19°

29°

Parma

Editoriale - Il sindaco non può limitarsi a dire: non sapevo nulla

Ricevi gratis le news
52

Giuliano Molossi

Non sono in grado di sapere se l'anno prossimo sarò ancora qui, perché alcune circostanze sono indipendenti dalla mia volontà,
aveva detto appena una settimana fa alla festa della polizia municipale, il comandante Giovanni Maria Jacobazzi. E' stato un buon profeta. L'anno prossimo Jacobazzi non ci sarà. Oggi è in carcere, sotto il peso di accuse molto gravi, dal peculato alla corruzione, alla tentata concussione, e infamanti per chi indossa una divisa e ha delle responsabilità pubbliche. Tra le varie imputazioni c'è anche quella di aver passato, in cambio di poche migliaia di euro, informazioni riservate su aziende e privati cittadini reperibili nei database ministeriali a un investigatore privato di Monza, lui pure arrestato. Con Jacobazzi sono stati arrestate altre dieci persone. Fra loro spiccano i nomi di due dirigenti comunali da parecchi anni molto vicini al sindaco Vignali: Carlo Iacovini ed Emanuele Moruzzi.

E' un brutto San Giovanni per Parma. La città non meritava quest'altro affronto. Il gip Maria Cristina Sarli nella sua ordinanza di custodia cautelare scrive che dai comportamenti degli arrestati «emerge una visione mercantile nella gestione della cosa pubblica». Che tristezza, che vergogna: il mercato della cosa pubblica. I soldi dei cittadini spesi per ristrutturare il giardinetto della propria casa al mare. «Il fenomeno della corruzione a Parma è molto diffuso», ha detto ieri, nel corso della conferenza stampa, il procuratore capo Laguardia, facendo chiaramente intendere che l'inchiesta è tutt'altro che conclusa e che potrebbe riservare altri colpi di scena. Fermo restando che per tutti vale la presunzione d'innocenza fino alla sentenza definitiva, pare che gli inquirenti siano convinti di avere in mano prove incontrovertibili di un vorticoso giro di mazzette. Per l'amministrazione comunale, già provata dalle recenti vicende di Stt e Spip, è un colpo durissimo che arriva, ironia del destino, proprio nel giorno in cui sui conti della Tep sono tornati i 7,5 milioni di euro di banca Mb che l'opposizione aveva già dato per persi. Un'autentica beffa per il sindaco Vignali che da tempo attendeva il rientro della somma. Non poteva avvenire in una giornata più sbagliata di questa.

Adesso che accadrà? La giunta riuscirà a sopravvivere a questo terremoto? Le prossime ore saranno cruciali. A nostro modo di vedere il sindaco non può limitarsi a dire che non sapeva nulla. Ci mancherebbe altro che fosse stato a conoscenza di quel che avveniva, di quel marciume. Ma quei dirigenti li conosceva personalmente, li ha scelti e nominati lui. Li ha voluti lui in quei posti, di loro si è fidato. Se le responsabilità dei suoi uomini saranno provate, dovrà ammettere di avere sbagliato e chiedere scusa alla città. E se gli riuscisse di restare in carica, prenda in mano una scopa e faccia un po' di pulizia (quella che non ha fatto finora) prima che sia troppo tardi. Non è detto che quelli rimasti a piede libero siano tutti degli angioletti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gabri

    27 Giugno @ 14.04

    Al Sindaco spettano ONORI ed ONERI

    Rispondi

  • tosco

    27 Giugno @ 13.44

    egrgio sindaco,nonche vignalone per i comuni mortali,sono sicurissimo che tu eri all'oscuro di tutto,ma la cosa piu' brutta è che tu ti sei sempre fermato ,difficilmente hai continuato a guardare,hai preferito delegare a una cricca di assatanati di soldi,e non solo,se tu sei cosi onesto quando vai in giro a fare la prima donna impara a osservare anche i particolari della vita,non aver paura mettiti in gioco fino in fondo e non farti schiavizzare da quei personaggi ancora molto vicini a te ein particolare al potere che tu rappresenti molti di loro li chiamano mister %/10 x cento,vedi.....io ti hop sempre criticato,ma in questo momento mi ricordi un bambino smarrito in un bosco che non conosce ....cio non è bello.in bocca a l lupo e mi raccomando diventa grande scendi dal pero..

    Rispondi

  • Renz

    27 Giugno @ 11.40

    Certo che la Gazzetta, già da tempo, avrebbe dovuto AIUTARE I PARMIGIANI a capire cos'è la giunta Vignali, con una informazione più obbiettiva, invece di fare da megafono pro-amministrazione.

    Rispondi

  • franco bressanin

    26 Giugno @ 16.02

    se non sapeva, allora si deve dimettere, non e' possibile che un amministratore scelga i suoi collaboratori tra i delinquenti e poi non lo sappia! e' senz'altro inadatto ad amministrare la citta': chiunque lo puo' infinocchiare: volete un sindaco cosi'? se invece lo sapeva, allora altro che dimissioni, e' da galera, con addizionale di pena! parmensi, ma lo volete un sindaco cosi'?

    Rispondi

    • luana

      27 Giugno @ 11.58

      Ma il caro Buzzi neanche Lui sapeva??? Strano molto strano .... Lui non sa mai niente ... lui sa solo andare in televisione a raccontare cose non vere Vedi il Bilancio.. Non ho parole Ma che si dimetta pure Lui!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Rispondi

  • Giorgio Ossimprandi

    26 Giugno @ 15.08

    qualsiasi imprenditore risponde delle malefatte dei suoi dipendenti.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

FONTANELLATO

Brucia la corte dei Boldrocchi: addio al recupero?

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

1commento

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

MILANO

Pedofilia: 6 anni e 4 mesi a don Galli

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

SPORT

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

Serie C

Sospese fino a data da destinarsi le gare dell'Entella

SOCIETA'

STATI UNITI

Aragoste sedate con la marijuana prima di finire in pentola

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse