17°

28°

Parma

Giunta Vignali: dopo Sommi si dimette l'assessore Pellacini Fecci: "Starò vicino agli agenti di Polizia Municipale, corpo penalizzato dalla vicenda"

Giunta Vignali: dopo Sommi si dimette l'assessore Pellacini Fecci: "Starò vicino agli agenti di Polizia Municipale, corpo penalizzato dalla vicenda"
Ricevi gratis le news
140

La giunta di Pietro Vignali ha perso due pezzi nel giro di poche ore. Questa mattina l'assessore alla Cultura Luca Sommi ha dato le dimissioni. Nel pomeriggio l'Udc ha annunciato che si dimette anche l'assessore alle Politiche abitative Giuseppe Pellacini, mentre il partito dà il suo appoggio esterno a Vignali: d'ora in poi, i tre consiglieri dell'Udc voteranno secondo coscienza, valutando caso per caso.
Lo hanno detto in conferenza stampa Giuseppe Pellacini, l'onorevole Mauro Libè e, in rappresentanza dei consiglieri comunali, Stefano Libè. L'Udc - è stato detto - è scontenta da tempo perché pensa che il sindaco Vignali non abbia operato a sufficienza "per mettere in sicurezza i conti del Comune".
Pellacini ha sottolineato di aver incontrato il sindaco per primo, anziché i giornalisti: «Gli ho comunicato le mie dimissioni serenamente. Il mio rapporto personale con lui è di amicizia. Ma una cosa è l'amicizia, altro sono le scelte politiche e amministrative».
L'Udc chiede inoltre la rimozione di Carlo Frateschi, direttore generale del Comune. Rimozione che, se non avverrà in tempi brevi, porterà il partito a trarre "ulteriori conseguenze".
La maggioranza in Consiglio comunale quindi perde altri pezzi: 21 consiglieri compreso il sindaco (erano 26 a inizio legislatura; nel frattempo sono usciti Elvio Ubaldi, Carmelo La Mantia e ora i tre consiglieri dell'Udc).

LA CULTURA PASSA A MARINI, LE POLITICHE ABITATIVE AL SINDACO -"In seguito alle dimissioni dalla Giunta di oggi degli assessori Giuseppe Pellacini e Luca Sommi,- fa sapere il Comune attraverso una nota stampa - il sindaco Pietro Vignali rende noto che la Cultura finirà nelle competenze dell’assessore Mario Marini mentre le deleghe dell’ex assessore Pellacini resteranno al sindaco stesso. Si tratta, quest’ultime, di Politiche abitative, Gestione e valorizzazione Patrimonio Immobiliare, Gestione edilizia residenziale pubblica e, infine, rapporti con Acer".

VIDEO Libè (Udc): "Da tempo non siamo soddisfatti. Aspettiamo risposte concrete dal sindaco entro pochi giorni" (video-intervista)

SOMMI: "SONO SDEGNATO". Incontrando i cronisti, Sommi si è detto sdegnato per quanto sta accadendo e ha annunciato le sue dimissioni, definite irrevocabili e doverose. «Sono molto amareggiato. Non avrei mai immaginato cose del genere, altrimenti le avrei denunciate a chi di dovere».
L'assessore dimissionario spiega che «c'è un'abissale distanza» fra il suo modo di essere e i fatti scoperti dalla magistratura.
«In considerazione della straordinaria gravità dei fatti emersi negli ultimi giorni - spiega Sommi - ritengo che non ci siano più le condizioni per lavorare serenamente con questa amministrazione, che pare segnata da una situazione fuori controllo». Al sindaco Vignali, Sommi invia il suo «grazie» per la possibilità che gli ha concesso negli ultimi quattro anni, ma anche una considerazione amara: «Un leader non può dire di non sapere o di essere così ingenuo da non essersi accorto di nulla. Un leader non può essere ingenuo, anche se io credo personalmente alla buona fede del sindaco».
L'assessore dimissionario ha anche spiegato le ragioni personali che lo hanno indotto a dimettersi: «Mi è mancata la terra sotto i piedi quando ho letto sul giornale quello che è accaduto venerdì scorso. Il mio assessorato e la mia persona non sono minimamente coinvolti nella vicenda, ma credo che in casi come questi serva dare un segnale morale, etico e politico. Ritengo che la situazione sia fuori controllo e voglio prendere le distanze».
Secondo lui, il sindaco dovrebbe dimettersi? Sommi non risponde alla domanda dei cronisti, dice soltanto che il primo cittadino ha peccato di ingenuità.
Luca Sommi si dice disposto a traghettare l'assessorato nella gestione delle iniziative già in programma, per evitare che siano annullate. Ribadisce l'impegno profuso alla guida della Cultura in Giunta. E dice che dopo questa esperienza politica, si rimetterà alla ricerca di un lavoro.

INDISCREZIONI SU ALTRE DIMISSIONI. Secondo indiscrezioni all'ora di pranzo si è riunita la giunta, senza il sindaco Pietro Vignali, per discutere la permanenza del direttore generale Frateschi e il ruolo del vicesindaco Paolo Buzzi: alcuni assessori vorrebbero un passo indietro di Buzzi, per "salvare" Vignali.
L'assessore Ghiretti ha detto che, rispetto all'ipotesi di dimissioni, preferisce restare al suo posto per "un atteggiamento di responsabilità".

FECCI: "IL MIO COMPITO ORA E' STARE VICINO AGLI AGENTI DI POLIZIA MUNICIPALE" - “L’iter  giudiziario deve fare il suo corso ed è interesse collettivo che ove vi siano cose poco chiare la Magistratura faccia luce sui fatti. Non entro nel merito della vicenda perché non ho nessun elemento per poterlo fare, ma è competenza dei Tribunali accertare i fatti - scrive l'assessore alla Sicurezza Fabio Fecci -. Non vi è dubbio che sia interesse comune che l’Amministrazione abbia un atteggiamento assolutamente collaborativo nella ricerca della verità. Penalizzato da questa vicenda, qualunque ne sia l’esito, è anche il Corpo della Polizia Municipale. Per questo motivo già da venerdì ho incontrato i vertici del Corpo per ridefinire le strategie organizzative e operative, per dare continuità alle attività del servizio, nell’interesse dei cittadini. Il mio compito ora è essere vicino ai tanti agenti che svolgono con diligenza e dedizione il loro lavoro ed impedire uno scollamento con la cittadinanza. Tutto questo per evitare sia che si perda fiducia nel Corpo della Polizia Municipale sia che a quest’ultimo vengano meno quelle motivazioni che devono stare alla base di ogni condotta lavorativa, con pericolose ripercussioni nelle attività di istituto e con conseguenti ricadute sulla sicurezza dei cittadini. Mi riservo ovviamente di fare tutte le opportune valutazioni di tipo politico, dopo che verrà superata questa prima fase che ritengo assolutamente prioritaria”.

VILLANI E MOINE: "L'INTERESSE DELLA CITTA' PRIMA DI TUTTO" -  “Responsabilità e nervi saldi per il preminente interesse della città”. Questo il commento con cui escono i vertici provinciali del Pdl Luigi Giuseppe Villani, coordinatore e Massimo Moine, vice vicario, sulla situazione in Comune a Parma. “Premesso che la posizione definitiva del Pdl sarà assunta solo a seguito del direttivo provinciale di questa sera. In questo momento difficile la priorità  è quella di prendere, con determinazione e idee chiare,urgenti provvedimenti per salvaguardare la stabilità di bilancio del Comune e continuare il risanamento delle partecipate. Se lasciassimo in questo momento, queste operazioni non potrebbero essere attuate e inoltre si interromperebbero  i pagamenti dei dovuti pregressi ai fornitori dell’ente con la città che rischierebbe di  subire pesanti danni. Con massimo senso di responsabilità, di questo hanno discusso gli assessori nei giorni scorsi e gli stessi problemi sono anche stati affrontati in diverse riunioni di maggioranza con i Consiglieri comunali – hanno quindi aggiunto i due esponenti del PDL – L’auspicio è che sia i provvedimenti finanziari interni al Comune sia il piano di risanamento arrivino il più presto possibile in Consiglio comunale".

DALLA GAZZETTA DI PARMA IN EDICOLA OGGI
Sono i giorni delle voci e delle indiscrezioni: si dice che qualche assessore potrebbe lasciare la giunta. E' il segno di un'incertezza che rappresenta il tratto dominante dopo la bufera giudiziaria che si è abbattuta sul Comune (11 arrestati nell'inchiesta sulle mazzette per il verde pubblico).

La maggioranza che sostiene il sindaco Vignali - Pdl, Udc e Parma Civica - sta valutando la solidità dell'argine che è in grado di
alzare attorno alla decisione del sindaco di non dimettersi. Ieri si è riunito lo stato maggiore del Pdl: un summit riservato agli assessori e ai consiglieri comunali che siedono sui banchi di Impegno per Parma. Per stasera è stato convocato il consiglio provinciale di partito. Non a tutti è piaciuta la scelta di azzerare le figure dirigenziali di vertice. A partire dal modo, ovvero senza il coinvolgimento della giunta. Tanto che in mattinata c'era chi ipotizzava che Mario Marini potesse dare il proprio segnale di dissenso rimettendo la delega al Personale, pur rimanendo in giunta. Mentre da giorni si vocifera che Paolo Zoni potrebbe lasciare l'amministrazione: si dice che proprio quest'ultimo abbia chiesto la rimozione del direttore generale Carlo Frateschi.

Alla fine, dopo due ore di dibattito, nessuna decisione è stata presa e nello stato maggiore del Pdl non si sono registrati strappi. «Per ora andiamo avanti uniti», dice uno dei consiglieri presenti all'assemblea. Oggi si riuniscono anche «Parma Civica» e Udc.

