16°

29°

Parma

"I miei 30 anni dietro al banco del Savoy"

"I miei 30 anni dietro al banco del Savoy"
Ricevi gratis le news
0

Lorenzo Sartorio

Un tempo era l’albergo - ristorante  «Verdi»  che  esisteva   ancor prima della  seconda   guerra mondiale,  di proprietà   di Maria  Sala. Un locale situato  nella centralissima   via XX Settembre, ad un tiro di schioppo dalla stazione ferroviaria  e  dalla  piazza.
 Nel 1981  l’albergo parmigiano cambiò nome e proprietari e,  da «Verdi»,  fu ribattezzato «Savoy». Al bureau  due belle  persone:  Elvira  e Millo Caffagnini.  L’hotel,   che  con i nuovi proprietari  fu  completamente  ristrutturato   al punto  di meritarsi  le quattro stelle, oggi rappresenta   una moderna struttura  dotata di ogni confort seguendo  i suggerimenti  di Aldo Caffagnini, figlio di Millo,  che  attualmente  conduce   l’albergo   che si affaccia anche su strada  Garibaldi avendo acquisito,  a suo tempo    i locali dell’ex salumeria  Cavatorta. Un albergo, il «Savoy»,   che,   oltre raccontare  una  fetta di storia  parmigiana,  narra  la storia  della vita non certo «piatta»  del suo fondatore, Millo  Caffagnini, autentico  personaggio   dallo stile   del  gentleman  anglosassone  con  quel garbo e  quella  classe tipica di coloro  che sono  abituati  a stare dietro un bureau.

Ottantaquattro anni   portati  molto bene, fisico  asciutto  da atleta (è stato  centravanti   del Colorno e del Bardi, sciatore e  adesso giocatore  di bocce del team  della Bocciofila Aquila), vedovo dal 2003,   Millo,  nativo di Montechiarugolo, unitamente  ai genitori,  all’età di 14 anni  si  trasferì   a  Bardi  dove   papà Veraldo era  autista  della  corriera   di linea  dell’allora «Sorit»  e mamma  Isa    ai fornelli   dell’albergo ristorante «Pavone» che i Caffagnini acquistarono  nel 1937. Un locale destinato  a diventare,  grazie  alle magie culinarie   della cuoca  Isa,   un punto di riferimento  e il  gotha dei gourmet. Rimangono  infatti memorabili il  suo risotto ai funghi,   gli anolini della casa  e l’arrosto  al limone. Il giovane  Millo si  trova a  suo agio in cucina,  ma soprattutto si muove disinvolto e cordiale tra i tavoli e impara l’arte dell’albergatore   che instillerà   nel  figlio Aldo mentre la figlia  Laura,  giornalista,  intraprende  un’altra strada. La passione del giornalismo,  comunque,  affascina   anche Millo  il quale,  dopo  un periodo  di collaborazioni  con il «Resto del Carlino», approda alla Gazzetta di  Parma  come corrispondente da Bardi.  Ma  a Millo   piace  viaggiare   ed allora,  per affinare la sua professionalità,  fa un’esperienza  in Inghilterra,  impara  la lingua e  rafforza  il suo aplomb di albergatore  raffinato e  capace.

Quindi il felice  matrimonio   con  Elvira Antoniazzi,   nata in Galles ma di origini  bardigiane  e, con la moglie,   l’arrivo a Parma  nella   gestione del «Savoy» dove,    anche ora,  è  una  presenza  moto importante  e  significativa  a fianco    del  figlio Aldo.
Amarcord    di questi trent’anni vissuti in strada   Garibaldi?  Davvero tanti che  Millo snocciola  con una  parlata  che non tradisce  alcuna inflessione   dialettale, tipica  del professionista  di classe. Politici, artisti, cantanti, attori, giornalisti sono transitati  in  questo trentennio   al «Savoy». Facciamo qualche  nome? Rossano Brazzi,  Franca Rame, Biagio Antonacci,  Altan,  Giuseppe  Bertolucci, solo per citarne alcuni.    Episodi  curiosi?   Alcuni davvero  simpatici  come  la consegna di una valigia,  dimenticata  da una cliente  brasiliana,  a San Geminiano  sobbarcandosi  ben  640 chilometri  tra andata e ritorno  e  il trasporto sulla canna della bici  di una cliente  giapponese,    tifosa del Parma  ai tempi  di Nakata,   che non sapeva  dov’era lo stadio   ed era  in ritardo rispetto all’orario  d’inizio  della partita.  Ma un altro  episodio,  caro al cuore di Millo,  è stata  una cena da lui stesso preparata   per  i carissimi e indimenticabili  amici,  Baldassarre  Molossi e Aldo Curti, quand'erano rispettivamente  direttore  e vice direttore  della Gazzetta  di Parma.   «Due persone  che non  dimenticherò  mai»,  ricorda commosso Caffagnini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Trovato a terra sulla pista da motocross: è gravissimo

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

5commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

10commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

3commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Firenze

Un sedicente artista rompe un quadro in testa a Marina Abramovic

Genova

Ricostruzione ponte Morandi, Pizzarotti: "Toti commissario"

1commento

SPORT

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse