18°

28°

Parma

I controlli amministrativi e contabili aiutano i Comuni

I controlli amministrativi e contabili aiutano i Comuni
Ricevi gratis le news
0

Lo scandalo che ha coinvolto i dirigenti del Comune ed  anche la crisi economica che investe l’amministrazione comunale e le sue società partecipate hanno tra le loro cause anche il cattivo funzionamento del sistema dei controlli amministrativi.
 La colpa non è solo degli amministratori locali: la classe politica ha visto, da sempre, il controllo come un ostacolo alla speditezza della sua attività e non come una risorsa utile per correggere gli errori che anche i politici compiono.
Gli esempi di questa diffidenza verso l’istituto del controllo in generale sono numerosi: basti ricordare la scarsa attenzione che avevano, negli anni Settanta, le relazioni annuali della Corte dei Conti che criticavano la gestione finanziaria del governo, che da lì in avanti avrebbe portato il Paese ad accumulare un debito stratosferico, oppure le critiche che vengono mosse, anche in tempi recenti, alla Corte Costituzionale quando boccia una legge perchè in contrasto con i principi della Costituzione o alla Magistratura allorchè emette sentenze che non piacciono.  L’insofferenza al sistema dei controlli si manifestò anche in occasione del fenomeno “Tangentopoli” negli anni Novanta: dinanzi al dilagare degli scandali, i politici dell’epoca, più che prendersela con coloro che avevano posto in essere attività illecite per interessi personali, ritennero che una delle cause andasse ricercata nel cattivo funzionamento dei controlli. E posero mano alla riforma ancora oggi vigente. Innanzitutto stabilirono una netta demarcazione tra potere politico e funzione dei dirigenti, affidando al primo solo un potere di programmazione di indirizzo ed ai secondi la gestione diretta della cosa pubblica. Ciò doveva consentire di individuare meglio le responsabilità dell’azione amministrativa e di correggere gli errori eventualmente commessi. Poi, ritenendo che i controlli preventivi di legittimità, fino ad allora eseguiti su una miriade di atti, fossero di ostacolo alla celerità dell’azione amministrativa, li ridussero notevolmente, fino ad arrivare, con la riforma costituzionale del 2003, alla abolizione delle commissioni governative di controllo sugli atti delle regioni e dei Co.Re.Co. che controllavano gli atti di Comuni e Province. Vennero introdotti quattro tipi di controllo, da attivare sia da parte della Amministrazione dello Stato che da parte degli Enti territoriali: il controllo di regolarità amministrativa e contabile, il controllo di gestione, la valutazione dei dirigenti e il controllo strategico. Di questi controlli solo il primo si svolge in via preventiva, cioè prima che l’atto abbia raggiunto i suoi effetti, gli altri vengono svolti tutti in via successiva. Il difetto di questi controlli è che essi sono affidati alle stesse amministrazioni che operano, per cui spesso si ha una commistione tra controllati e controllori, che non giova certo alla funzionalità del sistema. Ciò è dovuto anche al fatto che la classe politica difende a spada tratta la sua autonomia ritenendo, come spesso si sente dire da coloro che sono stati eletti dal popolo, che possono essere giudicati solo dal popolo. Principio quanto mai discutibile, sia perchè il popolo non ha certo la competenza per valutare i comportamenti dei singoli sotto il profilo penale o contabile, sia perchè, nei confronti dei parlamentari, il popolo non elegge nessuno direttamente, data l’attuale legge elettorale. Tornando alla nostra vicenda, indubbiamente, se i controlli amministrativi, soprattutto quelli di regolarità amministrativa e contabile, avessero funzionato meglio, forse qualche situazione si sarebbe potuta salvare. Occorre, perciò, che le amministrazioni si attrezzino meglio per controllare, sia in via preventiva che in via consultiva, la propria attività, affidandosi ad organismi esterni ed indipendenti, prestando attenzione anche alle osservazioni della Corte dei Conti, che è e resta il massimo organo di controllo del nostro ordinamento.

Carlo Coscioni - Presidente di Sezione della Corte dei Conti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva.

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"