17°

28°

Parma

Coltellate in via D'Azeglio. Spariti due giovani

Coltellate in via D'Azeglio. Spariti due giovani
Ricevi gratis le news
23

Laura Frugoni

La movida finita nel sangue: per sapere gli ultimi aggiornamenti sulla brutta storia del giovane accoltellato mercoledì scorso basta tendere l'orecchio al tam tam di via D'Azeglio. Da quella sera due ragazzi che abitano nella strada maestra dell'Oltretorrente mancano all'appello. Scomparsi, dissolti come un miraggio nella calura estiva. Se ne sono andati in vacanza a bere mojito in riva al mare? Sono scappati in fretta e furia perché c'entrano qualcosa con i sei fendenti che hanno tagliuzzato l'elettricista 28enne siciliano, tuttora ricoverato al Maggiore? Ricapitolando i fatti: nell'intervista alla Gazzetta, G.G. aveva fornito una descrizione abbastanza precisa dei due giovani che - stando al suo racconto - aveva conosciuto la sera stessa e poi l'avevano invitato a salire un momento a casa loro. Entrati «per prendere qualcosa», usciti dopo pochi istanti e quando erano ridiscesi in strada il più esagitato si era avventato su G.G. con un coltello in mezzo alla caciara. «Per un diverbio tra ubriachi», dice lui. E comunque il 28enne si ricordava l'indirizzo, aveva descritto l'interno del bilocale. Ebbene, due giovani che fino a pochi giorni fa stavano proprio a quell'indirizzo ora non ci sono più. Chi li conosce ne dà una descrizione che, grosso modo, corrisponde a quella fornita dal siciliano. Chi sono quei due ragazzi? Originari del Sud, amici d'infanzia, venuti a Parma a fare l'università.  «Non sono delinquenti», assicura chi li ha avuti sott'occhio (abitavano in via D'Azeglio da qualche mese). «La mattina del 14 luglio uno dei due avrebbe dovuto dare l'ultimo esame della sessione estiva,  poi dovevano prendere un treno o un pullman e partire per tornare a casa». Il 14 luglio, ossia il giorno dopo l'accoltellamento. Ma se si trattava di un ritorno a casa già programmato potrebbe essere semplicemente una combinazione. Potrebbe. C'è però qualche dettaglio che lascia pensare a una partenza in fretta e furia: intanto nessuno li aveva visti rientrare a casa mercoledì notte. Hanno lasciato i panni stesi, la finestra della cucina aperta. Insomma, la casa non è stata chiusa come di solito fa chi starà via tutta l'estate. Giovedì si era presentata la sorella di uno dei due studenti, preoccupata perché non rispondevano al cellulare. Quando qualcuno le ha sussurrato quel che era successo la sera prima, è scoppiata in lacrime. La gente che vive e lavora in quello spicchio di strada non nasconde la sua preoccupazione, insiste nel dire che quei due ragazzi non sono dei balordi. «Ma se uno dei due avesse fatto una cosa del genere, è stata un'azione folle. Magari potrebbe essere  anche aiutato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Pas

    20 Luglio @ 13.50

    In che mondo viviamo noi? In che mondo vive Lei (Roybatty). La "ragazza che migra all'estero" mi fa molto sorridere, penso che come espressione è vecchia di almeno 50 anni, si parla tanto di globalizzazione e voi siete ancora qui a voler mettere un bel muro con filo spinato intorno alla VOSTRA città. Ancora una cosa, secondo me una capatina al Sud dovrebbe farla, potrebbe rimanere molto stupito, e non parlo solo di mare e delle bellezze storico-culturali, ma di accoglienza e calore umano. A dire che a casa nostra fa tutto schifo siete Voi non noi. Ma forse è meglio che rimanga chiuso tra le Sue idee e le Sue convinzioni, sa, fa più comodo.

