19°

Parma

Sequestro Tommy: 24 anni alla Conserva

Sequestro Tommy: 24 anni alla Conserva
Ricevi gratis le news
11

Antonella Conserva è stata condannata a 24 anni di carcere.

Questa la sentenza del processo d'appello-bis, che era stato deciso a fine 2010 dalla Corte di Cassazione. Una sentenza che dunque conferma la condanna ma la riduce di 6 anni, attraverso la concessione delle attenuanti generiche.

Soddisfazione è stata espressa a caldo dalla famiglia di Tommy e dai legali che hanno rappresentato gli Onofri e gli zii Fontanesi-Pellinghelli. "E' vero che c'è questo sconto di 6 anni, del quale si dovranno ora valutare le motivazioni, ma l'aspetto fondamentale è che sia stata confermata la colpevolezza della donna ed il suo ruolo nel sequestro".

La cronaca della giornata (Ansa) - Antonella Conserva è stata condannata a 24 anni di reclusione per il sequestro di Tommaso Onofri (il bambino di un anno e mezzo rapito a Casalbaroncolo il 2 marzo 2006 e ucciso il giorno stesso) al termine del processo d’appello di fronte alla Corte di Bologna. La donna è così uscita dall’aula con una pena ridotta di sei anni rispetto alla condanna di primo grado pronunciata dall’Assise di Parma e a quella di secondo grado che era stata confermata dalla corte d’Appello di Bologna e poi cassata dalla Suprema corte per un vizio di forma.

Sostanzialmente i giudici della Corte di Assise di Appello di Bologna hanno riconosciuto all’ex moglie di Mario Alessi, il manovale siciliano responsabile assieme a Salvatore Raimondi del sequestro e della morte del piccolo Tommaso Onofri, le attenuanti generiche che nei precedenti gradi di giudizio non erano state concesse. Da qui lo sconto di pena. Conserva, che ha sostenuto fino all’ultimo la tesi della sua completa estraneità ai fatti, è stata difesa dal collegio composto dagli avvocati Luigi Vincenzo ed Eduardo Rotondi.   

Soddisfatti i legali delle parti civili (che rappresentano la madre del piccolo Tommaso e lo zio). «Personalmente – ha spiegato l’avvocato Stefano Catellani – sono soddisfatto per la conferma della condanna ma mi chiedo come potrà essere giustificata dalla corte d’appello la concessione delle attenuanti generiche». Dello stesso tenore le dichiarazioni di Donata Giorgia Cappelluto, legale della mamma di Tommaso: «Attendiamo le motivazioni».

Antonella Conserva è stata considerata dagli inquirenti come la «carceriera» del piccolo Tommaso, se il sequestro realizzato materialmente da Alessi e Raimondi non si fosse concluso pochi minuti dopo il prelevamento del piccolo con l'uccisione del bimbo sul greto del torrente Enza, a poca distanza dall’abitazione della famiglia Onofri a Casalbaroncolo.

La sera del 2 marzo del 2006, quella del rapimento, Antonella Conserva si trovava in auto e stava, secondo la ricostruzione degli inquirenti, dirigendosi verso l’incrocio semaforico di Sorbolo dove, sempre secondo questa ricostruzione, aveva appuntamento col marito. Secondo gli inquirenti, la donna era parte integrante del piano e si sarebbe dovuta occupare di Tommaso Onofri per tutto il corso del sequestro. Anche se i rapitori, a quanto risulta, non avevano predisposto nè alimenti nè pannoloni per la custodia del piccolo Tommaso.

I magistrati della Dda di Bologna hanno ritenuto che questa circostanza potesse essere spiegata col fatto che il sequestro Onofri avrebbe dovuto essere un «rapimento-lampo», da consumarsi cioè in pochi giorni.

Per la difesa della Conserva invece questa, assieme ad altre circostanze «incongrue», sta a testimoniare della completa estraneità della donna chiamata in causa sulla base di «elementi indiziari». Adesso molto probabilmente la parola passerà di nuovo alla Cassazione.

PER SAPERNE DI PIU'

 

 

 

Processo Tommy: gli articoli più recenti

LA STORIA - Tommy: Parma non dimentica

 

ANTONELLA CONSERVA: IL RUOLO DELLA DONNA NEL TRAGICO SEQUESTRO (gazzettadiparma.it 14 giugno)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ragastàs

    18 Giugno @ 11.04

    A Paola, che ha scritto qui sotto, un grande abbraccio.

    Rispondi

  • Tancredi

    17 Giugno @ 21.27

    O a badilate o rinchiusa a vita. Questa è la fine che si merita.

    Rispondi

  • fabrizio ferrari

    17 Giugno @ 20.07

    la vera giustizia la dovrebbe fare la gente.....sarebbe più rapida e meno dispendiosa

    Rispondi

  • franco

    17 Giugno @ 19.38

    ATTENUANTI ????? MA QUALI ? In ogni caso , ( PER ORA ) , CANSARVAti , " AL FRESCO " !!!!!!!! FALCO .

    Rispondi

  • Paola Pellinghelli

    17 Giugno @ 19.07

    un grandissimo grazie all'Avvocato Donata Giorgia Cappelluto e all'Avvocato Stefano Catellani per la preofessionalita' ma soprattutto per l'umanita' nel sostenermi. Paola Pellinghelli

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno