo l’Amministrazione ha annunciato un incremento di cestini in giro per la città tra cui quelli spegnimozziconi. Allo stesso modo, nella medesima ordinanza, sono sanzionate le deiezioni in luoghi pubblici e privati, come ad esempio portoni e strade, e vietato mantenere in stato di abbandono o degrado gli immobili e casolari che, occupati illegalmente, possono favorire fenomeni criminali quali lo spaccio di stupefacenti. Sanzione minima 300 euro.
Atti vandalici e deturpamento di edifici pubblici e privati – Graffiti o scritte sui muri e sugli edifici, danneggiamenti e atti vandalici su beni privati e pubblici, come ad esempio cabine, aree verdi, panchine, segnaletica, arredo urbano, veicoli, monumenti, impianti sportivi. Questo il tema della seconda ordinanza firmata dal sindaco Vignali. Tutti gli atti che deturpano la bellezza della città, poiché ne limitano il diritto al godimento di ogni altra persona, sono censurate e multate, aggiungendosi alle conseguenze penali già previste per questi comportamenti. Sanzione minima 300 euro.
Atteggiamenti di violenza e comportamenti degenerativi – E’ l’ordinanza che colpisce il fenomeno del “bullismo” giovanile e che, inoltre, vieta tutti quei casi dove il comportamento di altri impedisca ad una o più persone di godere il diritto di serena convivenza civile. Fermo restando le eventuali conseguenze dal punto di vista penale, vengono vietati dall’ordinanza sindacale tutti gli atti e i comportamenti, anche dovuti all’abuso di alcol o stupefacenti, come alterchi, violenza, intimidazione e persecuzione nei confronti di altri e che manifestano un’aggressività di gruppo mediante azioni di vandalismo, di molestia o intralcio. Sanzione minima 450 euro.
Accattonaggio molesto – A Parma è possibile chiedere l’elemosina, d’ora in poi però non sarà consentito farlo in modo molesto, in un modo cioè minaccioso e insistente, che impedisca l’accesso o l’utilizzo di aree e spazi pubblici. E’ vietato anche farlo utilizzando e strumentalizzando minori. Sanzione minima 200 euro.
Bivacco – Chi improvvisa un bivacco fuori dalle aree attrezzate, oltre a generare condizioni di precarietà sotto il profilo igienico sanitario, può creare problemi all’utilizzo del territorio. Sono diverse le segnalazioni dei cittadini in alcune zone della città cui ora, con questa ordinanza, si può dare risposta. Dunque bivacchi nelle strade, nelle piazze e nei parcheggi sono vietati, anche se sono conseguenza di sosta di camper, roulotte e tende fuori dagli appositi spazi. Sanzione minima 450 euro.
Schiamazzi e comportamenti degenerativi in pubblico
– Anche in questo caso sono molte le richieste di intervento e le lamentele da parte dei cittadini dovuti a schiamazzi, assembramenti chiassosi, rumori molesti, dovuti anche a auto e moto, e a occupazioni improprie di sedi stradali. Questo sia che le situazioni nascano in via spontanea o in conseguenza di attività ludiche, economiche, commerciali e di circoli privati. Dunque sarà possibile aggregarsi ma non infastidire con urla e rumori ripetuti. Da questa ordinanza sono escluse le manifestazioni e gli eventi programmati che rappresentano forme di aggregazione sociale.  Sanzione minima 300 euro.
Prostituzione sulle strade – Clienti e prostitute vengono puniti in egual misura al fine di scoraggiare il più possibile la pratica della prostituzione e ridurre così la strumentalizzazione e lo sfruttamento di tante donne. In attesa che il disegno di legge del ministro Carfagna diventi operativo, a Parma la prostituzione viene vietata con una sanzione minima di 450 euro. In particolare nelle strade e nei punti di passaggio pubblico è vietato arrestarsi e contrattare con chi offre prestazioni sessuali. Lo stesso vale per le auto: non possono fermarsi nei pressi di una prostituta e nemmeno ospitarla a bordo. Continua, così come nel recente passato, l’impegno da parte del Comune nei progetti di contrasto alla prostituzione "Oltre la Strada-art. 18" e "Oltre la Strada-art. 13". Il primo mirato allo sfruttamento sessuale il secondo, invece, rivolto alle vittime di riduzione e/o mantenimento in schiavitù (lavoro forzato, accattonaggio, attività illegali, prelievo di organi, adozioni illegali, ecc). Sanzione minima 450 euro.
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mary

