10°

27°

Parma

Facini, cinque ore per svelare il sistema di appalti e tangenti

Facini, cinque ore per svelare il sistema di appalti e tangenti
Ricevi gratis le news
0

Georgia Azzali

Scivola dentro alla porta che  si apre sui sotterranei della procura. Per gli obiettivi dei fotografi Gian Luca Facini è solo l'immagine lontana di un uomo con il capo abbassato.  Dal cellulare della penitenziaria di Forlì a una stanza al primo piano della procura.  Torna a Parma, Facini, dopo  19 giorni di carcere, per  fare «mea culpa», ma non solo. Dalle 9,30 al primo  pomeriggio: cinque ore davanti al pm Paola Dal Monte  e al comandante provinciale della Finanza, Guido Mario Geremia, dopo un primo interrogatorio la scorsa settimana in carcere,  per ricostruire  la «filiera» di soldi e appalti per la manutenzione del verde. Quella girandola di tangenti che hanno fatto scattare le accuse di corruzione e peculato.
«Sono stati presi in considerazione tutti i capi d'imputazione, e Facini ha dato spiegazioni sui lavori svolti, ma  si è anche assunto una serie di responsabilità»,  sottolinea l'avvocato Francesco Mattioli, che assiste Facini con la collega Alessandra Mereu.  
Ha fatto ammissioni, Facini. Ma ha anche puntualizzato il ruolo di altri protagonisti.  I difensori non vanno oltre, ma basta pensare ai nomi che emergono nell'ordinanza di custodia  cautelare. Le persone con cui il titolare della Pieffe aveva contatti  costanti per l'aggiudicazione  degli appalti. Il suo interlocutore diretto, secondo quanto emerge dagli atti, era Nunzio Tannoia, il dipendente di Enìa con cui bisognava trattare per poter ottenere i lavori. Ma, nelle telefonate  tra i due, il nome che emerge spesso è quello dell'allora responsabile del settore Mobilità e ambiente del Comune, Emanuele Moruzzi. L'uomo da cui Tannoia prendeva ordini. E il dirigente a cui Facini, nell'autunno 2009,  avrebbe rifatto il giardino di casa, caricando però i costi su Enìa. 
Fatturazioni gonfiate,   o emesse a fronte di lavori inesistenti. Facini è anche l'uomo delle rose  dal peso d'oro del Lungoparma: 180mila euro per una lunga striscia di terra brulla. 
«Prima di tutto bisogna dire che ora non c'è nulla  perché da un anno non c'è manutenzione. Quella delle rose - sottolinea l'avvocato Mattioli - è una vicenda complessa,   ma resta il fatto che Facini fece quel lavoro per come gli era stato ordinato. E per quanto riguarda i 180mila euro, fu  Enìa a fatturare quella cifra al Comune». 
Vari i soggetti coinvolti, insomma.   E tutti interessati alla spartizione della torta. I soliti noti, alcuni dei quali finiti nella retata del 24 giugno scorso.  Altri nomi? Silenzio da parte degli avvocati. Non è stato fissato un nuovo interrogatorio per Facini, ma non si può escludere un altro faccia a faccia con il pm.  Certo è che ora anche lui punta a tornare a casa. «Forse già domani (oggi, ndr) faremo istanza al gip per i domiciliari», dice Mattioli.  Sulla scia di Mangiarotti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, nel mirino sponsorizzazioni a squadra di basket parmigiana

16 indagati e sequestro per 25 milioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

genova

Toti: "Il ponte si può costruire in 12-15 mesi: non accetteremo ritardi"

vezzano sul crostolo

Pizzaiolo coltiva marijuana in un bosco, preso con la "fototrappola"

1commento

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street