20°

32°

Parma

Correggio: tanti stranieri nella prima giornata

Correggio: tanti stranieri nella prima giornata
Ricevi gratis le news
1

Il Correggio illumina Parma. Dopo l'anteprimna e l'inaugurazione ufficiale di ieri, da questa mattina visite aperte al pubblico. Con tante presenza di visitatori stranieri.

LA CRONACA DELL'INAUGURAZIONE

di Andrea Violi

Si è svolta nel cortile del Guazzatoio l'inaugurazione della grande mostra dedicata al Correggio. Erano presenti, fra gli altri, il ministro dei Beni culturali Sandro Bondi, il sindaco Pietro Vignali, il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, Carlo Gabbi (presidente della Fondazione Cariparma, che sostiene l'evento). Il ministro ha elogiato Parma e lo spessore delle iniziative culturali che sta mettendo in campo e ha confermato l'impegno del governo nel sostegno a tali iniziative, in particolare il Festival Verdi (guarda la video-intervista). Il ministro ha auspicato che anche il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi venga a Parma a visitare la mostra. In platea sedevano anche tanti imprenditori e politici locali. «Dopo cinquecento anni saldiamo un debito con uno dei nostri padri nobili - ha detto Vignali che è anche presidente del comitato Correggio - una delle figure fondamentali della nostra identità culturale: un artista che già da tempo la critica ha consacrato come uno dei geni del nostro Rinascimento, ma che il grande pubblico ancora non conosce come sarebbe necessario».

Mattatore della giornata inaugurale è stato Vittorio Sgarbi. A margine dell'incontro, con alcuni cronisti, ha lanciato una criptica provocazione: "Nella mostra c'è un falso". Ma quale sarebbe? E' un'opera esposta in Galleria nazionale? "So qual è e so chi l'ha dipinto. E' un autore padano contemporaneo". Di più, tuttavia, Sgarbi non vuole dire.
Durante l'inaugurazione il critico d'arte ha fatto un intervento fra il serio e il faceto, alternando spiegazioni sull'arte del Correggio, con richiami alla Galleria nazionale, e battute sui personaggi della Parma di oggi. «Non ne posso più di sinergie ed eventi - ha detto Sgarbi -. Ma Parma mi dà una sensazione diversa: accogliendo il Correggio ha dato il senso della sua continuità quotidiana. Parma è il Correggio tutti i giorni, Parma è il Culatello tutti i giorni. C'è una gestione correggesca prima di Ubaldi, poi di Vignali che sono la stessa persona divisa in due. È l'armonia che continua. Correggio è il pittore dell'armonia».
Le battute dell'irriverente Sgarbi non risparmiano Pietro Lunardi ed altri ex ministri. All'inaugurazione della mostra sul Parmigianino c'erano tanti ministri, come Bossi, Fisichella, Lunardi e altri. Per il Correggio è venuto solo Bondi (tra l'altro ripartito a metà pomeriggio per andare a Vicenza, dove l'attende un altro evento da inaugurare). Eppure «Bossi sembra fatto apposta per il Correggio», che è un artista padano.
Il critico richiama la mostra fatta nella capitale, dicendo che «Correggio non è mai stato a Roma. Correggio non ha bisogno di Roma. Era il Vasari che pensava che un pittore che non andasse a Roma non era un grande artista. Chi è andato a Roma (per la mostra in Galleria Borgherse, ndr) si è sbagliato, dovrà tornare a Parma». E' molto meglio portare a Parma i quadri del Correggio custoditi nella capitale e renderli fruibili assieme ai suoi affreschi. «Cosa c'è di più sexy della cupola?», si chiede Sgarbi.

Dopo il dibattito iniziale, le autorità e gli ospiti hanno fatto il giro delle quattro sedi dell'esposizione. Parte del ricavato sarà devoluto alla Fondazione per la fibrosi cistica: al tavolo dei relatori oggi sedeva Matteo Marzotto, vicepresidente della Fondazione. Marzotto ha sottolineato come proprio a Parma la Fondazione per la fibrosi cistica abbia instaurato la partnership più importante di questo periodo. «Gli sforzi della Fondazione sono completamente dedicati alla ricerca clinica, genetica e di base - ha spiegato Marzotto -. Selezioniamo e finanziamo progetti di ricerca con tutti i partner possibili. Ci servono sostegno e generosità. Abbiamo finanziato 320 progetti, che coinvolgono 300 ricercatori. Arte e solidarietà possono andare a braccetto».

LUCI... DA PREMIO OSCAR. Le cupole del Duomo e della chiesa di San Giovanni e tutti i gioielli in mostra hanno un'illuminazione ben studiata. Ci hanno pensato Vittorio Storaro e la figlia Francesca. Storaro ha vinto tre premi Oscar come migliore fotografia per "Apocalypse Now", "Reds" e "L'ultimo imperatore". Durante il dibattito di apertura ha spiegato di aver visto le cupole in gioventù, quando venne a Parma su invito di Bernardo Bertolucci e Francesco Barilli. Vide gli affreschi in San Giovanni e rimase colpito ma senza "capirli" fino in fondo. "Quell'immagine mi rimase impressa - spiega Storaro -. Nel mio inconscio ho sempre avuto la volontà di tornare. Da adulto sono tornato, consapevole di ciò che dovevo guardare e capire".

PRENOTAZIONI A QUOTA 70MILA. L'esposizione aprirà al grande pubblico domani: le prenotazioni sono già oltre 70mila. Sono quattro le sedi espositive, dislocate nello spazio di 400 metri: Galleria nazionale, Camera di San Paolo, chiesa di San Giovanni Evangelista e Duomo. Speciali impalcature - lo ricordiamo - permetteranno di vedere da vicino le cupole affrescate da Antonio Allegri nella prima metà del '500, mentre la Galleria nazionale ospita opere dipinte dal Correggio, molte delle quali non sono mai state portate a Parma.

Le "tappe" della mostra saranno aperte al pubblico fino al 25 gennaio. La cerimonia di inaugurazione riservata a stampa e autorità questa mattina è stata aperta in Galleria Nazionale dal sindaco Pietro Vignali, dal responsabile dell'Agenzia Eventi speciali del Comune Luca Sommi e dalla Soprintendente ai Beni culturali Lucia Fornari Schianchi. "E' un'occasione irripetibile per vedere tutta l'opera del Correggio", ha sottolineato Sommi. "E' stato fatto un lavoro immenso - dice la Fornari Schianchi -. Correggio è uno degli artisti che non si finisce mai di scoprire. Emerge in maniera determinante il contatto stretto con la natura come espressione del creato. Correggio è un pittore del sacro e del profano, due "sentimenti" che si incrociano continuamente nelle sue opere".

Clicca lo speciale "Correggio in dieci minuti" e guarda i video in Mediagallery - In Fotogallery, la cena di gala di ieri sera

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    19 Settembre @ 15.55

    Ottimo speciale e molto bello anche l'inserto uscito sulla Gazzetta. Cercando di acquistare il biglietto on line sul sito da voi indicato mi sono accorto che sono stati organizzati turni di 15 minuti. Mi pare uno spazio temporale troppo breve. E visto il prezzo del biglietto praticamente ogni minuto costa un euro!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Furto in casa Gassmann: rubati anche i cimeli di papà Vittorio

Alessandro Gassmann in una foto d'archivio

ROMA

Furto in casa Gassmann: rubati anche i premi di papà Vittorio

Scarlett Johansson è l'attrice più  pagata  del 2018 secondo Forbes

CINEMA

Scarlett Johansson è l'attrice più pagata del 2018 secondo Forbes Foto

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

TABIANO

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Mirko, morto sotto il ponte per lo zelo per il lavoro

Monchio

Mirko, morto sotto il ponte per lo zelo per il lavoro

PIAZZA GHIAIA

Fotografa un gruppo di immigrati: minacciato e aggredito

VIABILITA'

Via Pontasso, riparte il cantiere del sovrappasso

Intervista

Maxx Rivara: «Gli Emotu a Deejay on stage»

FIDENZA

Da via Illica al sottopasso di via Mascagni: la mappa dei cantieri

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Collecchio

«Perché via Verdi è così trascurata?»

Corniglio

La chiesa di Graiana riaperta dopo 10 anni

IL PERSONAGGIO

Mazzadi, l'Indiana Jones della Valtaro

genova

Trovato il corpo di Mirko: originario di Monchio era l'ultimo disperso. Muore un ferito: le vittime sono 43

carabinieri

Arriva anche a Parma la droga etnica: due arresti in via Cenni

terremoti

Scossa di 2.4 nella zona di Borgotaro: avvertita da diverse persone

parma

Il minuto di silenzio in piazza Garibaldi per le vittime del crollo del ponte Video

1commento

Lago Santo

Allarme per un bimbo disperso. Ma era al rifugio con i genitori

parma calcio

Parma, mercato ricco ma poche uscite. Voci su Marchisio Video

Ma la società crociata per ora smentisce

Intervista

Gianni Mura rievoca il mondiale di Adorni

Cinquant'anni fa l'impresa di Imola. Il giornalista e scrittore sarà presente all'inaugurazione della mostra fotografica dedicata ad Adorni sabato 25 agosto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Manovra finanziaria tra equilibrismo e magia

di Marco Magnani

1commento

COMMENTO

La Freccia di Ferragosto e Parma «interconnessa»

di Francesco Bandini

3commenti

ITALIA/MONDO

Svizzera

Rifiutano la stretta di mano. Niente cittadinanza

genova

Crollo del ponte, l'ad di Autostrade Castellucci: "Mi scuso profondamente"

2commenti

SPORT

Serie A

Parte a rilento l'avventura di DAZN

Serie A

La Juve batte il Chievo, Ronaldo, 90 minuti senza gol

SOCIETA'

Pietrasanta

Struttura in legno in riva al Twiga, il capogruppo Pd chiede spiegazioni

1commento

Alopecia

Far ricrescere i capelli si può: nuova tecnica tutta italiana

MOTORI

NOVITA'

La Opel Corsa diventa GSI. E ha 150 Cv

TECNOLOGIA

Ford mette un freno alla guida... contromano. Ecco Wrong Way Alert