20°

Parma

Mobilità e ambiente, un protocollo d'intesa con le scuole

Ricevi gratis le news
0

Potenziamento  di nuovi percorsi di piedibus e bicibus,  laboratori didattici sulla mobilità sostenibile, lezioni di educazione stradale e sui corretti stili di vita e altre iniziative di sensibilizzazione per il rispetto dell’ambiente tra i bambini.
E’ quanto è stato realizzato nell’ambito del protocollo d’intesa  sottoscritto dall’Amministrazione Comunale lo scorso novembre con i dirigenti di vari istituti scolastici, per incentivare progetti di mobilità sostenibile che coinvolgono gli alunni delle scuole cittadine.
La firma del protocollo è stata una delle iniziative promosse dal Comune di Parma nell’ambito della quinta edizione della settimana Unesco, quest’anno dedicata alla mobilità. Il protocollo ha previsto la costituzione di un tavolo di lavoro coordinato dal Comune di Parma a cui hanno aderito gli assessorati alla Mobilità ed alle Politiche per l’Infanzia e la Scuola, Infomobility, Tep, l’Ufficio Scolastico Provinciale, l’Ausl, la Polizia Municipale, la Federazione Italiana Medici Pediatri,  la Fiab - Federazione Italiana Amici della Bicicletta .Il tavolo tecnico si è riunito  4 volte.

Le scuole che hanno aderito - Istituto Comprensivo di: via Montebello, via Puccini, Giacomo Ferrari, Arturo Toscanini, Giuseppe Micheli,  Sanvitale - Fra' Salimbene, Albertelli – Newton, Salvo D'Acquisto, di via Bocchi, Parmigianino, Circolo Didattico di via Fratelli Bandiera, Scuola per L'Europa, Convitto Nazionale Maria Luigia, Scuola Paritaria Primaria Casa Famiglia e Secondaria di I grado Agostino Chieppi, Scuola Paritaria Primaria Sant'Orsola, Scuola Paritaria Primaria e Secondaria San Benedetto, Scuola Paritaria Primaria e Secondaria Laura Sanvitale, Scuola Paritaria Primaria e Secondaria De La Salle, Scuola Paritaria Primaria Rosa Orzi/Santa Rosa e Secondaria di I grado P.G.E. Porta, Scuola Primaria Bruno Munari.

Le finalità del protocollo - Il Protocollo d’Intesa per una mobilità sicura, sostenibile e autonoma rappresenta lo strumento per coinvolgere tutte le scuole della città sul tema della mobilità sostenibile, un metodo di lavoro condiviso dagli stakeholders che si occupano del tema della mobilità, un mezzo per valorizzare l’attività delle scuole e delle famiglie, uno strumento per mettere in rete esperienze esistenti e progetti futuri sul tema della mobilità nel tragitto casa-scuola, fondamentale per le implicazioni sociali ed ambientali, uno strumento per progettare la città anche a dimensione di bambino al fine di farlo riappropriare del quartiere in cui vive.

I risultati concreti del Protocollo che ha riscosso molto interesse nelle scuole, sono i seguenti:
-il progetto “Impariamo le regole del gioco” realizzato dalla Polizia Municipale  si è occupato  di spiegare ai bambini più piccoli di prima e seconda elementare di 11 scuole i fondamenti dell’educazione stradale; hanno partecipato circa 1000 bimbi;
- i laboratori sulla mobilità sostenibile  organizzati da Infomobility , Bicinsieme ed i Servizi educativi hanno coinvolto 7 scuole a cui hanno partecipato circa 1300 bambini;
- il progetto sugli stili di vita elaborato dalla Ausl al quale hanno aderito 9 scuole e rivolto ad insegnanti e genitori;
-i  progetti di piedibus e bicibus  hanno coinvolto 2 scuole primarie con la partecipazione nel 2010, tra marzo e dicembre di 3415 alunni e nel 2011, tra gennaio e maggio di altri 1518.

“Con questi progetti vogliamo insegnare ai più piccoli l’uso corretto della mobilità, nel rispetto delle regole, di se stessi e degli altri, nella speranza che possano fare da esempio ai loro genitori”, dice Davide Mora, assessore alla Mobilità. “Educare i ragazzi al movimento significa ridurre l’inquinamento davanti alle scuole e il traffico in città. Sul fronte del benessere e dei corretti stili di vita l’Amministrazione sta portando avanti progetti sull’educazione alimentare”, ricorda Giovanni Paolo Bernini, assessore alle Politiche per l’Infanzia e la Scuola. “Vogliamo intervenire sui ragazzi con progetti educativi che li aiutino ad avere uno stato di inclinazione verso il benessere. E’ un investimento sul futuro”, afferma Arcangelo Merella, amministratore delegato di Infomobility. “I nostri ragazzi devono muoversi di più e curare maggiormente l’alimentazione”, aggiunge Stefano Mori, Mobility manager dell’Ausl. “Andare a scuola a piedi o in bici significa favorire il benessere fisico e diminuire il rischio di incidenti”, spiega il comandante della Polizia Municipale, Giovanni Maria Jacobazzi. “Un bimbo che viaggia in autobus inquina meno di chi va a scuola in macchina, e poi il trasporto pubblico aiuta la socializzazione fra i ragazzi”, sostiene Luciano Spaggiari, direttore Movimento di Tep. “I laboratori sulla bicicletta hanno riscosso grande interesse da parte dei ragazzi”, conclude Francesco Quintarelli di Fiab.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Disagi anche in autostrada

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno