-0°

smog e traffico

Cinque domeniche ecologiche in più, eco-bonus e misure emergenziali più severe: le novità a tema aria

I diesel euro 4 off limits da ottobre 2020. Con una eccezione...

Limitazioni al traffico domenica 28 ottobre, dalle 8.30 alle 18.30 entro l'anello delle tangenziali
Ricevi gratis le news
13

Una domenica ecologica in più - la prossima, 28 ottobre  -, lo spostamento al 1° ottobre 2020 del blocco alla circolazione dei diesel euro 4, l'eco-bonus per le micro, piccole e medie imprese ed altre novità sono previste dall'ordinanza per la tutela della qualità dell'aria con cui il Comune di Parma ha recepito le variazioni indicate dalla Legge Regionale del 22 ottobre.
 

Le variazioni sono avvenute dopo l’approvazione di un emendamento presentato dalla Giunta Regionale al progetto di legge ‘Sessione europea 2018’ dopo la riunione dell’8 ottobre scorso, con il presidente Stefano Bonaccini, l’assessore Gazzolo e i sindaci dei Comuni superiori ai 30 mila abitanti e dell’agglomerato di Bologna, da cui era emersa la richiesta di togliere il divieto generalizzato alla circolazione dei diesel euro 4 prevista nel Pair 2020 (Piano aria integrato regionale), costruito con tutti i Comuni interessati e senza voti contrari di nessuna forza politica in Aula. Richiesta accolta dalla Regione per dare risposte alle richieste di cittadini e imprese raccolte dai sindaci e per uniformità con le altre Regioni dell’accordo di Bacino Padano (Lombardia, Veneto e Piemonte).
Dal mese prossimo le micro, piccole e medie imprese potranno usufruire dell’eco-bonus per i veicoli commerciali fino all’euro 4 e dal 2019 il contributo alla rottamazione dei mezzi più inquinanti fino ai diesel euro 4 sarà estesa anche ai privati grazie ai 5 milioni che la Regione stanzierà entro la fine dell’anno.
Il taglio delle emissioni inquinanti - Equilibrio raggiunto nel bilancio delle emissioni inquinanti rispetto allo scenario che prevedeva il blocco alla circolazione dei diesel euro 4 con una diminuzione di 280 tonnellate all’anno di ossidi di azoto (NOx) e 31,5 di PM10. Grazie alle misure emergenziali previste, con il blocco dopo 3 giorni di sforamento e il raddoppio delle domeniche ecologiche e la rottamazione dei veicoli commerciali e privati l’obiettivo complessivo sarà infatti mantenuto (scenario stimato da Arpae ).
Le misure emergenziali: blocco dopo 3 giorni di sforamento e raddoppio delle domeniche ecologiche.
Con le misure approvate in Assemblea legislativa ed adottate da apposita Ordinanza Sindacale emessa dal Comune di Parma, vengono inasprite le misure emergenziali che scatteranno dopo soli 3 giorni, di superamento continuativo del valore limite giornaliero di PM10 con il divieto di circolazione che si estenderà, in questo caso, anche ai diesel euro 4. Inoltre, scatterà il divieto di utilizzo di stufe a biomassa legnosa fino alla classe 3 stelle compresa (se in presenza di impianti di riscaldamento alternativi), e ci sarà l’obbligo di abbassare a 19 gradi il riscaldamento nelle case e negli uffici e a 17 gradi nelle attività produttive e artigianali. Previsto il divieto di combustione all’aperto e di spandimento dei liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili (interramento immediato dei liquami o iniezione diretta al suolo). Per far sì che le misure emergenziali vengano rispettate, saranno potenziati i controlli e sarà applicato il divieto di sostare in strada con il motore acceso.


Le altre misure fino al 31 marzo 2019 - Blocco alla circolazione dei veicoli diesel fino all’euro 3, benzina fino all’euro 1 e ciclomotori pre-euro. I divieti si applicano in via ordinaria dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle 18,30, e nelle domeniche ecologiche previste il 28/10/2018, 04/11/2018, 18/11/2018, 02/12/2018, 20/01/2019, 03/02/2019, 17/02/2019, 03/03/2019, 24/03/2019 dalle 08.30 alle 18.30, in tutta l’area interna alle tangenziali.
Confermate inoltre le restrizioni già in vigore nel 2017 per i camini più vecchi, e cioè quelli aperti tradizionali (senza sportello a chiusura della sede di fiamma), le stufe o “caldaiette” con efficienza energetica inferiore al 75%, ossia quelle meno efficienti e più inquinanti, di classe “1 stella”.Il divieto si applica però solo per l’uso riscaldamento e solo nelle abitazioni dotate di sistemi alternativi per riscaldare gli ambienti, e, nel caso, solo nelle aree situate sotto i 300 metri di altitudine. Sono esclusi i Comuni montani per il loro intero territorio se non interessati dalla procedura di infrazione comunitaria. Dunque, se in casa non ci sono altri tipi di impianti di riscaldamento i caminetti possono sempre essere accesi e utilizzati. Lo stesso vale per cucinare cibi o per fini commerciali: nessun rischio di spegnimento per pizzerie, ristoranti, barbeque, ecc. Non sono previsti divieti nemmeno per gli impianti a biomassa (legna o pellet) di classe 2 stelle o superiore (la classe di appartenenza è indicata nella documentazione fornita dal costruttore e consegnata all’acquisto), che comprendono la stragrande maggioranza di quelli recenti o di nuova installazione come quelli acquistati con il contributo del Conto termico nazionale, che incentiva interventi per l´incremento dell´efficienza energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili per impianti di piccole dimensioni.


Gli eco-bonus per i veicoli commerciali: contributi da 4 a 10mila euro. Prenderanno il via dal mese prossimo gli eco-bonus per i veicoli commerciali destinati alle micro, piccole e medie imprese. In tutto, è a disposizione un pacchetto di 3 milioni e 850mila euro (1.850.000 di fondi regionali e 2 milioni statali) per incentivare la rottamazione dei diesel fino all’euro 4 fino a 12 tonnellate (categoria N1 e N2). Ogni impresa potrà sostituire fino a due veicoli per avere diritto a due contributi ed è ammessa anche la formula del leasing con ‘obbligo del riscatto’. Potranno essere acquistati mezzi elettrici, ibridi a benzina (full hybrid o hybrid plug in), a metano(mono e bifuel benzina) euro 6 o gpl (mono o bifuel benzina) sempre euro 6. A seconda del mezzo acquistato sarà corrisposto in forma diretta un contributo variabile dai 4 ai 10 mila euro. E a questo, grazie a un accordo tra Regione e associazioni Anfia, Unrae e Federauto, si aggiunge uno sconto non inferiore al 15% che i concessionari dovranno applicare a chi acquisterà i mezzi con il contributo regionale. Nella manovra sono ammessi anche i veicoli già rottamati a far data dal 1° gennaio 2018.

 Limitazioni al traffico domenica 28 ottobre, dalle 8.30 alle 18.30 entro l'anello delle tangenziali


Limitazioni al traffico domenica 28 ottobre 2018, dalle 8.30 alle 18.30 entro l'anello della tangenziale. 
Si tratta della domenica ecologica aggiuntiva prevista a livello regionale a seguito delle modifiche all'ordinanza relativa alla tutela della qualità dell'aria.


In attuazione del PAIR - Piano Aria Integrato Regionale 2020 - e dell'accordo per la qualità dell’aria nel bacino padano, il Comune di Parma ha emesso l'ordinanza che prevede limitazioni al traffico per i veicoli più inquinanti dal 1 ottobre fino al 31 marzo 2019. Le misure di limitazione alla circolazione sono applicate in tutti i Comuni della Regione sopra i 30.000 abitanti, a tutela l’ambiente e della salute dei cittadini.


 
Sono previste domeniche ecologiche la prima sarà il 28 ottobre con stop ai mezzi inquinanti entro l'anello delle tangenziali, dalle 8.30 alle 18.30.


Le limitazioni al traffico sono previste entro l’anello delle tangenziali. Le auto potranno raggiungere i parcheggi scambiatori: via Emilia Ovest, via Traversetolo-Esselunga, Cavagnari, Palasport, è possibile accedere con auto soggette al divieto anche anche ai due parcheggi coperti del Duc – Direzionale Uffici Comunali, da viale Mentana, ed all'attiguo Dus, da viale Fratti – che saranno, quindi, percorribili. A questi si aggiungono i parcheggi scambiatori Nord, Est e Sud, il parcheggio di strada dei Mercati e quello di via Mantova-via Scola. Sarà anche utilizzabile il parcheggio Toschi, raggiungibile solo percorrendo viale Europa, via IV Novembre in entrata, viale Toschi e viale Bottego in uscita e Park Stazione FS via Villa Sant’Angelo. Sarà raggiungibile il parcheggio dell’Ospedale Maggiore di Via Volturno, Via Abbeveratoia, mediante itinerario indicato nel testo del provvedimento.


 
Chi può circolare domenica: gli autoveicoli alimentati a benzina omologati Euro 2 o superiori; autoveicoli con alimentazione diesel omologati Euro 4 o superiori. Gli autoveicoli ad alimentazione elettrica o ibrida e gas metano o GPL; gli autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car pooling) ciclomotori e motocicli elettrici; inoltre veicoli derogati in ordinanza quali ad esempio, famiglie con una fascia Isee inferiore a 14.000 €; veicoli diretti agli alberghi, i veicoli di persone che svolgono attività di tipo sanitario, i mezzi che trasportano prodotti deperibili, i mezzi con a bordo portatori di handicap, e tutti gli altri veicoli espressamente indicati nell’ordinanza pubblicata integralmente sul sito del Comune di Parma.


 
Sanzioni. In caso d’inosservanza dei provvedimenti è prevista la sanzione amministrativa di cui all’art. 7, comma 13 bis del Codice della Strada, pari a 164 euro, ridotti a 114,80 se pagata entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale.

 
 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nicola Martini

    27 Ottobre @ 14.55

    Sig.ri Paolo e Davide non posso far altro che ringraziarvi per la considerazione. Buona serata.

    Rispondi

    • Paolo

      28 Ottobre @ 00.15

      paolo.regg@email.it

      Un dovere assoluto davanti alla chiarezza di idee ed alla competenza. Se ne ha voglia legga come si è risolto il problema a Curitiba in Brasile.

      Rispondi

      • Nicola Martini

        28 Ottobre @ 13.33

        Sig. Paolo, ho letto. A Curitiba sono stati fortunati ad avere un Sindaco attento allo sviluppo sostenibile ed armonico del tessuto urbano. La pianificazione territoriale, infatti, è fondamentale per avere una città a misura di cittadino. Per quanto riguarda il sistema trasporti le realtà sudamericane le ho sempre tenute in secondo piano in quanto operano per il tramite delle c.d. B.R.T., le quali a mio modesto parere non sono poi così adatte alle realtà europee. La capacità oraria di una tranvia richiede infatti bus di quasi 30 metri su una linea B.R.T.. Personalmente sono più vicino ai modelli europei o dell'Estremo Oriente (es. Giappone), che operano prevalentemente su ferro. In Italia abbiamo una rete ferroviaria ben sviluppata e puntare sulle reti tranviarie (tipo tram-treno) permetterebbe di ottimizzare i sistemi di trasporto tramite la c.d. interoperabilità. In Europa non a caso esistono svariati esempi di successo (Karlsruhe, Kassel, Mulhouse, Chemnitz, ecc.). Buona serata.

        Rispondi

  • Paolo

    27 Ottobre @ 12.17

    paolo.regg@email.it

    Ottima l'analisi di Nicola Martini, ma che farci contro la stupidità non c'è buon ragionamento che tenga. Il brutto è che la stupidità è autoreplicante.

    Rispondi

  • Gianni Cesari

    26 Ottobre @ 22.59

    giannicesari

    Dal cortile di casa mia al mio stallo macchina in Azienda impiego 40', velocità conforme a C.dS.; oppure, corriera + treno + 2 autobus, sono la bellezza di 1h 55' (record personale collezionando una clamorosa e perfetta sequenza di coincidenze cambio mezzo); più spesso oltre due ore, record negativo oltre 3 ore. Quando col trasporto pubblico avrò certezza di essere al lavoro in un'ora (anzichè i 40 min attuali), allora potremmo anche trattare. E oltre al tempo, ci sono anche i soldi. Se vado in città per una breve commissione magari con un paio dei miei figli, spendo circa un 2 euro di metano e un altro euro di sosta in righe blu. Se uso il parcheggio scambiatore, risparmio il mio euro di parcheggio, ma ci lascio fino ad anche 6, 7 euro di autobus (su un mezzo non necessariamente a metano e semivuoto). I piani mobilità dovrebbero essere convenienti anche per i cittadini, non solo per le casse del Comune. La maggior parte delle proposte lette sino ad ora vanno bene per chi è single o vive con la mamma, non per chi ha la responsabilità di una famiglia, lavora nel mondo reale (non su internet) o esce con donne reali.

    Rispondi

    • Nicola Martini

      27 Ottobre @ 14.53

      Sig, Cesari nessuno dotato di buonsenso asserisce che l'auto sia il male assoluto. Il problema è che non è sostenibile che tutti la utilizzino costantemente. Alcuni concittadini probabilmente la userebbero pure per fare una rampa di scale se potessero. Piani della mobilità seri tendono a creare un trasporto pubblico che sia il più possibile concorrenziale e che vada ben oltre il ca. 15% d'utilizzo per gli spostamenti contro il 75% del mezzo privato. Riequilibrare dette percentuali avrebbe un impatto tutt'altro che residuale sulle condizioni dell'aria. Nei Paesi avanzati vi sono svariati esempi da prendere a modello e non è che in dette realtà non vi siano famiglie con figli piccoli, abbonamenti del Tpl e quant'altro. Là il sistema di trasporto pubblico e ciclabile consiste in un'alternativa valida al mezzo privato. Sono quindi meno le persone obbligate all'uso dell'auto per questioni di distanze eccessive, troppe rotture di carico o frequenze ridotte dei mezzi. Buona serata.

      Rispondi

  • davide

    26 Ottobre @ 19.30

    Martini sono d accordo con te, inoltre complimenti sei sempre circostanziato ed informato.

    Rispondi

  • filippo

    26 Ottobre @ 19.13

    ma perché negli uffici pubblici tengono 25 gradi?

    Rispondi

    • Michele E

      26 Ottobre @ 22.32

      Perchè non la pagano loro, e perchè in Italia per legge il 15 ottobre c'è freddo, anche se ci sono 25° fuori, e in condominio sei obbligato a montare una valvola su ogni termosifone ma non a mettere un termometro sulla caldaia centralizzata.

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bohemian Rapsody la canzone più ascoltata del XX secolo - Ascoltala e guardala

musica

Bohemian Rapsody la canzone più ascoltata del XX secolo - Ascoltala e guardala

Lopez-Solenghi e Mario Biondi al Regio, Gino Paoli al Nuovo

VELLUTO ROSSO

Lopez-Solenghi e Mario Biondi al Regio, Gino Paoli al Nuovo Video

Mondiali, Marchionne e ponte, l'Italia (e il mondo) su google nel 2018

ricerche on line

Mondiali, Marchionne e ponte, l'Italia (e il mondo) su google nel 2018

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

WORLD CAT

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

Lealtrenotizie

Installata e subito rimossa la pista di pattinaggio

Soragna

Installata e subito rimossa la pista di pattinaggio

LA SFIDA

Gara degli anolini, ecco i migliori

Zona Montebello

Bollette non pagate, palazzo al freddo

Strasburgo

Il salsese Marco Ricorda racconta il dramma nell'Europarlamento

AUTOSTRADA

Possibile nevischio tra Fiorenzuola e Reggio in A1 e nel tratto Berceto-Pontremoli in A15

spaccio di droga

Le torture e le sevizie iniziano a Pisa e finiscono a Parma: arrestati nel Parmense 3 dominicani

1commento

SOLIGNANO

Addio al ristoratore Giovanni Pettenati

Intervista a Munari

«Sono pronto. Vorrei ancora giocare in A»

Calcio

Fidenza, tre squadre sono molte. Troppe?

12 tg parma

Cantiere sotto sequestro in via Spezia Video

FIDENZA

Rifiuti, il servizio di raccolta riaffidato alla «San Donnino»

collecchio

Ladri messi in fuga dagli agenti della Municipale: inseguimento, caccia alla banda

2commenti

maltempo

Prevista neve in città: mezzi del comune pronti ad intervenire Video

parma calcio

I tifosi crociati di tutto il mondo cantano "Grazie capitano". Il video è da lacrime

2commenti

incidente

Frontale auto-camion a Vicomero: un ferito grave. Provinciale chiusa

27-29 giugno

E' ufficiale, il campionato italiano di ciclismo pro nella Valtaro

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il sacrificio di Eleonora per la sua bambina

di Filiberto Molossi

PGN

Natale, guida ai regali per lui

ITALIA/MONDO

VARESE

Ragazzina di 12 anni gioca nella sala slot: la polizia chiude il locale, genitori convocati in questura

STRASBURGO

Il killer in fuga avrebbe agito per vendicare "i fratelli della Siria"

SPORT

CINA

Mondiali di nuoto in vasca corta: Panziera e staffetta mista in finale

CHAMPIONS

La Juve scivola a Berna: 2-1 per lo Young Boys

1commento

SOCIETA'

PGN

La passerella per le spose di Asa T. da Bertinelli Foto

NATALE

I video-auguri dei bambini albini della Tanzania

MOTORI

IL TEST

Honda CR-V diventa ibrida E cambia le regole

SUV

Seat, l'anno del «Triplete»: fate largo a Tarraco