20°

31°

Parma

Vignali scrive alla città: "Nel 2012 non mi ricandiderò ma oggi non posso lasciare"

Vignali scrive alla città: "Nel 2012 non mi ricandiderò ma oggi non posso lasciare"
Ricevi gratis le news
86

La lettera aperta del sindaco Pietro Vignali alla città: 

Sento il dovere in queste ore, dopo i fatti che hanno scosso e sbigottito tutti noi, di rivolgermi ai parmigiani per dire che considero in dirittura d’arrivo la mia vicenda di amministratore di questa città: nel 2012 non mi ricandiderò alla carica di sindaco.
Ne sono profondamente addolorato.
Essere sindaco, però non è soltanto un onore, ma anche una grande responsabilità a cui non intendo sottrarmi e lasciare oggi senza guida questa città avrebbe conseguenze gravissime.
Se rimango ancora in carica, non è per l’attaccamento alla poltrona o per la mia carriera politica, ma soltanto per ottenere i finanziamenti e approvare i piani industriali che sono necessari per pagare le imprese, per non lasciare a metà i cantieri di opere fondamentali su cui sono stati già spesi milioni di euro, per mettere definitivamente in sicurezza il sistema delle società partecipate. Diversamente tutto questo sarebbe a rischio.
Sto parlando di pochi passaggi amministrativi che sono il frutto di un lunghissimo lavoro con le banche, con il territorio, con il Governo, che sarebbe irresponsabile abbandonare ora.
Lasciare oggi sarebbe la soluzione più facile, almeno personalmente. Ma la peggiore per la città.
Spero che tutti, la città, il Consiglio Comunale, la maggioranza e l’opposizione, lo comprendano.
La mia maggioranza ha dato indicazioni precise e responsabili in questo senso, sottolineando la necessità di un percorso condiviso con le forze sociali ed economiche e con la stessa opposizione consiliare. Esiste la loro disponibilità a condividere un’agenda di fondamentali priorità?
Certo, non avrei mai pensato di dover dire queste parole per parlare della mia esperienza di amministratore.
Un’esperienza che ha assorbito completamente più di dieci anni della mia vita.
Ci ho messo anima e corpo, tutto il mio impegno, tutte le mie capacità prima come assessore e poi come sindaco. Lo voglio dire: non mi sono risparmiato, e sono convinto di aver anche lavorato bene.
Ci siamo trovati in mezzo al fiume mentre arrivava la piena di una crisi economia pesantissima, con le finanze pubbliche svuotate, in uno scenario politico sempre più deteriorato. Ma con le famiglie e le imprese che guardavano a noi per essere aiutate e sostenute.
Allora mi sono reso conto che era necessario invertire la rotta, che quell’idea di città che avevamo tutti perseguita, non era più sostenibile in un mondo completamente cambiato. Innanzitutto mi sono reso conto che era impossibile realizzare la metropolitana, e che era molto difficile, ma ormai imprescindibile, riprendere il controllo di una mole di investimenti che il Comune aveva già programmato negli anni precedenti la crisi, ma che rischiavano, in questo nuovo contesto, di trascinare come una zavorra il Comune a fondo.
Nonostante quello che si continua a dire la situazione finanziaria del Comune, di STT, Parma Infrastrutture sono sotto controllo. Manca solo l’ultimo passo.
Ci sono stati errori? Certamente sì. I fatti di questi giorni lo dimostrano.
Non ne sapevo nulla e ho provato a dirlo alla città.
Ma mi rendo conto che oggi c’è il rischio che si faccia di tutta l’erba un fascio, e che quindi sia lesa la credibilità dell’intera Amministrazione, e compromesso il lavoro della mia giunta e dei dipendenti di questo Comune che in questi anni hanno lavorato tanto e bene.
Meritano la gratitudine mia e della città.
Ritengo pertanto che sia giusto fare un passo indietro, ma non scappare davanti alle responsabilità.
La città era in mezzo a un guado pericoloso, ora siamo a un passo dalla riva. Voglio portarla su quella riva, poi lascerò.

Pietro Vignali
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Lamierino zigrinato

    10 Febbraio @ 01.13

    Rileggere oggi questi commenti e vedere la veemenza di certi utenti permette capire perché Parma è finita così male. L'interesse personale e gli egoismi valgono - ancora oggi - molto più degli interessi dei molti o, per meglio dire, di tutti.

    Rispondi

  • www.gazzettadiparma.it

    29 Giugno @ 15.25

    @ FRAMBO: Non pubblichiamo "solo i commenti contro", come dice lei, ma ogni commento che arriva, purché non sia diffamatorio o offensivo (anche verso altri lettori). Nei vari articoli sulla vicenda potrà trovare commenti di tutti i generi.

    Rispondi

  • roberto

    29 Giugno @ 14.09

    BRAVO !!!! Sai come le avresti vinte le elezioni del 2012 !!!!! Ma com ha fatto a fare politica fino ad oggi un simile individuo! Si lggesse almeno Machiavelli una volta nella vita ! Ah... Già... con la testa che ha forse non o avrebbe caito .....

    Rispondi

  • Valeria

    29 Giugno @ 13.29

    Per signor Norino 28/06/2011 ore 20,08: non vorrei, ma so che lei ha proprio ragione , purtroppo! E tutti onesti allo stesso modo e noi a far sacrifici per arrivare a fine mese a per cercare di dare un futuro ai nostri figli! (che sono quelli che dovrebbero andare al mercato alle cinque del mattino a lavorare! Ma ci andassero i nostri politici e tutti i loro parenti!). Ed è inutile recriminare su Vendola non si è dimesso per cui nemmeno Vignali deve dimettersi. Tutti devono andarsene, quando sono disonesti non importa il colore!

    Rispondi

    • Andrea Bruschi

      29 Giugno @ 15.27

      Secondo me è un atto di coraggio rimanere per finire la legislatura e mettere a posto i conti del Comune. Sarebbe molto più facile ma irresponsabile fare come l'assessore Sommi di tirarsi fuori per fare la figura di quello pulito. Non sto dicendo di non essere sdegnato dall'accaduto, ma mi sembra più responsabile metterci la faccia fino in fondo che cercare di uscirne per far finta di non centrare con l'amministrazione.

      Rispondi

  • Ginko

    29 Giugno @ 12.58

    In questi giorni, sono state scritte e dette tante parole.Tutte uguali, sempre le stesse cose.Mai proposte costruttive, solo chiacchere al vento e inutili. E' facile dire al Sindaco di dimettersi, facile e comodo per qualcuno.Più difficile restare e andare avanti. Signor Sindaco, faccia piazza pulita, e tolga di mezzo tutte le persone che hanno operato in modo errato, faccia controllare anche le altre aziende dove il Comune di Parma ha voce in capitolo(TEP;IREN ecc), si liberi di dirigenti poco affidabili e disonesti, ma LEI RIMANGA, faccia vedere a tutti la persona che è. Io sono convinto che può farcela, e che potrà dimostrare a tutti di essere un OTTIMO SINDACO. Grazie per tutto quello che ha fatto per Parma. Vi ricordate come era prima?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Iran-Spagna: la carica dei tifosi sugli spalti

mondiali 2018

Iran-Spagna: la carica dei tifosi sugli spalti Foto

La prima prova della Maturità: foto dalle scuole di Parma

ESAME

La prima prova della Maturità: foto dalle scuole di Parma

Dogana opening party al Best: ecco chi c'era Foto

FESTE PGN

Dogana opening party al Best: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Musica Pop anni '80: vota la tua preferita

SONDAGGIO

Estate, tempo di musica e tormentoni: vota la tua hit Anni '80 preferita

Lealtrenotizie

La tragedia di Paolo Superchi e l'attesa struggente della sua Saky

Schianto

La tragedia di Paolo Superchi e l'attesa struggente della sua Saky

Monticelli

Truffa dello specchietto: nomade denunciato

PARMA DEFERITO

Vogliono toglierci un sogno

1commento

PARMA

Incidente tra via Fleming e via Fermi, disagi al traffico

Auto in un fosso a Bezze di Torrile: un ferito

Lutto

Addio a Lino Morini, imprenditore nell'edilizia

San Prospero

Un'auto si scontra contro un camion e si ribalta

Per fortuna solo un ferito lieve. Lunghe code sulla via Emilia

IL CASO

Sala, piazza Gramsci non cambia nome

Disagi

Via Avogadro: dopo i ripetitori, ora anche il rumore

INTERVISTA

Le Moli e «Molto rumore per nulla»

BARDI

Le Poste risarciranno gli eredi dei derubati

PARMA

Oggi l'assemblea degli industriali al «Paganini»

Parma calcio

Carra: "La Serie A del Parma non può essere messa in discussione" Video

1commento

PARMA

Auto esce di strada e prende fuoco: un ferito grave in tangenziale Il video

12 TG PARMA

Parma calcio: cosa succederà ora e cosa rischia davvero

2commenti

PARMA

Incidente in via Burla: muore un motociclista 49enne

La vittima dell'incidente è Paolo Superchi

2commenti

12 tg parma

Maturità a Parma, primo scritto fra tensione e scaramanzia: parlano i ragazzi Video

La traccia più seguita? La poesia di Alda Merini

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dazi, i pericoli di una guerra commerciale globale

di Paolo Ferrandi

PGN

La canzone dell'estate 2018?

di Mara Varoli

ITALIA/MONDO

CAMPANIA

Lucravano sull'accoglienza dei migranti: 5 arresti a Benevento

1commento

esami

Maturità: è Aristotele l'autore scelto per la versione di greco

SPORT

CALCIO

"Tentato illecito", deferiti Calaiò e il Parma. La società: "Accusa sconcertante"

33commenti

Bellezze...mondiali

La Polonia ha perso, ma le sue tifose (sugli spalti) hanno vinto Gallery

SOCIETA'

Social Network

Instagram raggiunge un miliardo di utenti e sfida YouTube

MODENA

L'Osteria Francescana di Massimo Bottura è ancora il ristorante migliore del mondo

MOTORI

ANTEPRIMA

Ecco la nuova S60, la prima Volvo costruita negli Usa

RESTYLING

La Mercedes Classe C fa il pieno. Di novità