Tutte le informazioni su inchiesta e situazione politica sulla Gazzetta di Parma in edicola, con tre pagine dedicate alla vicenda

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • CARLO

    28 Giugno @ 19.09

    OVVIO!!! si dimette così può ricandidarsi come "PURO" alle prossime elezioni. QUESTA GENTE NON LA VOGLIAMO VEDERE MAI PIU'!!! SOMMI COMPRESO!!!

    Rispondi

  • marco

    28 Giugno @ 15.44

    L'ASSESSORE SASSI SI DEVE DIMETTERE!!! LEI COSA HA CONTROLLATO???? NON SAPEVA DI ESSERE ASSESSORE?

    Rispondi

  • www.gazzettadiparma.it

    28 Giugno @ 13.57

    Per Casimiro68 - Della telefonata in cui Jacobazzi parla del dehor (conversazione comunque non avuta con Rosi) la Gazzetta di Parma ha parlato nel primo giorno della vicenda, il 25 giugno.

    Rispondi

  • federica barbacini coordinatrice provinciale sel parma

    28 Giugno @ 12.03

    Di fronte agli arresti e alle vicende delle ultime ore, non possiamo che pensare che i castello di carte costruito da Vignali e co. stia miseramente crollando sotto il peso di eccessivi indebitamenti e corruzione, esattamente come più volte denunciato dalle opposizioni. Senza scomodare Darwin secondo la cui teoria "l'ontogenesi ripercorre la filogenesi" e quindi il malgoverno locale altro non sarebbe che una copia di quello nazionale, è chiaro ormai a tutti che ci troviamo davanti ad un sistema poltico sporco, dove sono in vigore la corruzione dilagante e la cura degli interessi privati a discapito di quelli dei cittadini, con notevole sperpero di denaro pubblico. Riteniamo sia giunta l'ora di cambiare la classe dirigente, perchè è ormai evidente che quella attuale nulla di buono ha portato alla città, se non indebitamenti per opere folli i cui costi ricadranno sulle spalle dei cittadini e dei loro figli per gli anni a venire. Crediamo inoltre che i fatti accaduti dimostrino il fallimento del tanto decantato "civismo", che altro non sarebbe che una maschera dietro la quale nascondere incompetenze ed appetiti personali. A questo punto alla Giunta Vignali, non resta che dimettersi in blocco per lasciare il posto a chi saprà sicuramente governare con correttezza, onestà ed in piena legalità, ma soprattutto nell'interesse di tutti i parmigiani.

    Rispondi

  • stefano m

    28 Giugno @ 09.56

    Bisognerebbe ricordare allo sdegnato e smemorato Sommi quanto successo in Consiglio Comunale qualche tempo fa, come riportato di seguito da un articolo di giornale "Lavata di capo di Ubaldi all'assessore alla Cultura Luca Sommi. Nodo del contendere i diversi importi di spesa relativi al Festival Jazz. La seduta scorsa, infatti, Sommi aveva parlato di un esborso del Comune di 136 mila euro, anche se dal conteggio delle relative determine il consigliere del Pd Matteo Caselli aveva raggiunto un totale di 234 mila euro. "Ma le determine sono costi accessori e io la volta scorsa non parlavo di spese complessive. Ai 136 mila euro vanno infatti aggiunti 100 mila euro di costi accessori dovuti agli eventi collaterali che sarebbero però coperti in parte dagli sponsor", ha cercato di chiarire Sommi oggi. "L'incasso della manifestazione? Sedicimila euro. E' un quindicesimo di quanto speso - ammette - ma la cultura è sempre un costo, tuttavia quest'amministrazione ha deciso di sostenerlo come scelta politica". "Un festival improponibile in questo momento di crisi economica", taglia corto Caselli che invita Sommi a prestare maggiore chiarezza in futuro. La doppia risposta fornita in aula dall'assessore non va giù ad Ubaldi: "Quando un assessore risponde formalmente in Consiglio riveste la funzione di pubblico ufficiale e chi interpella lo fa in base a un preciso diritto garantito dalla legge, per cui mentire davanti al Consiglio è un reato e non è una opzione politica. Valuterò i verbali delle sedute perché ho il dovere di tutelare i diritti dentro il Consiglio. Non ci può essere superficialità quando si esprimono dei dati". Immediata la replica del vicesindaco Paolo Buzzi: "La nostra filosofia politica è dire le cose come stanno, se poi le interrogazioni sono state diverse, più generica la prima, fa parte della dinamica della risposta. Non abbiamo nulla da nascondere a nessuno".

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

3commenti

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

sicurezza stradale

Massese, allarme per quelle righe orizzontali ormai "fantasma"

politica

Pizzarotti sulla vicenda Casalino: "Le minacce sono il metodo 5 Stelle"

1commento

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

ECONOMIA

Rinnovato il contratto integrativo in Barilla: previsto premio da 10.800 euro in 4 anni

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

6commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"