19°

Parma

Libè: "Equitalia, moratoria del sistema di riscossioni"

Libè: "Equitalia, moratoria del sistema di riscossioni"
Ricevi gratis le news
2

 Gian Luca Zurlini

«Proponiamo al Governo che venga fatta una moratoria, in pratica una sospensiva, di 6 o come minimo 3 mesi, del sistema di riscossioni di Equitalia».  L'annuncio è del deputato parmigiano dell'Udc  Mauro Libè,  che alza la voce contro le «ganasce fiscali» ritenendo necessario  «intervenire per fermare quella che è diventata una sorta di trappola in cui sono coinvolte 6 milioni di famiglie e un milione e mezzo di aziende».
Legge da rivedere
Libè ha spiegato che «la nostra proposta al Governo è una proposta che va nella direzione del buon senso. Il problema è che  Equitalia, voluta e attuata dall'ultimo governo Prodi e poi “perfezionata” dal ministro Tremonti, doveva essere, nelle intenzioni iniziali, uno strumento per una migliore equità fiscale, un abbattimento dei costi delle riscossioni e una razionalizzazione dei rapporti con i cittadini. In realtà, le norme applicate in modo rigido e alcune particolarità, come ad esempio il 9% di aggio applicato sulle riscossioni e il fatto che in alcuni casi i cittadini si trovino a dover pagare addirittura il 300% in più rispetto alla somma dovuta inizialmente, hanno trasformato Equitalia in una sorta di “mostro” che rischia di fare strage di aziende e di mandare in difficoltà milioni di famiglie anche per mancanze tutto sommato banali».
No alla riscossione ai Comuni
All'Udc non sta neppure bene l'ultima proposta del ministro Tremonti, «che è di affidare ai comuni le riscossioni di somme sotto i 20 mila euro. Con i problemi finanziari che oggi hanno gli enti locali, alla fine per i cittadini le cose andrebbero ancor peggio, senza contare che si avrebbe una lievitazione delle spese, perché si dovrebbero creare nuove strutture, a tutto danno della spesa pubblica».
Moratoria per fare il punto
Da qui la proposta della moratoria. «La nostra idea - spiega Libè - è che serva tempo per fare una cernita tra chi fa il furbo e chi effettivamente attraversa gravi difficoltà e rischia di essere strangolato economicamente anche per somme relativamente basse. L'attuale meccanismo è implacabile e neppure l'abbassamento dell'aggio all'8%, avvenuto peraltro solo in seguito a una nostra formale protesta, ha migliorato la situazione, creando anzi una vistosa disuguaglianza fra un “prima” e un “dopo”. A questo punto serve chiarezza e soprattutto si deve fare in modo che vengano stabilite regole chiare su chi potrebbe aver  diritto alla rateizzazione dei pagamenti alla luce della propria situazione economica».
No ai cittadini vessati
 La situazione attuale, infatti, è inaccettabile: «In pratica, chi deve versare grosse somme oppure dispone di una struttura legale, si attrezza per i ricorsi e riesce a sospendere pagamenti anche di una certa entità. I cittadini che potremmo definire “normali”, invece, una volta che si vedono recapitare cartelle esattoriali con la minaccia anche del fermo amministrativo dell'auto, vanno subito a pagare, a costo anche di enormi sacrifici, perché hanno di fronte solo lo spauracchio di una misura spesso sproporzionata all'eventuale debito nei confronti del fisco. E questo, in un paese normale, non può e non deve avvenire, perché di fatto si trasforma in una vessazione nei confronti di una parte della popolazione che comunque dimostra la volontà di riparare ai propri eventuali errori».
Compensazione  debiti-crediti
Un'altra proposta dell'Udc  è la possibilità di compensazione fra debiti e crediti nei confronti dello Stato, che  potrebbe risolvere molti  casi spinosi. «Adesso siamo nella paradossale situazione per cui un'azienda o un cittadino che vantano  anche crediti  di un certo rilievo nei confronti dello Stato non possono in alcun modo utilizzarli a compensazione di un debito di cui viene chiesto il pagamento in modo coattivo. In questo modo al danno si aggiunge anche la beffa per cui, a fronte di pagamenti che vengono enormemente dilazionati nel tempo, a volte anche fino a due anni, si richiedono versamenti in tempi ristretti per le somme dovute a vario titolo alla fiscalità generale. E anche questa è una stortura che andrebbe eliminata». Libè conclude auspicando che «il Governo intervenga al più presto in modo concreto, perché è in ballo il destino di milioni di aziende e di famiglie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • arrichiello tommaso

    28 Giugno @ 15.22

    in italia la legge e' uguale per tutti .Vorrei pagare le tasse agli strozzini statali nello stesso modo che' lo stato mi riconosce gli interessi sui cct , sui bot e sui buoni postali

    Rispondi

  • Andrea

    28 Giugno @ 14.46

    Finalmente una proposta seria

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno