IL CASO

Iren ridà la luce alla Corale Verdi: c'era stato un errore

Iren ridà la luce alla Corale Verdi: c'era stato un errore

La Corale Verdi

Ricevi gratis le news
15

Iren aveva staccato la luce alla Corale Verdi ma ora tutto è tornato alla normalità. Si è trattato infatti di un errore della multiutility.
Corale Verdi e Iren erano ai ferri corti sul pagamento di una bolletta della luce. "Voglio e devo poter lavorare", si lamenta il gestore, Sante Ferro. 
Ora è tutto risolto: è emerso che si è trattato di un errore di Iren. Non c'erano problemi nel pagamento delle bollette e il locale è tornato alla normale attività. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • davide

    19 Ottobre @ 19.42

    Medioman certamente non è esattamente così è sicuramente avrò dimenticato qualcosa, ma ragioniamo a spanne per render l idea...

    Rispondi

  • davide

    18 Ottobre @ 21.52

    Medioman sull’ acqua ci vogliono mezzi, pozzi, pompe,serbatoi per la captazione; prodotti chimici, naturali e tecnologici per la potabilizzazione; pompe , km di tubazioni, valvole, contatori per la distribuzione; sensori, contatori e telerilevamenti per il monitoraggio di pressione, portata, ricerca perdite e controllo delle falde; analisi chimico-fisiche quotidiane per la qualità dell acqua erogata; strutture, mezzi operativi, personale tecnico, amministrativo e commerciale per la gestione del servizio, dell’utenza e dei rapporti con le autorità di settore; km di fognature per collettare le acque scaricate e depuratori per restituire alla natura l acqua pulita..il tutto con monitoraggio e attività di manutenzione quotidiana. Nel suo esempio di una cittadina di 10000 persone non è credibile incassare 1 milione,la realtà è circa un terzo (mediamente c’è 1 punto di consegna ogni 3 abitanti) se tutti pagassero.. Occorrerebbero almeno 10 dipendenti solo per gestire... veda lei

    Rispondi

    • Medioman

      18 Ottobre @ 22.42

      La ringrazio per la risposta. Come immaginavo, se tutti pagassero…. Però, mi permetta un appunto: oltre ad 1 punto di consegna ogni tre abitanti, esistono anche aziende di vario genere che, suppongo, paghino qualcosina in più.

      Rispondi

  • davide

    17 Ottobre @ 20.53

    l acqua pubblica sia quando controllata da enti governati con criteri politici di rappresentanza o da enti nominati con criterio di competenza è spesso un fallimento economico e gestionale. Sia per questioni finanziarie, clientelari, industriali, che politiche non vi aspettiate che un Comune affronti investimenti da decine di milioni di euro per il miglioramento dell acquedotto o dell acqua reimmessa in natura. per ingraziarsi gli elettori alle successive elezioni nessuno aumenterebbe le tariffe e rimanderebbero ogni investimento al futuro fino al punto di non ritorno, cioe quando gli acquedotti diventano dei colabrodo e i depuratori non funzionano. A quel punto “per colpa delle amministrazioni precedenti” occorreranno risorse e lavori enormi. Avete mai visto poi dei Comuni esigere il pagamento delle bollette? Controllare seriamente l uso del bene pubblico? Gestire con efficacia sicuramente, ma con efficienza? Bella idea l acqua pubblica, ma poi in concreto...

    Rispondi

    • Medioman

      18 Ottobre @ 10.13

      Dunque, mi faccia capire: se un comune ha diecimila abitanti, che pagano cento euri annui a testa in bolletta (sono stato scarso?) incassa un milioncino tutti gli anni. Con che li fanno, i tubi, in oro? Aggià, dimenticavo, bisogna pagare le "provvigioni"....