    30 Ottobre @ 09.33

    Giusto penalizzare l'accattonaggio, ma attenzione ci sono anche persone veramente povere che purtroppo devono cercare di raccattare su qualcosa, quindi come si può fare a distinguere. Poi per le prostitute ho capito che danno noia e che sono diciamo per i ben pensanti un brutto vedere, ma perchè non si fa come in olanda?? Visto che vogliano essere all'avanguardia prendiamo esempio da loro le ragazze sono sicuramente più tutelate e anche più al sicuro, non si vedono spettacoli "indecenti" per strada. Poi mi sembra assurdo andare in galera per questo reato ma se c'è gente come quello zingaro che ha investito dei ragazzi e gli pagavamo e gli paghiamo i domiciliari in un residence, abbiamo fatto uscire dal carcere Maso che ha ammazzato i suoi genitori senza pietà, ma dico questo è veramente il paese dei paradossi

    Rispondi

  • giorgio r

    29 Ottobre @ 16.49

    Dietro all'accattonaggio si nascondono vere organizzazioni che sfruttano i minori o le donne in gravidanza per ottenere soldi. Si è visto in numerose città a cominciare da Venezia, Milano ecc. Recentemente è stato ucciso uno senza reddito con circa 1 milione di euro tutti esentasse. Lo faceva di professione a orari ben definiti chiedeva l'elemosina. Non credo che si andrà a colpire i veri "Barboni" finiti in disgrazia per i motivi più disparati. Cioè colore che mangiano alla mensa dei poveri. Sarà difficile ma un freno a certe cose andava messo.

    Rispondi

  • claudio

    17 Settembre @ 23.15

    La legge sulla prostituzione è una bufala enorme una settimana prima si dice carceri sovraffollate e ora si dice carcere per prostitute e clienti: ora se pensi che in Italia le prostitute sono dalle 70 alle 100.000 se ogni prostituta ha in media a dir poco 10 clienti se fossero arrestati tutti ci ritroveremmo con 1milione di carcerati in più: Ma se fossimo inefficienti e arrivassimo ad arrestare, per dire, il 10%, potremmo arrestare centomila persone? Lo sanno, questi signori, che noi abbiamo posti nelle celle per 45.000 persone e sono tutti strapiene, tant'è che nelle carceri ce ne sono 20.000 di più? E dove pensano di metterli questi? Visto il mancato introito dell'ICI sarà l'ennisimo sistema per far cassa.

    Rispondi

  • oscar abelli

    14 Settembre @ 14.52

    ho visto agenti e vigili urbani parlare e contrattare con prostitute, saranno multati anche loro? E DA CHI????

    Rispondi

  • alex

    13 Settembre @ 19.46

    debbo dire che si sentiva il bisogno di questi provvedimenti alfine di riportare il giusto livello civico nella nostra città. Mi congratulo con il sindaco che dimostra di essere attento e di ascoltare la voce dei cittadini. Ora il problema sarà l'applicazione dei provvedimenti, cosa non certamente da poco anche tenendo conto che le giuste segnalazioni fioccheranno...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale con una ragazza: è morto "Zanza", re dei playboy

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Harlem Gospel Choir

Auditorium Paganini

Arriva l'Harlem Gospel Choir

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

4commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

CALCIO

Napoli-Parma: turnover leggero per i crociati, confermati Gervinho e Inglese Diretta dalle 21 

Segui gli aggiornamenti minuto per minuto a partire dalle 21

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

1commento

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

FIDENZA

Vandalismo: distrutto il lunotto di una Lancia Y

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

12 TG PARMA

Rifugiati: il Ciac lancia una petizione sul web contro il decreto Salvini Video

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

3commenti

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I «like», la morte e il valore della vita

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

mafia

Aemilia, il procuratore generale di Bologna: "Usare l'aula bunker anche per l'appello"

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

SPORT

procura

Moto, Fenati ora è indagato per violenza privata

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

PARMA

Il pubblico della fiera come i piloti Ferrari: l'emozione del pit-stop a "Mercanteinauto"

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel