19°

29°

Parma

Morì in cella dopo aver sniffato: no a nuove indagini

Morì in cella dopo aver sniffato: no a nuove indagini
Ricevi gratis le news
0

Georgia Azzali
Una dose fatale. Un'ultima sniffata tra le quattro mura del carcere.  Giuseppe Saladino, 32 anni,  morì su quella branda poco dopo aver  messo piede in via Burla. Fu il supplemento di consulenza medico-legale, richiesto dalla procura,  a chiarire che la morte era dovuta a un'assunzione di eroina quando il ragazzo era già in cella. Droga  che  molto probabilmente Saladino  si portò in carcere quel 6 ottobre 2009.  Oppure, anche  se l'ipotesi è parsa fin dall'inizio agli inquirenti  meno fondata, una dose  che qualcuno gli passò  in carcere.  Ma non ci sarebbero  elementi per ipotizzare eventuali negligenze da parte del personale in servizio  in via Burla: nelle scorse settimane, infatti,  il gip Alessandro Conti ha chiuso il caso, respingendo l'opposizione dei difensori della famiglia Saladino.
I legali  avevano chiesto un supplemento d'indagine,  schierandosi  contro la richiesta della procura di archiviare il fascicolo. «La consulenza medico-legale della procura  ha  accertato che il ragazzo  aveva assunto la droga in carcere: è  chiaro, dunque - sottolinea Paolo Paglia, difensore della famiglia Saladino insieme alla collega   Letizia Tonoletti -  che  non era stato  controllato bene al suo ingresso, oppure  aveva avuto modo di trovare  l'eroina quando era già all'interno della struttura. Dal nostro punto di vista    potevano profilarsi  delle negligenze da parte di chi avrebbe dovuto vigilare, per questo avevamo chiesto di non archiviare il caso continuando a indagare».
Ma il gip ha deciso  di far calare il sipario sulla vicenda. Nessuno sviluppo, dunque, sul piano penale. Tuttavia, la difesa  potrebbe decidere di percorrere altre strade. «A questo punto, valuteremo se intraprendere un'azione  civile - sottolinea Paglia -. E' una questione che discuteremo nei prossimi giorni con i familiari del ragazzo».
Quel 6 ottobre 2009 Saladino, che avrebbe  dovuto rimanere  in casa perché agli arresti domiciliari per furto, uscì insieme alla fidanzata.  Poco meno di un'ora, ma è probabile che  i due abbiano   avuto tutto il tempo  per acquistare la droga.  Una piccola parentesi  fuori casa,  ma tanto era bastato a Saladino per essere rispedito in carcere. Verso le otto di sera, infatti, il ragazzo fu arrestato  per evasione  dai domiciliari. Durante la notte, secondo quanto aveva riferito il suo compagno di cella, Saladino non aveva avuto problemi.  Solo alle 6,45  il detenuto  si era accorto che  il ragazzo non respirava e aveva dato l'allarme. Sul corpo di Saladino  non furono riscontrati segni di violenza. L'aveva ucciso l'eroina. In cella. Dietro  le sbarre  di  un carcere  malato  di sovraffollamento e poco personale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

3commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

1commento

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

1commento

FONTANELLATO

Brucia la corte dei Boldrocchi: addio al recupero?

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

6commenti

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

cagliari

In attesa del medico impegnato in una consulenza: "Tutta colpa di un negro"

INDIA

Panico in volo: passeggeri, sangue da naso e orecchie

SPORT

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

Serie C

Sospese fino a data da destinarsi le gare dell'Entella

SOCIETA'

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

sospetto

Test di medicina, picco su Google: "Qualcuno ha barato"

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse