18°

30°

Parma

Biciclette rubate: 25 euro e consegna in piazza Garibaldi

Ricevi gratis le news
16

 

Chiara Pozzati

«Pronto, che ti è rimasto? Una bici olandese da donna va benissimo, il cestino di vimini non interessa, basta che sia pronta per domani. Riverniciarla? Ci pensano loro, non ti preoccupare». Basta una telefonata «giusta», magari piazzandosi sotto al portone dell’Università, per ottenere una bici al modico prezzo di 25 euro, con servizio «pronta consegna» direttamente in piazza Garibaldi. Unica pecca: la riverniciatura è d’obbligo se non si vuole incappare in guai seri. Perché la bici è rubata. Il mercato non sente crisi, specialmente in via D’Azeglio e dintorni, dove l’esercito di studenti ha fame di due ruote a poco prezzo. Oggi il tam tam avviene nelle aule universitarie e sono rari e patetici i tentativi di nascondere la verità. I compagni di studio che «arrotondano» col racket delle due ruote si propongono tra i corridoi, alle macchinette del caffè, tra avide boccate di sigaretta prima di entrare a lezione, perché l’occasione, lo si sa, fa l’uomo ladro. E allora in tanti si lasciano tentare da quegli «amici di amici» che concludono affari «sottobanco». Il tutto ovviamente alla faccia dei malcapitati che si sono visti «soffiare» la bici poco prima, magari all’uscita da un negozio o davanti all’ufficio.
E’ bastata una telefonata lampo nel tardo pomeriggio di venerdì sera, a un numero «scucito» a due studenti di passaggio, e il giorno dopo il ladro-ricettatore si è presentato per lo scambio. Il luogo dell’incontro: piazza Garibaldi, anche piuttosto affollata. Il ladro-ricettatore arriva sbuffando in sella alla bici olandese bianca promessa. Poco più di 20 anni, sguardo pulito, italiano, niente anelli al naso o jeans strappati, solo una maglia in cotone, un giubbotto senza maniche e un paio di mocassini stile bravo ragazzo. Modi sbrigativi ma cordiali, il giovane sussurra «ecco qua» e allarga le braccia, come se il suo «destriero» fosse ineguagliabile. «D’accordo, non sarà propriamente nuova, ma - garantisce l’abile venditore - la bici ha tutto in regola». O quasi. Freni perfetti, sellino nuovo di zecca, cestino capiente e anche il campanello che funziona. Nei 25 euro è compreso il «servizio chiavi in mano» e, con la modica aggiunta di 1 euro, la verniciatura. Senza contare che il ladro ricettatore permette anche un mini-giro di prova ai suoi acquirenti («però spostiamoci verso piazzale della Macina, in piazza Garibaldi è troppo rischioso»). «Attualmente ho solo due bici a disposizione - spiega quasi scusandosi - mi cogli impreparato». E’ già, vita dura per i topi da bicicletta, costretti periodicamente a bloccare la loro «attività» per paura di finire in manette. Un business rischioso, «no, un hobby come un altro», rilancia il ragazzo, malcelando un sorrisetto. Perché lui è un vero e proprio appassionato delle due ruote. «La mia l’ho completamente rimessa a nuovo - assicura orgoglioso - niente roba di seconda mano, tutto garantito», anche se glissa elegantemente su dove e come ha reperito telaio, sellino e freni. Ha iniziato quasi per gioco qualche anno fa, «poi ho continuato perché i clienti certo non scarseggiano». «Trova» le bici in viale Piacenza, dall’Ospedale, e pure davanti alle scuole, «ma non di rado i miei amici le rubano e mi affidano la vendita o gliele compro». Ad alimentare il racket tra gli universitari, inoltre, ci sarebbero anche diverse bande di stranieri: «Che, dopo averle rubate, cercano di piazzare le bici autonomamente oppure le offrono a quelli come me». Fa impressione la naturalezza con cui parla della sparizione dei «gioiellini a pedali», croce e delizia dei parmigiani che così continuano a vivere con l’incubo del furto. Il manubrio che passa di mano in mano, i ladri-studenti che propongono le «occasioni» ai compagni di corso e la danza delle contrattazioni che inizia. «D’altronde, anche la bici sta diventando un bene di lusso - sbotta il giovane - e non tutti possono permettersela». Soprattutto col rischio che venga rubata sotto il naso in poco più di due minuti. Prezzi modici sì, ma anche lui ha «dovuto» aumentare le proprie tariffe. «Fino a tre anni fa le vendevo a 15-20 euro - aggiunge pensieroso - ora siamo su 25-30 euro». Naturalmente non si può storcere il naso: «Non sono in grado di reperire modelli particolari - ammette quasi stizzito - ci si accontenta di quelli da strada». Finché una nuova mano lesta non torna in azione, rigettando la bici nel vortice della compra-vendita. «Senti, facciamo così - conclude - se non ti convince cambio il cestino e la rivernicio entro e non oltre lunedì, tu vedi la nuova versione e, se t'interessa, la prendi, ma non garantisco che ci sia ancora». Fa un cenno col capo e si allontana, una pedalata dopo l’altra. Chissà che lungo il tragitto non trovi un altro acquirente o nuova merce.

Due ladri: «Un business da 400 euro al mese» - «Siamo ladri di biciclette» cantava Paolo Belli al Festival di Sanremo nel 1989. Sono passati 22 anni e questa canzone a Parma sembra essere sempre attuale. Se le attività commerciali attraversano una lunga crisi, le attività illegali conoscono un benessere senza fine. Almeno stando a quello che ci raccontano i ragazzi che di notte - ma quando si presenta l'occasione, anche di giorno - rubano le bici: «E' un business importante - affermano due giovani che anonimamente raccontano la loro “attività” -, soprattutto in primavera, quando grazie al bel tempo riusciamo ad alzare anche 350-400 euro in un mese». Ma chi sono i compratori e quali sono i prezzi di una bici rubata? «Da noi si rivolgono sopratutto studenti universitari, italiani e stranieri, parmigiani e non, e veniamo contattati grazie alle conoscenze e al passaparola tra amici. I prezzi variano a seconda della qualità della bici: c'è chi si accontenta di una due ruote qualsiasi ed è più generico nella descrizione, gli basta solo che stia in piedi per intenderci, in quel caso i prezzi variano da un minimo di 20 euro ad un massimo di 30; mentre c'è chi richiede qualcosa di più particolare, ci descrive la bici che vorrebbe nei minimi dettagli, magari richiedendo un preciso modello, ed è pignolo sulle condizioni del mezzo: in quel caso si può arrivare anche a far pagare al cliente 60 euro». Chissà che adesso questi non trovino il modo per aumentare il loro business grazie al Giro d'Italia (che fa tappa a Parma l'8 maggio). Chissà che non debbano stare attenti anche Nibali, Petacchi e compagnia: si sa, l'occasione fa l'uomo ladro.

Altri servizi sulla Gazzetta di Parma in edicola

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • sabcarrera

    02 Maggio @ 21.02

    Ormai l'essere un ladro è vissuto con impunità. La vergogna della fedina penale macchiata non esiste. Tanto la colpa è di chi ha risparmiato per comprarsi una bici per essere troppo ricco.

    Rispondi

  • Geronimo

    02 Maggio @ 15.30

    Valerio hai detto una cosa vera, lo facevate voi 20 anni fa per andare dall'ipsia alla stazione e ritorno, lo fanno ancora oggi in tanti, in attesa dello scooter o della macchina, lo fanno per non farsi ritirare la patente il venerdì sera dopo una serata in via farini. Lo fanno tutti ma non vuol dire che sia giusto, premettendo che un furto è sempre un furto pensa se quella bicicletta appartiene ad una signora anziana sola econ minimo di pensione che utilizzava quella bicicletta per andare al circolo, abitando in una zona distante dal bus o dal circolo stesso. Esempio estremo si ma reale

    Rispondi

  • luigi amedeo

    02 Maggio @ 15.21

    io ero sicuro che le bici rubate andassero fuori Parma. se è così terrò gli occhi aperti, e vuoi mai che abbia la gioia di ritrovare una delle mie 5 bici rubate....ma ancora di più trovarci sopra qualcuno....sarà legittima difesa...e poi vada lui a passare mezza giornata in via delle Fonderie per fare denuncia...come faccio sempre io...

    Rispondi

  • francesco

    02 Maggio @ 14.39

    Molto semplice...come fermare i ladri di biciclette?La maggiorparte vengono rubate tagliando il lucchetto con un tronchese..investite sul lucchetto.Io dopo il 4 furto ho preso un lucchetto di acciaio blindato che non si taglia con il tronchese costo 15 euro al brico, legate la parte del telaio della bici con un palo e vediamo chi ve la porta via.

    Rispondi

  • marco

    02 Maggio @ 12.53

    Anni fa mi rubarono la bici. Una notte scoprii che i ladri le tenevano in un vecchio e fatiscente garage del centro (ne baccai uno trafelato che trascinava velocemente una bella bici da donna con la ruota incatenata). In questura mi dissero che li avrei dovuti chiamare solo se li avessi colti sul fatto. Il garage era a poche decine di metri da loro in linea d'aria. Vedete un po voi......

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

3commenti

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

sicurezza stradale

Massese, allarme per quelle righe orizzontali ormai "fantasma"

politica

Pizzarotti sulla vicenda Casalino: "Le minacce sono il metodo 5 Stelle"

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

ECONOMIA

Rinnovato il contratto integrativo in Barilla: previsto premio da 10.800 euro in 4 anni

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

6commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

SPORT

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"