14°

25°

Parma

Due sconfitte

Due sconfitte
Ricevi gratis le news
13

E' finita con due sconfitte.

E la più grave non è certamente la serie B, bensì quel giovane poliziotto che ora  è in un letto d'ospedale con gravi ferite alla milza. Uno dei sei feriti di una domenica che avevamo auspicato fosse solo e comunque di festa.

A Parma si è chiuso un anno bruttissimo. E anche qui non parliamo di serie B, ma di un calcio che non sembra più in grado di sfuggire a chi vuole farne un pretesto di violenza: pugni, calci, a volte anche peggio. Neppure due tragedie, pur tutte da chiarire nella loro dinamica e nelle responsabilità delle singole persone, sono bastate a unire tutti almeno su una cosa: la necessità di combattere la violenza, da chiunque venga.

Anche il pasticcio (romano, non parmigiano) della gestione della trasferta parallela di Roma e Inter ha portato confusione e tensione. Se a Parma da domani si dovrà lavorare per riconquistare sul campo la serie A, per tutti (politici, forze dell'ordine, tifosi, mondo del calcio, e naturalmente anche per noi giornalisti) si dovrà pensare a come fare in modo che le domeniche (e i sabati, che il prossimo anno in B toccheranno alla nostra città) siano occasioni di gioia e non di guerriglia.

Dite la vostra sulla giornata di oggi e sulle inziative possibili per combattere la violenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mary

    19 Maggio @ 09.51

    Non penso che impedire le straferte sia il modo giusto, per frenare la violenza davanti agli stadi tanto vediamo che non serve perchè arrivato comunque i tifosi con mezzi propri. Bisognerebbe soltanto che i VERI TIFOSI isolassero i facironosi e non li appoggiassero ad inneggiare contro le forze dell'ordine. Dovremmo avere più senso civico tutti.

    Rispondi

  • Ennio

    19 Maggio @ 09.26

    Una domenica triste sotto tantissimi punti di vista... l'ordine pubblico... (si sapeva da tempo che ci sarebbero stati scontri e disordini)... quanti polizziotti e carabinieri ci sarebbero voluti per evitare ciò che è successo? non sarebbe stato meglio lasciar entrare i tifosi dell'Inter allo stadio? Occorre riflettere ancora una volta sulla problematica "calcio" perchè è un problema serio, delicato e come è già accaduto, spesso ha avuto risvolti drammatici... Occorre fermezza... se i tanti addetti al settore si giustificano sempre dicendo che questi non sono tifosi ma teppisti allora bisogna agire di conseguenza... Leggi certe e pene ancora più certe... Se in Inghilterra sono riusciti ad estirpare dal loro calcio il fenome "holighans" non vedo perchè "noi" italiani non possiamo "cacciar" via dagli stadi queste "persone"... Per ultimo: meno male che tante famiglie "sagge" non hanno aderito all'invito di far occupare, gratuitamente, il settore della curva sud (quello riservato agli ospiti) ai propri figli... Spero che la squadra della nostra città torni presto in serie "A" perchè la serie cadetta è dura sotto tutti i punti di vista...

    Rispondi

  • Lory

    19 Maggio @ 09.25

    Le forze dell’ordine, essendo la trasferta proibita, invece che accogliere i tifosi dell’Inter al casello dell’autostrada e portarli con gli autobus fin sotto il Tardini, dovevano rispedirli a casa. Chi c’era ieri davanti allo stadio sa cosa è successo, siamo stati trattati da ospiti in casa nostra, come succede ogni volta che si presentano “certe” tifoserie. Complimenti al Questore ed al Prefetto! Ora chi li paga i danni fatti alla nostra città? A chi dobbiamo presentare il conto? E’ una VERGOGNA!!

    Rispondi

  • un parmigiano

    19 Maggio @ 09.23

    E questa la chiamano sicurezza....e pensare che proprio per la "domenica della speranza" la maggior parte dei parmigiani avrebbe, ripeto avrebbe voluto dimostrare a tutta l'italia calcistica e non, che cosa vuol dire la "parmigianità", era in programma una domenica di festa nonostante il risultato fosse stato a nostro sfavore. per iniziare era in programma un ritrovo da parte non solo della tifoseria, ma di tutti i parmigiani, un ultimo caloro "abbraccio" alle 13 davanti all'ingresso del "glorioso tardini", ma purtroppo un orda di barbari, liberi di scorazzare nella nostra casa, magicamnete liberi nonostante un divieto alquanto discutibile di entrare allo stadio. Ma visto che le leggi italiane, come i suoi plitici sono fatti a modo loro, entità non certe, e visti i fatti, mancanti di concretezza, gli "amici interisti" sono arrivati a PARMA per fare il bello e il cattivo tempo. Mi chiedo se il prefetto e il questore si rendano conto dei danni provocati alla nostra amata città, e spero si facciano un grosso esame di coscienza a riguardo delle loro capacità di poter mantenere l'ordine in occasioni come una partita di calcio. io so solo che quella che doveva essere una "festa comunque fosse andata", si è trasformata in una invasione violenta e irrispettosa da parte di gente incivile. Mi chiedo chi pagherà i danni all'asilo,al bar, alle macchine, agli autobus, al manto erboso del tardinie alle persone. Per non parlare del fine partita, mi chiedo se io fossi entrato in campo a milano alla fine della partita, quante botte e anni di diffida mi sarei preso, Comunque penso che non l'avrei mai fatto per rispetto sia della tifoseria di casa, sia delle norme cosidette "speciali", ma sono fatte solo per alcuni, perchè a napoli, milano, roma per fare alcuni esempi le tifoserie fanno sempre ciò che vogliono....ma così è l'italia....ormai ci siamo "abituati"?... no, basta bisogna cambiare!!! orgoglioso di essere parmigiano e di averci creduto fino alla fine.

    Rispondi

  • pier

    19 Maggio @ 09.17

    CHE VERGOGNA PER LA CITTA' CIVILE DI PARMA, COMPLIMENTI PER LE DECISONI DEI RESPONSABILI DELL'ORDINE PUBBLICO DI FARE ARRIVARE I TIFOSI AVVERSARI, SENZA POTERE ENTRARE, FINO AL PETITOT A 20 METRI DAI PARMIGIANI IN FILA ACCALCATI DAVANTI A UNA PORTICINA DI 1 METRO FERMATI DAGLI STEWARD PER UN CONTROLLO ASSURDO CHE NON AVVENIVA NEANCHE !!.ROBA DA MATTI, SE GLI INTERISTI SFONDAVANO POVERI NOI E I NOSTRI BAMBINI IN FILA CON RISCHIO DI ESSERE SCHIACCIATI. BEN VENGA LA B COSI' STIAMO LONTANO DA QUESTI INCOMPETENTI

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paola Di Benedetto dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo

TELEVISIONE

Sexy Paola dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo Foto Video

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore!": dai "massaggiatori" ai film porno, la rivoluzione sessuale passo per passo Video Foto

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

In 5mila in piazza Garibaldi. I Baustelle sul palco dopo le 23

25 APRILE

In 5mila in piazza Garibaldi. I Baustelle sul palco

tg parma

Azzannata da un pitbull e insultata per il velo: la denuncia di una donna a Parma Video

La proprietaria del cane se n'è andata dopo il violento episodio

ANTEPRIMA GAZZETTA

Inchiesta sugli affitti: 2 sfratti al giorno in media a Parma e provincia Video

Inquilini abusivi: proprietario di un appartamento "accolto" con un coltello

fidenza

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: gravissimo 67enne

politica

25 Aprile, Pizzarotti e "quei parlamentari che non hanno partecipato al corteo..."

Cavandoli: "Entrambe le parti erano mosse da motivazione valide e giuste"

6commenti

sfilata

Parma, 25 Aprile: tutti i colori della libertà Foto

AUTOSTRADE

Schianto in A1: due in Rianimazione. Incidente in A15 in serata

Una moto è finita a terra in A1 tra Fidenza e il bivio per l'A15

GAZZAREPORTER

Lago Santo: 25 Aprile al rifugio Mariotti

borgo gallo

L'accumulatore seriale ha «ridotto» così il palazzo in centro: le foto Video

carabinieri

Viale Mentana, arrestato con un etto di hashish il pusher dai mille nomi

4commenti

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

parma calcio

Lucarelli e Munari, una camera per due

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

2commenti

cavriago

Non gli andava bene l’orario di consegna: prende la postina a bastonate

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

DEGRADO

Stazione, parcheggio H: vigilanza armata dalle 14,30 alle 22,30

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il 25 aprile e la memoria perduta degli italiani

di Michele Brambilla

LA BACHECA

Ecco 20 nuovi annunci per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

CAMERINO

Dopo la condanna per abusi assume un mix farmaci: morto prof di Anatomia

TECNOLOGIA

WhatsApp vietato ai minori di 16 anni in Europa

1commento

SPORT

CHAMPIONS

Il Real Madrid sbanca Monaco: 2-1 al Bayern

PARMA CALCIO

Verso Vercelli: Vacca torna in gruppo, si lavora per il recupero di Scavone Video

SOCIETA'

COPENHAGEN

Ergastolo all'inventore del Nautilus per l'uccisione della reporter

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

2017: IL SORPASSO

La CO2 emessa dai benzina supera quella dei diesel