rapporto

Mobilità sostenibile, la città più "eco" è Parma: stacca Milano e Venezia

Rapporto Euromobility, Catanzaro maglia nera

Parma al top per mobilita' sostenibile, poi Milano e Venezia
Ricevi gratis le news
10

Parma si conferma la città più «eco-mobile» d’Italia, sia per la consolidata presenza di un mobility manager di città e di servizi di sharing mobility, ma anche una buona dotazione di servizi di trasporto pubblico e per uno dei parchi circolanti più ricchi di veicoli a basso impatto. Ed è anche una delle prime città italiane ad aver approvato il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile.
E’ quanto emerge dal dodicesimo Rapporto «Mobilità sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 città», elaborato da Euromobility con il Patrocinio del ministero dell’Ambiente, che indicano sul podio Milano al secondo posto e Venezia al terzo, mentre Cagliari, al settimo posto, è l’unica città del sud nella «top ten», dove spicca Brescia al quarto posto, seguita da Padova e Torino. Completano le prime dieci posizioni Bologna, Verona e Modena. Roma perde posizioni e si attesta soltanto al ventitreesimo posto. In fondo alla classifica della mobilità sostenibile Catanzaro, poco più su Potenza e Campobasso.

«Con grande soddisfazione apprendo questo riconoscimento che testimonia l’impegno della città di Parma nella diffusione dei principi di sostenibilità». Lo ha detto l’assessora alle Politiche di sostenibilità ambientale Tiziana Benassi.
«Con l’approvazione del piano urbano della mobilità sostenibile (Pums), con l’attuazione del 'collegato ambientale", con la partecipazione a diversi progetti europei - aggiunge - Parma sta dimostrando di raggiungere ottimi risultati che tendono e tenderanno sempre più a farne una città smart al pari delle più moderne città europee. Il nostro obiettivo è di migliorare sempre più."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele

    12 Ottobre @ 21.34

    pizzarotto2018@libero.it

    Le solite classifiche farlocche. ... fatte ad hoc. Parma ha bus vecchi di 40 anni che BRUCIANO.... mettendo in pericolo la vita dei cittadini. Una città inquinata con il record di sforamento europeo. Un inceneritore a tre chilometri dal centro che brucia il 220 % della portata nominale grazie a pizzarotti. E Parma sarebbe "eco" ??? Hahahahahah !!!

    Rispondi

    • the mari

      13 Ottobre @ 14.39

      non c è molto da ridere purtroppo

      Rispondi

  • Nicola Martini

    12 Ottobre @ 19.58

    Fa certamente piacere il riconoscimento in questione anche se le statistiche valgono sino a mezzodì. Bisognerebbe vedere i dati nel dettaglio, anche perchè essersi dotati di un mobility manager o aver approvato tra i primi il Pums, che è e resta pur sempre un pezzo di carta, ha un valore concreto relativo. L'avere negli anni implementato il bike ed il car sharing, invece, deve aver avuto il suo impatto, anche se per quanto importanti questi provvedimenti penso non abbiano rivoluzionato il sistema. Probabilmente l'elemento che ci ha premiati veramente è la presenza di una mobilità elettrica pubblica di rilievo. Con ca. 18 km di bifilare vengono esercitate 4 linee di Tpl in modo ecosostenibile. Per questo risultato, a mio modesto parere, si debbono ringraziare le Amministrazioni che hanno operato dal 1953 al 1998, le quali hanno creato la rete di base, l'hanno difesa con le unghie e con i denti in anni difficili per il trasporto elettrico ('60 e '70) e l'hanno implementata con estensioni (1 - 1987) e nuove filoviarizzazioni (4 - 1989 e 5 - 1998). Tutti provvedimenti che risalgono ad Amministrazioni di oltre 20 anni fa (es. Giunta Lavagetto 1998). Il risultato veramente interessante può essere quello di Milano (che ha grandi dimensioni) e che si trova probabilmente dov'è grazie ad una rete di trasporto pubblico elettrico molto estesa (4 metro, un passante e svariate linee metrotranviarie). Parma ha però un problema non piccolo. La nostra città è rimasta legata ad un sistema di mobilità pubblica che andava bene una trentina d'anni fa e che non è più adeguato ad una realtà urbana che rispetto il 1953 è cresciuta sensibilmente sia per popolazione che per estensione. Il tasso di utilizzo dei mezzi pubblici rispetto l'uso dell'auto purtroppo non è particolarmente elevato. Se non si metteranno in opera azioni incisive sul trasporto pubblico per trasformare Parma in una città europea non si riuscirà ad essere attrattivi verso l'utenza. Bisognerà puntare sulla creazione di fermate ferroviarie sulle linee convenzionali per attivare un Sfm da per la Provincia e bisognerà creare linee di forza su ferro ad alta capacità tipo tram-treno. Il fatto che si sia abbastanza avanzati sul versante della mobilità elettrica poi non significa che chi governa la città abbia una visione d'insieme del sistema di mobilità. Se sotto i Portici del Grano avessero avuto lungimiranza non avrebbero ad esempio rifiutato lo studio di fattibilità di una stazione in linea del Tav in zona Fiera.