      Rispondi

  • davide

    17 Ottobre @ 20.38

    Medioman il prezzo Gas e Luce è visibile per componenti tariffarie MacroAggregate tra parte di Vendita (commerciale) e di Distribuzione (rete) nella bolletta in “sezione dettaglio”; ulteriormente si trovano sul sito di Arera alla sezione Dati e Tariffe per i mercati di tutela. Consideri che il prezzo finito dell energia elettrica al consumatore tipo (domestico, residente, 3kw) è circa 0.18€ a kw/h ed è composto da 7 principali componenti che dettagliate diventano 19 componenti. Quasi lo stesso per il gas. Il costo di acquisto della materia prima del Venditore è ignoto (è noto il prezzo che le applicano e la fonte della materia prima). La filiera che sta a monte di casa sua è incredibile: quella tecnica con produzione, trasmissione, trasporto, dispacciamento, distribuzione; quella commerciale con borsa elettrica, shipper, reseller, Vettoriamento. Il suo mc di gas che le costa finito circa 0,85€, di cui 0,37€ di materia prima, al suo fornitore potrebbe costare 0,35€ con guadagno d 0,02€.

    Rispondi

    • Medioman

      18 Ottobre @ 08.18

      La ringrazio, ma sta' confermando il concetto che ho sintetizzato. Il guadagno del gestore è solo di 0,02 …. gli altri 0,83 dove vanno a finire? Cioè, se io pago una bolletta di 850 euri, la povera iren ne guadagna solo venti; e gli altri 830 a chi vanno?? Ma che belle, le privatizzazioni!

      Rispondi

  • nicoletta

    17 Ottobre @ 20.13

    Succede troppo spesso che Iren si sbagli, ma sempre a suo favore

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Victoria's Secret Fashion Show 2018, niente modelle Lgbt e plus size: è polemica Foto

moda

Victoria's Secret Show, niente modelle Lgbt e plus size: è polemica Foto

Mike Piazza e consorte a Parma

paparazzato

Mike Piazza e consorte a Parma

1commento

Adriano Panatta e Serena Grandi

Adriano Panatta e Serena Grandi

GOSSIP

Serena Grandi: "Storia d’amore segreta con Panatta durata 2 anni»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cucina di casa alla parmigiana con fantasia

CHICHIBIO

Trattoria Vigolante: cucina di casa alla parmigiana con fantasia

Lealtrenotizie

Il questore: «La metà dei sequestri della nostra regione avviene a Parma»

EMERGENZA DROGA

Il questore: «La metà dei sequestri della nostra regione avviene a Parma»

SAN SECONDO

Addio a «Filli» era stato assessore

SORAGNA

Addio a Simone, lattoniere esperto e norcino per passione

Felegara

Preoccupa l'eternit alla fornace

San Polo di Torrile

Piccoli vandali crescono a scuola: gli adulti s'interrogano

ALBARETO

Lavori in corso: sei nuove pale eoliche in arrivo

BUSSETO

Madonna dei Prati, crolla parte del tetto del santuario

IL CASO

Scuola Racagni, palestra inagibile

Nella notte

"Ombre Rosse", ladro in fuga con la cassa. Dopo un bicchierino di amaro Video

incidente

Tragedia a San Secondo: 73enne muore travolto da un'auto

1commento

meteo

E in Alta Valparma e Alta Valtaro arriva la prima neve Foto Le previsioni

carabinieri

Preso il pusher di borgo delle Colonne: dava anche ospitalità ai clienti per consumare Video

5commenti

calcio

Il Parma è la squadra più italiana della Serie A

calcio

Milan, out anche (contro il Parma) Romagnoli. Ma nemmeno i crociati sorridono

curiosità

Un poker di multe (vere) per la 600 perennemente multata Le foto

4commenti

CINEMA

Chiude il Parma film festival...un ghiotto resoconto Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'alleanza della via Emilia trampolino di Parma 2020

di Aldo Tagliaferro

GAZZAFUN

10 negozi che hanno fatto la storia di Parma: quale ti manca di più?

3commenti

ITALIA/MONDO

Manifestazione

Protesta "caro carburante", la protesta di 282mila gilet gialli: Francia in tilt, un morto e 227 feriti

Olanda

Messa "maratona" contro la deportazione di una famiglia

SPORT

Nations League

Pari con il Portogallo. L'Italia resta senza gol

test match

Australia troppo forte. L'Italrugby nettamente sconfitta 26-7

SOCIETA'

teatro

"Ogni bellissima cosa"  allo Spazio Shakespeare 1

l'appello

Associazione vittime strada: "Bisogna fermare la strage di giovani"

MOTORI

AMBIENTE

In Emilia Romagna 596 auto elettriche (+19,7% rispetto al 2016). Parma è quarta

IL TEST

Jeep Compass, il Suv buono per tutte le stagioni