19°

29°

Parma

Processo Bonsu, Jacobazzi: "Gli agenti e tutti quelli che hanno partecipato all'operazione hanno avuto un atteggiamento omertoso"

Processo Bonsu, Jacobazzi: "Gli agenti e tutti quelli che hanno partecipato all'operazione hanno avuto un atteggiamento omertoso"
Ricevi gratis le news
4

 Ha sparato a zero sul suo predecessore Giovanni Maria Jacobazzi, l’oramai ex comandante della polizia municipale di Parma (ha dato le dimissioni ieri dal carcere di via Burla) nel corso del processo agli otto vigili accusati del pestaggio di Emmanuel Bonsu Foster, il ragazzo ghanese arrestato durante un’operazione antidroga condotta dal Nucleo di pronto intervento della municipale di Parma. «Gli agenti e tutti quelli che hanno partecipato all’operazione hanno avuto un atteggiamento omertoso», ha spiegato Jacobazzi che è giunto in aula scortato da tre guardie carcerarie in quanto arrestato venerdì scorso durante il blitz anticorruzione della guardia di finanza.
«Il mio primo interlocutore è stato l’assessore Costantino Monteverdi, ma ho parlato della vicenda Bonsu anche con il sindaco e con l’ex comandante del Corpo Emma Monguidi, senza riuscire a ottenere più informazioni di quelle che erano contenute nelle relazioni di servizio, sulla base delle quali ho steso una relazione consegnata il 16 di ottobre», ha continuato Jacobazzi. I fatti da accertare per il neocomandante del Corpo (Bonsu era stato illegittimamente arrestato il 29 settembre mentre Jacobazzi ha preso servizio il primo ottobre), riguardavano ciò che era accaduto durante l’operazione antidroga nel parco Falcone e Borsellino e, successivamente, nella centrale dei vigili in via del Taglio. Jacobazzi ha spiegato di essersi trovato fin da subito di fronte ad una situazione paradossale: «La Monguidi mi disse che lei non c'era e che quindi avrei dovuto chiedere a chi aveva gestito l'operazione, ma in breve mi accorsi che non era stato firmato nessun ordine di servizio che autorizzasse l’azione in borghese, che non erano immediatamente identificabili gli agenti, i funzionari e i dirigenti che vi avevano preso parte e che non avevo documenti che spiegassero ciò che era accaduto nel corso della stessa operazione».
Jacobazzi ha descritto il suo ruolo in quei giorni come quello di chi deve applicare la «maieutica socratica» ai vigili al fine di scoprire l’accaduto. Per quanto riguarda invece la supposta «divulgazione di documenti d’ufficio relativi all’accaduto» (le relazioni di servizio individuali) che furono pubblicate dal settimanale Panorama, Jacobazzi ha spiegato di essere estraneo alla vicenda e di non essersi neppure preoccupato di appurare chi avesse potuto consegnare tali documenti al giornalista ma di essere a conoscenza che il giornalista «fu chiamato dal Comune che aveva bisogno di recuperare una buona immagine dopo la pessima impressione che la vicenda Bonsu aveva trasmesso». «Dopo essermi insediato nel mio ufficio decisi, in accordo con l’Amministrazione di Parma, di sospendere gli agenti e di avviare un’inchiesta interna che non si è ancora conclusa perchè si attende la decisione del Tribunale penale. Ma prima ancora decisi di sciogliere il Nucleo di pronto intervento perchè ritenevo che non esistessero le condizioni per poterlo mantenere in vita».
Jacobazzi ha spiegato inoltre di non essere a conoscenza di alcuna relazione destinata alla Prefettura di Parma e, presumibilmente, al ministro Maroni che all’epoca, secondo alcune ipotesi venute a galla in dibattimento, avrebbe richiesto informazioni precise su quanto accaduto a Parma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • alceo

    29 Giugno @ 17.48

    @mauro: concordo con te, gli alti gradi sono peggio, in fondo gli imputati sono solo la manovalanza che ha provato a giocare al callaghan dilettante.. Basta vedere la deposizione in aula della Monguidi che per evitare eventuali imputazioni ha preferito fare la figura dell' oca o la performance tribunalizia ancora più penosa dell'ex assessore...

    Rispondi

  • LC

    29 Giugno @ 15.41

    Jacobazzi: "[...] tutti quelli che hanno partecipato all'operazione hanno avuto un atteggiamento omertoso". Ricordo che al Pronto Soccorso è stata fatta una prognosi di 2 (giorni). Basta andare a vedere la fotografia della faccia di Emmanuel Bonsu, per capire il tentato atteggiamento mafioso di copertura-insabbiatura che si è avuto in questo caso anche da parte di sanitari. Rammento che quell'occhio traumatizzato richiese un delicato intervento chirurgico maxillofacciale.

    Rispondi

  • Mauro

    29 Giugno @ 12.40

    Caro Corrado molto probabilmente questo atteggiamento sarà dovuto a un basso livello culturale, ma visto quel che stà succedendo nel Comune di Parma mi sembra che anche chi dovrebbe avere un alto livello culturale non sia da portare come esempio.

    Rispondi

  • alceo

    29 Giugno @ 07.43

    una cosa giusta jacobazzi in udienza la ha detta: sono degli ignoranti che neppure sanno scrivere in italiano. come già sottolineato da diversi lettori, non credo che vi sia stata negli imputati una vera voglia di razzismo ma piuttosto solo un basso livello culturale e frustrazioni personali che li portano a essere maneschi

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

1commento

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

5commenti

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

MILANO

Pedofilia: 6 anni e 4 mesi a don Galli

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

SPORT

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

Serie C

Sospese fino a data da destinarsi le gare dell'Entella

SOCIETA'

STATI UNITI

Aragoste sedate con la marijuana prima di finire in pentola

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse