13°

28°

Parma

Caduti della Rsi, ancora polemica per la lapide

Ricevi gratis le news
2

 E' ancora polemica sulla posa della lapide alla Villetta dedicata ai caduti della Repubblica sociale italiana di Salò. Ieri sulla questione sono intervenuti con due comunicati contrapposti l'associazione nazionale  delle famiglie caduti e dispersi della Rsi e il comitato antifascista e per la memoria storica di Parma.

Famigliari Rsi: «Atto dovuto»
 «Lo scoprimento di una lapide dedicata ai caduti della Rsi nel cimitero di  Parma - dice la nota dei famigliari dei caduti - è apparsa a taluni come un fatto sconcertante. E in effetti è piuttosto sconcertante che si sia dovuto attendere ben 66 anni dalla fine della seconda guerra mondiale per concretizzare un normale atto di cristiana pietà nei confronti di chi non è più tra noi. A Richmond, negli Usa, venne eretto un enorme complesso monumentale a Jefferson Davis, presidente degli Stati confederati d'America (in una guerra civile che ebbe 600.000 morti), a soli 18 anni dalla sua scomparsa. Sin dagli anni Cinquanta esistono nei cimiteri di Bologna, Reggio Emilia e Modena spazi ben più ampi di quello di Parma dedicati ai caduti della Rsi.  La data del 2  giugno, nel 150° dell'Unità nazionale, è stata scelta nella volontà simbolica di superare tutte le divisioni e gli odi nel nome d'Italia. Se poi qualcuno - conclude il comunicato - ritiene opportuno innaffiare perennemente la pianta dell'odio anche verso chi è caduto, magari tragicamente, ne prendiamo atto con rammarico, ma perfettamente consci di aver operato conformemente a quanto ci indicava la nostra coscienza».
Comitato antifascista: No netto
Durissima la presa di posizione del comitato antifascista: «Il 2 giugno, ricorrenza della festa  della Repubblica  nata dalla Resistenza antifascista, al cimitero di Parma è stata scoperta una targa in pietra in memoria dei caduti della Repubblica sociale italiana. La Rsi, con sede a Salò fu uno stato fantoccio creato dai tedeschi, che il 10 settembre 1943 avevano occupato militarmente Nord e Centro Italia, a capo del quale misero Mussolini, da loro stessi liberato il 12 settembre. La Rsi si distinse particolarmente nella feroce repressione antipartigiana al fianco e per conto dei nazisti. Una parte delle regioni nordorientali passarono addirittura direttamente sotto la sovranità tedesca. Così in quelle zone i militari italiani combatterono non alle dipendenze della Repubblica fascista di Salò, ma direttamente della Germania nazista.  La pietà umana non può essere confusa con i fatti, la storia, le idee. Le idee non sono certo uguali, sono ben diverse: libertà, democrazia, progresso sociale e uguaglianza sono i valori dell'antifascismo codificati nella Costituzione del '48. Così pure diversi sono i fatti storici, fatti di cause, il nazifascismo, e di effetti, la resistenza partigiana, ben distinti e non sovrapponibili  La pietà umana sia per tutti i morti, il ricordo pubblico, la commemorazione e la celebrazione no. Nessuna onorificenza  e nessuna commemorazione per i fascisti - è la conclusione della nota - nessuna strada e nessuna lapide. Né in Italia, né a Parma, città delle Barricate del '22 e medaglia d'oro della Resistenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • \mario munafo`

    22 Agosto @ 12.19

    i fascisti non hanno aggiunto alcun commento???? poverini.....E` semplicemente schifoso (e voglio essere gentile) che in questo singolare paese , dopo l`arrivo di berlusconi, sia iniziata la rinascita dei fascisti !!! i Il Presidente della Repubblica Francese Sarkozi tutti gli anni rende omaggio ai partigiani francesi (e non importa se erano comunisti) caduti per la liberta` della Francia. Berlusconi lo ha fatto una volta sola ad Onna....perche` gli conveniva!!! In 20 anni berlusconi non ha mai reso onore ai partigiani.....vergogna!!!!

    Rispondi

  • bonatti tiziano

    06 Giugno @ 09.21

    Vero che la pietà verso i caduti va rispettata, ma credo che sia giusto rispettare anche lo stato in cui si vive e farne vilipendio dando onore a caduti che combatterono dalla parte di chi ci ha invaso e di chi ci ha portato in una dittatura non credo serva come esempio alle generazioni future che oggi di quella storia hanno una visiona troppo lontana e distorta da certi "revisionisti". Credo che la pietà dovuta ad un morto sia propria dei cari che lo ricordano ma trovo atroce che dietro questo sentimento si faccia strumentalizzazione politica da parte di chi cerca di rinverdire e riportare in auge idee che la storia e la civiltà ha condannato come sbagliate. Altrimenti di questo passo potremmo anche mettere una stele a memoria dei terroristi rossi e neri caduti per i loro ideali. Provocazione la mia, ma non molto lontana dal merito di quanto fatto. Esorto chi legge a pensare e fare in modo che ai posteri passino esempi migliori e un più forte senso civico. Grazie

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

S-Chiusi in galleria

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolta anche una squadra di basket di Parma

16 indagati e sequestro per 25 milioni. Come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

MONTAGNA

Corniglio, 14enne infortunata durante una gita con classe: interviene il Soccorso alpino

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

arte

Restaurata la Cassetta Farnese di Capodimonte: presto sarà (temporaneamente) a Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Incendio in una ditta di luminarie natalizie. Il Comune: "Chiudete le finestre"

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

CASTELFRANCO EMILIA

Sparano a uno straniero ed esultano: indagini in corso

MODA

Il Made in Italy è sempre più in mani straniere

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno