18°

Parma

Rianimazione facciale: così i bimbi tornano a sorridere

Rianimazione facciale: così i bimbi tornano a sorridere
Ricevi gratis le news
0

Margherita Portelli

È da sette anni che l’unità operativa Maxillo-facciale dell’ospedale Maggiore di Parma rappresenta un punto di riferimento  nazionale ed europeo per la sindrome di Moebius. Ma è da pochi mesi che il lavoro svolto  è stato premiato con il riconoscimento   della struttura complessa dell’azienda ospedaliero universitaria della nostra città - da parte della Regione - quale centro autorizzato per prevenzione, sorveglianza, diagnosi e terapia della rara patologia che colpisce un bambino su 100 mila. Sette anni è, più o meno, l’età in cui alcuni dei bambini affetti dalla sindrome di Moebius imparano a sorridere. Grazie a un intervento di rianimazione facciale chirurgico e microchirurgico, detto anche Smile surgery, i   pazienti affetti dalla patologia che impedisce loro di esprimere emozioni attraverso la mimica facciale, sperimentano il sorriso. Dal 2004 a oggi, grazie anche alla collaborazione con l’Associazione italiana sindrome di Moebius, più di 150 pazienti si sono rivolti agli ambulatori del Maggiore per la diagnosi o il trattamento della paralisi facciale in sindrome di Moebius. Tra questi, 40 sono già stati sottoposti a Smile surgery, per un totale di 52 trapianti microvascolari.
A Parma sono giunti pazienti da tutte le regioni italiane e alcuni bambini   da Grecia, Libano e Romania. Circa il 90% della casistica trattata in Italia è trattata a Parma. «Il riconoscimento da parte della Regione è importante - ha sottolineato il direttore generale dell’ospedale, Leonida Grisendi -. Il trattamento di questa patologia è multidisciplinare: oltre al chirurgo maxillo-facciale sono coinvolti pediatri, otorinolaringoiatri, neurologi, ortodontisti, oculisti. A Parma la sinergia di queste specializzazioni è una realtà da diversi anni; ricordo, infatti, che già quando ero a Milano mi erano giunti apprezzamenti sull'attività di Parma nella trattazione di questa patologia». La chirurgia del sorriso su pazienti Moebius è stata eseguita per la prima volta in Italia presso la Maxillo-facciale del Maggiore da Ronald Zuker del Sick Children Hospital di Toronto (Canada), il massimo esperto mondiale di questo tipo di procedura. «La collaborazione con Zuker è proseguita per il trattamento dei pazienti e l’addestramento del personale di Parma, completato con un periodo di soggiorno a Toronto - ha aggiunto il direttore del Maxillo-facciale, Enrico Sesenna -. Dal 2004 abbiamo iniziato ad eseguire autonomamente gli interventi».  «La chirurgia del sorriso avviene attraverso il trapianto di un muscolo che preleviamo dalla coscia - dice  Bernardo Bianchi, dirigente del Maxillo-facciale -. I risultati sono incoraggianti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana mantiene il titolo di Miss Italia. "Quelle foto osè erano rubate"

decisione

Carlotta Maggiorana mantiene il titolo di Miss Italia. "Quelle foto osé erano rubate"

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale con una ragazza: è morto "Zanza", re dei playboy

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Cammino dei sapori: dall’Appennino al mare tra natura e gastronomia

La copertina del libro

NOSTRE INIZIATIVE

Il Cammino dei sapori: dall’Appennino al mare tra natura e gastronomia

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

CALCIO

Napoli-Parma: turnover leggero per i crociati, confermati Gervinho e Inglese Diretta dalle 21 

Segui gli aggiornamenti minuto per minuto a partire dalle 21

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

1commento

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

università

UniRankings 2019: l'ateneo di Parma 501esimo nella classifica mondiale

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

FIDENZA

Vandalismo: distrutto il lunotto di una Lancia Y

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

12 TG PARMA

Rifugiati: il Ciac lancia una petizione sul web contro il decreto Salvini Video

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I «like», la morte e il valore della vita

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

mafia

Aemilia, il procuratore generale di Bologna: "Usare l'aula bunker anche per l'appello"

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

SPORT

procura

Moto, Fenati ora è indagato per violenza privata

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

4commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel