17°

29°

Parma

Ma quel frate scalzo e amico dei poveri è già santo

Ma quel frate scalzo e amico dei poveri è già santo
Ricevi gratis le news
1

di Pino Agnetti

Con quella faccia un po’ così, che sembrava intagliata nella pietra candida e lucente della natia Dalmazia. Quell’espressione un po’ così, resa strabica dalla malattia agli occhi che lo colpì poco più che ventenne. Ma, soprattutto, con quel suo affannoso e incessante donarsi per l’uomo e all’uomo nella Parma della miseria nera di fine Otto e di inizio Novecento: chissà cosa farebbe Alpinolo (così era stato battezzato), decimo e ultimo figlio del funzionario statale austro-ungarico di nobili ascendenze francesi Giovanni Maupas e dell’italiana e talentuosa donna di teatro Rosa Marini, se oggi dovesse sbarcare di nuovo col nome e col saio francescano di padre Lino nella città che lo ha eletto e lo conosce semplicemente come «apostolo ed eroe della carità»?
Tanto per cominciare, potete scommettere che andrebbe a piazzarsi all’ingresso del carcere di via Burla ad attendere i nuovi detenuti  (così ce lo dipingono le cronache dei suoi lunghi anni di cappellano prima dell’antico carcere di S. Francesco e poi del riformatorio per ragazzi «Lambruschini» della Certosa di via Mantova). Per annunciare ai novelli ospiti d’ogni razza e lignaggio delle patrie galere odierne che la condanna più grande consiste nel perdere la fiducia nella giustizia - certamente più infallibile ma insieme immensamente più misericordiosa rispetto a quella umana - di Dio. Cosa che, infatti, lo induceva a ripetere sul conto del proprio esercito di protetti che: «L’ho sempre detto che sono tutti buoni: disgraziati sì, ma non cattivi!».
E poi, potete sempre star certi che lo trovereste a tirare su letteralmente dal nulla una mensa per i poveri dietro l’altra (non a caso quella più famosa a Parma porta il suo nome). Dove servirebbe lui stesso ai tavoli e laverebbe i piatti, salvo precipitarsi trafelato fuori alla notizia che quelli di Casa Pound e dell’antifascismo «duro e puro» nostrano hanno ricominciato a insultarsi e a menarsi. E allora sì che sarebbe uno spettacolo memorabile vedere quel frate eternamente scalzo afferrare per la collottola i primi due prodi «guerrieri del Terzo millennio» capitatigli a tiro. E, magari dopo avere distribuito qualche affettuosa sberla, strigliarli e metterli tutti in riga come tanti scolaretti con un bel: «Bravi! E se anche voi passaste un po’ del vostro tempo accanto al letto di un malato? A tenergli stretta la mano e a lavarlo dopo che se l’è fatta addosso? Od ancora a leggergli non la vita di Mussolini o il Libretto rosso di Mao, ma il Cantico dei Cantici»? Ed infine - sicuro sempre come l’oro - lo ritroveremmo una mattina di fronte al cancello di una fabbrica a perorare la causa di un proprio assistito rimasto senza lavoro e senza pane per sé e per la famiglia. Proprio come padre Lino fece, presentandosi davanti all’ingresso dello stabilimento del suo amico e abituale benefattore Riccardo Barilla (il padre di Pietro e il nonno di Guido, Luca e Paolo), il 14 maggio del 1924. Un attimo prima di accasciarsi, consumato e alla fine schiantato dal suo stesso insaziabile amore per il prossimo. Di lui, Giovannino Guareschi ha scritto: «Ma perché volete farlo santo? Lasciamolo com’è…”. Aveva ragione. Con quella faccia un po’ così, quell’espressione un po’ così ma, soprattutto, quella miracolosa testimonianza di santità “un po’ così», che bisogno c’è?

Tv Parma: Padre Lino - Poesia di Renzo Pezzani letta da Enrico Maletti

Proprio il 14 maggio nel 1924, Padre Lino moriva improvvisamente. Cappellano dell'Annunziata e poi del Carcere, il frate francescano è da sempre amatissimo dai parmigiani per la sua bontà e per le opere compoute a favore dei poveri e dei bisognosi. Già nominato Venerabile, Parma ne auspica la beatificazione, e da tempo il processo è avviato. A Padre Lino il poeta Renzo Pezzani aveva dedicato una lirica, letta stasera da Enrico Maletti, uno dei nostri attori dialettali più apprezzati. Un omaggio a due personaggi, l'umile fraticello e Pezzani, entrati nella storia di Parma.

Guarda il video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Daniele Tanzi

    15 Maggio @ 11.25

    Sapere che esistono esseri come Padre Lino, Guido Maria Conforti e tanti altri, mi aiuta a vivere.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

4commenti

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

2commenti

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

LIRICA

Macbeth inaugura il Festival Verdi 2018 al Teatro Regio

La "prima" è in programma giovedì 27 settembre

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTE

Ciclista investito in via Langhirano

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

PGN

La festa di Casaltone, Benassi e i Megaborg al Mu, e il nuovo «Operaswing»

ITALIA/MONDO

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

CULTURA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPORT

Calciomercato

Inter, vicino il rinnovo di Icardi

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

SOCIETA'

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

PARMA

Ponte Romano, sopralluogo in vista dell'inaugurazione Foto

MOTORI

motori

Il tempo libero secondo Mercedes

IL TEST

Fiat 500X si rifà il trucco. Ecco come va