10°

23°

Parma

Crisi e rilancio della facoltà di Medicina: il dibattito continua

Crisi e rilancio della facoltà di Medicina: il dibattito continua
Ricevi gratis le news
1

 E' programmata per domani in Municipio la seconda riunione della Commissione consiliare sanità, servizi sociali e sicurezza sociale del Comune per discutere della crisi e del rilancio della Facoltà di Medicina. 
La prima riunione si è tenuta l'8 giugno scorso con l'intervento  del preside della facoltà, professor Loris Borghi. Nella  seconda riunione interverranno i  direttori generali di Azienda Ospedaliero-Universitaria,  Leonida Grisendi e di Ausl di Parma,  Massimo Fabi.
 «L'obiettivo di queste riunioni - dice il presidente della Commissione Sanità del Comune, Giuseppe Pantano - è  approfondire il tema. Dal  precedente incontro  è uscito  un quadro preoccupante della situazione, a  partire  dal costante calo  dei docenti.  Il professor Borghi è stato   chiaro nel rigettare una visione solamente politica». Pantano, in proposito,  definisce      strumentale  la posizione del Pd  che ritiene  che  il vero  problema della facoltà, come di tutta l'Università, sia  dato dalla mancanza di fondi dovuta ai tagli del Governo di centrodestra». 
«Il preside della Facoltà - ha sottolineato Pantano - ha detto  che la carenza di fondi è innegabile ma non è un problema insormontabile perché non si è sotto la soglia di sopravvivenza e comunque può essere  mitigato attraverso una migliore organizzazione, da una miglior applicazione del merito oltre che dalla possibilità di recepire finanziamenti da parte di privati come consente la Riforma Gelmini». 
La commissione incontrerà anche  il  rettore dell'Università,  Gino Ferretti. Il parere dei sindacati ospedalieri. «Le eventuali carenze di organico della Facoltà di Medicina non pregiudicano la funzionalità dell’Ospedale, che continua a fornire l’assistenza di sempre». Ci tengono a chiarirlo Franco Masini e Roberto Quintavalla, segretari rispettivamente di Fp-Cgil di Parma e di Anaao (Associazione nazionale aiuti assistenti ospedalieri) oltre che medici dell’Ospedale Maggiore. «Le polemiche che abbiamo letto sui giornali  - spiegano - rischiano di dare ai cittadini una visione distorta della realtà. E’ vero che ci sono delle carenze di organico dovute ai pensionamenti, ma riguardano principalmente il personale universitario, la docenza, non hanno ripercussioni sulla funzionalità dell’Ospedale». «Il sindaco - aggiungono - ha dichiarato che "i docenti e i ricercatori della facoltà di Medicina sono la prima risorsa dell’Azienda"; in realtà non è così. Anche solo numericamente il personale ospedaliero ha un maggior peso». «Non è nemmeno vero, come ha detto Giovanni Oliva di Fp-Cisl, che "mancano le punte di diamante per i pazienti in cerca di mani fidate", non c'è nessuna fuga di cervelli in corso. Il messaggio rischia di essere fuorviante: l’Ospedale ha personale preparato e competente a cui i pazienti si possono affidare come hanno sempre fatto».
Nessuna polemica con i colleghi docenti, ci tengono a sottolinearlo Masini e Quintavalla, che anzi ribadiscono la loro disponibilità alla collaborazione: «Il personale ospedaliero potrebbe venire incontro alle necessità di quello universitario, coprire alcuni posti rimasti vacanti, così come in passato è accaduto a ruoli invertiti». Da quando nel 2006 l’azienda universitaria e quella ospedaliera si sono fuse, dando vita ad un’azienda integrata, spiegano, gli ospedalieri e gli universitari, pur facendo parte della stessa azienda, hanno sempre avuto ruoli ben distinti. «Avevamo già allora messo in luce debolezze e punti di forza nei due organici, e dato la disponibilità per riequilibrare la situazione, senza preclusioni», ricorda Masini. «L'idea - spiega Quintavalla - è di arrivare poco alla volta ad una struttura in cui le due figure siano un tutt'uno, in cui l’assistenza e la docenza possano fondersi. Serve un po' di coraggio». «Capiamo la preoccupazione del preside della facoltà di Medicina - aggiunge Masini -, perché i tagli alle assunzioni, la riforma universitaria e il fatto che non si sia pensato per tempo al ricambio, hanno avuto ripercussioni sul personale: alcune figure apicali sono state sostituite mentre per altre non è stato possibile. Ma è un fatto che riguarda l’ambito dell’insegnamento. Per i pazienti non cambierà nulla». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • franco

    04 Luglio @ 09.24

    "da una miglior applicazione del merito" penso che il problema sia tutto qui, si cerca di mascherare il problema con problemi che sono marginali.... Nessuno vuole venire a Parma e quelli meritori che ci sono vanno via PERCHE' ???

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Corona paparazzato con Belen, Silvia Provvedi lo lascia!

milano

Belen al ristorante con Corona: il gossip impazza

E' morto Marco Garofalo, coreografo di tanti show

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Record store day»: tre giorni con dj set al vinile

PGN

«Record store day»: tre giorni con dj set al vinile

Lealtrenotizie

Precipita in un bosco facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne

tragedia sfiorata

Precipita in una scarpata facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne

ALLUVIONE

Pizzarotti attacca la procura: "Crede che le persone siano individui da sbattere in prima pagina"

Il sindaco su Fb: "Oggi ci vuole un pazzo per fare il sindaco"

13commenti

METEO

Anticipo d'estate, caldo anomalo in mezza Europa

Temperature da inizio giugno a Nord, picchi di 27-28 gradi

PARMA

Auto si ribalta in via Montebello: ferita una 72enne Video

1commento

Polemica

Parco del Dono, abitanti contro migranti

21commenti

ASSEMBLEA

Parmalat: Bernier conferma i target 2018. Scontro con il fondo Amber

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

L'INCHIESTA

Maxi frode, via agli interrogatori di garanzia

PROGETTO

Esselunga, formazione per nuove assunzioni

la foto

Intervento dei vigili dei fuoco in via Mantova

gazzareporter

Via Cicerone, discarica a cielo aperto

tg parma

Circolo La Raquette: indetto il nuovo bando per la gestione Video

PARMA

Trovata una bicicletta: di chi è?

La polizia municipale pubblica la foto su Twitter

tg parma

Scontro auto-scooter in viale Pasini: un ferito, disagi al traffico Video

L'incidente si è verificato attorno alle 11

Montecchio

«Nuvola», morta la maestra paladina della natura

SERIE B

Parma: stop anche per Dezi

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Casellati subito prigioniera dei veti

di Vittorio Testa

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

ITALIA/MONDO

METEO

Londra verso i 28-29 gradi, ma previsioni indicano che non dura

BOLOGNA

Violenza sessuale: il fermato è un maniaco seriale

SPORT

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

Calciomercato

Morata, ecco il bomber di ritorno

SOCIETA'

trasporti

Anche in Italia parte la sperimentazione delle auto senza pilota

classifica

L’astrofisica Branchesi e il chirurgo Testa(unici italiani) tra le cento persone più influenti per Time

MOTORI

MOTORI

Mahindra KUV100, il city Suv che non ti aspetti

ANTEPRIMA

Ford, ecco la nuova Focus. Da 20mila euro Fotogallery