17°

28°

Parma

Quando un articolo "scomodo" sul giornale si paga con la vita

Quando un articolo "scomodo" sul giornale si paga con la vita
Ricevi gratis le news
0

di Stefano Rotta

Quando una riga in più sul giornale, si paga col sangue. Anna Politkovskaja prima ancora di es-
sere un’eroina, è una morte bianca, una morte sul lavoro. Venerdì sera a Parma ha raccontato vicende intime e professionali, Vera Politkovskaja, figlia di Anna, giornalista russa uccisa il 7 ottobre 2006 all’interno dell’ascensore di casa; omicidio seguito a reportage senza filtri sugli orrori della seconda guerra in Cecenia, e sugli abusi compiuti dalle truppe federali. 
La serata, moderata dal giornalista della «Gazzetta», Paolo Ferrandi, e introdotta da  Lorenzo Lasagna, assessore al Welfare, e Massimo Bonfatti, presidente di Mondo in cammino («le sue idee, devono camminare con le gambe di tutti noi»), ha riscontrato un acceso interesse: alla Casa della Musica, infatti, non è bastata un’ampia sala per contenere le persone accorse per l’occasione. 
Vera ha iniziato il suo racconto, con un particolare solo in apparenza secondario: «Mia madre è partita per la Cecenia vestita da moscovita. Là, piano piano, si è adeguata, cominciando a vestire come loro». Che è un altro modo di dire che la realtà, per capirla, devi guardarla negli occhi, vivendo al suo livello. Vera si esprime con equilibrio, senza esporsi, e forse qualche piega del suo pensiero si perde nella traduzione simultanea dal russo. 
Da figlia, dice: «Anna aveva un carattere molto forte, risoluto. Il nostro cane, per esempio, una volta si ammalò. Il veterinario disse che non ce l’avremmo mai fatta a salvarlo. Lei si impuntò, ci credette, e così fu. Il cagnone sopravvisse». 
Poche lacrime, poche frasi a effetto. Sottolinea Vera: «Non è una celebrazione, è il ricordo di un impegno. Mia madre diceva: voglio che voi conosciate la verità. Poi potete sempre decidere per il cinismo, o per il razzismo, che stanno impaludando la nostra società». 
Un mestiere crudo, quello della Politkovskaja, dove il fronte non è una linea definita di guerra, ma un muro di cose da non dire; che lei ha educatamente sfondato, finendone sommersa. 
Resiste dentro queste parole, Anna Politkovskaja: «Io non scrivo commenti o pareri. Sono una giornalista, non un giudice. Io racconto i fatti come sono: sembra la cosa più facile, e invece nel mio Paese è la cosa più difficile». 
Vera, intervistata da Ferrandi, ha precisato che «la differenza fra Putin e Medvedev non è così larga», e tratteggiato emozioni legate a quel giorno maledetto, il 7 ottobre 2006. Un giorno normale, solo all’inizio. «Stavo scegliendo il colore di un mobile, volevo un consiglio di madre. Non riuscii a contattarla. Prima, comunque, mi aveva comunicato sensazioni insolite. Di esser seguita». E così, Vera, pure lei giornalista, si trovò sciaguratamente orfana di mamma. E adesso? «Non dimenticare mai».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

3commenti

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

sicurezza stradale

Massese, allarme per quelle righe orizzontali ormai "fantasma"

politica

Pizzarotti sulla vicenda Casalino: "Le minacce sono il metodo 5 Stelle"

1commento

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

ECONOMIA

Rinnovato il contratto integrativo in Barilla: previsto premio da 10.800 euro in 4 anni

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

6commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"