    Rispondi

    • the mari

      12 Ottobre @ 21.07

      ottimo intervento.

      Rispondi

  • Gnox

    12 Ottobre @ 18.57

    @federicot: te lo spiego io... Questo premio vale come quelli per l'alto reciclo, con la città invasa dai rifiuti: premi autoreferenziali, su progetti teorici, mai verificati nella loro veridicità ed efficacia. Buoni solo per far dar aria alle trombe degli uffici stampa esui social media, giustificando l'esistenza stessa di enti inutili come euromobility.

    Rispondi

  • federicot

    12 Ottobre @ 18.53

    federicot

    sto leggendo la classifica e c'è da sbellicarsi dal ridere….nelle prime posizioni tutte città della pianura padana, la zona più inquinata d'Europa. A fare le graduatorie stando dietro una scrivania …..HAAHHAAHAHAHAHAHAHAHAHA.

    Rispondi

  • federicot

    12 Ottobre @ 15.33

    federicot

    Questa notizia é 8in ci trasto con le statistiche che vedono Parma ai primi posti per utilizzo di auto privata. Me lo spiegate?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bohemian Rapsody la canzone più ascoltata del XX secolo - Ascoltala e guardala

musica

Bohemian Rapsody la canzone più ascoltata del XX secolo - Ascoltala e guardala

Lopez-Solenghi e Mario Biondi al Regio, Gino Paoli al Nuovo

VELLUTO ROSSO

Lopez-Solenghi e Mario Biondi al Regio, Gino Paoli al Nuovo Video

Mondiali, Marchionne e ponte, l'Italia (e il mondo) su google nel 2018

ricerche on line

Mondiali, Marchionne e ponte, l'Italia (e il mondo) su google nel 2018

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

WORLD CAT

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

Lealtrenotizie

Ladri messi in fuga dagli agenti della Municipale: inseguimento, caccia alla banda

collecchio

Ladri messi in fuga dagli agenti della Municipale: inseguimento, caccia alla banda

1commento

incidente

Frontale auto-camion a Vicomero: un ferito grave. Provinciale chiusa

anteprima gazzetta

Bambini in discoteca di notte "Bisogna saper dire di no ai nostri figli"

spaccio di droga

Le torture e le sevizie iniziano a Pisa e finiscono a Parma: arrestati nel Parmense 3 dominicani

1commento

27-29 giugno

E' ufficiale, il campionato italiano di ciclismo pro nella Valtaro

Incidente

Colto da malore al volante, si schianta contro un garage in via Brenta: è in gravi condizioni

vigili del fuoco

Odore e colonna di fumo: incendio in un sottotetto in via Marzaroli

parma calcio

I tifosi crociati di tutto il mondo cantano "Grazie capitano". Il video è da lacrime

2commenti

vigili del fuoco

Si stacca un pezzo di intonaco nel sottopasso di Baganzola: chiusa una carreggiata Foto

12 tg parma

Cantiere sotto sequestro in via Spezia.

maltempo

Prevista neve in città: mezzi del comune pronti ad intervenire Video

carabinieri

Spaccio di "droga dello stupro" in locali bolognesi: arrestato anche un professionista parmigiano

12Tg Parma

Colpo alla gioielleria Valenti, fatale il ritorno "sul luogo del delitto": due arresti Video

ATTENTATO

Un gruppo di parmigiani a Strasburgo: "Salvi perché abbiamo sbagliato strada" Videotestimonianza

GAZZAREPORTER

Carabinieri a cavallo nel cortile del Maria Luigia Gallery

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», chiesti 75 rinvii a giudizio: ecco tutti i nomi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il sacrificio di Eleonora per la sua bambina

di Filiberto Molossi

PGN

Natale, guida ai regali per lui

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Attacco a Strasburgo: 3 morti e 12 feriti. Il killer è fuggito prendendo in ostaggio un tassista Video

francia

Strasburgo, Antonio Megalizzi lotta tra la vita e la morte. Il killer forse fuggito in Germania

SPORT

CHAMPIONS

La Juve scivola a Berna: 2-1 per lo Young Boys

CALCIO

Inter e Napoli fuori dalla Champions

SOCIETA'

PGN

La passerella per le spose di Asa T. da Bertinelli Foto

Suore della Provvidenza

I video-auguri dei bambini albini della Tanzania

MOTORI

motori

Skoda manda in pensione Rapid: è l'ora di Scala

SUV

Renault Kadjar: restyling dopo tre anni