    Rispondi

  • baCcAnO

    20 Luglio @ 10.59

    sempre le solite morali e scuse da quattro soldi..si fa tanto parlare del mezzogiorno che ha bisogno di aiuto per crescere e non dover dipendere più da nord però mi sembra che qua non cambi mai la storia. Avete sempre la scusa pronta perchè vi fa comodo, come la ragazza che migra all'estero per poi tornare in seguito ad un offerta di un'azienda...si di Parma non di napoli... fate ridere! Se siete tutta questa perfezione che ostentate come mai a casa vostra fa tutto schifo!? e non parlo del mare cristallino (compreso l'abusivo che mette giù le sdraio e non paga le tasse) e i bei paesaggi, ma i servizi pubblici, la sanità, i trasporti, le università, le scuole, la pulizia, lo sviluppo economico, tutte quelle cose insomma che fanno si che un paese non sia classificato come terzo mondo.. guardiamo a napoli con la storia dei rifiuti, ma vi sembra normale che in un paese come l'Italia si accatasti ancora l'immondizia in strada stile medioevo!? Ma in che modo schifoso vivete? poi venite al nord e fate pure la voce grossa, ma almeno state zitti per favore

    Rispondi

  • Gnoll

    19 Luglio @ 18.35

    questo è l'ultimo commento che lascio, poi sinceramente mi son rotto. bella la battuta delle biciclette :-) ma giù ti assicuro non ne rubano, questa è la tipica "mentalità" di chi al sud non ci è mai stato, e mai ci andrà, ma non vi biasimo, se siete felici a casa vostra non esiste cosa più bella, ma vi invito a venire a trovarci, anche se so che non lo farete mai perchè siete convinti vi rubano la bicicletta (quando io ho non mi son fatto salire la mia solo per non farmela rubare qua a parma). Poi spiego che, una volta iscritto a parma o ad una qualsiasi città, trovato casa, fatto esami, cambiare città per trasferirsi non è una cosa facile, si perdono esami perchè non vengono convalidati tutti, si spedono ancora più soldi per affitti e agenzie, si perde tempo per cercare casa, ma questo lo sapete già, perchè probabilmente avete studiato tutti. Io non faccio di tutta l'erba un fascio, e magari (e mi scuso) si sarà capito poco dai miei commenti precedenti: io non odio parma, mi irrita solamente la gente come voi (che magari leggendo qualche altra "gazzettadialtracittà" uscirebbero fuori comunque), che la rovina, rovina l'immagine mentale ed il ricordo che ho di questa cittadina, dove se succede qualcosa voi (che siete una stretta cerchia) additate subito (terrone di qua, straniero di la). Sul perchè non andiamo alle nostre università, lo si fa per cambiare ambiente e girare l'italia, farsi le ossa, vivendo lontano da casa, e vivendo esperienze che sono sicuro voi tutti criticoni avete provato in prima persona. Io ho visitato il nord, lo vivo, ci sono pregi e difetti, voi sicuramente avrete visitato anche il sud per parlarne così bene, mi ci gioco la testa, anche se ho la sensazione di aver nettamente perso. Io non parto in quarta come voi che associate Meridionale=Delinquente, per me siete semplici persone, ma l'etichetta di Razzisti ve la siete attaccata da soli. E per la cronaca, non sono uno che ama bere ne fare baldoria, ma sono un delinquente perchè sono un meridionale.

    Rispondi

  • Pas

    19 Luglio @ 17.33

    Io non sputo nè su Parma (che è una città che amo) nè tantomeno sui Parmigiani, io punto il dito contro la gente ignorante. Io sono libera di studiare, vivere e lavorare OVUNQUE, e se a qualcuno ciò da fastidio sono problemi suoi. E per la cronaca dopo la laurea io mi sono trasferita all'estero, sono stata contattata da un'azienda di Parma che mi ha convinta a tornare dandomi un sacco di soldi.

    Rispondi

  • il Viandante delle Beccherie

    19 Luglio @ 15.21

    Io, veramente, stento a leggere i commenti dei, sedicenti, studenti meridionali, mettiamo pure che Parma sia, razzista ed approfittatrice, come dite voi, e con un università scadente. Bene. Ma allora voi che ci fate qui? Queste lamentele non depongono a favore della vostra intelligenza. Qualcuno vi trattiene in catene? Solo capaci di lamentarvi? Il vostro Sud ha bisogno del vostro genio ed il vostro intelletto, tornate nelle vostre città pulite, ordinate, dai servizi impeccabili, dalla criminalità inesistente, dalle università perfetti centri dell'eccellenza educativa e dagli straordinari ospedali, dove, da tutta Italia,accorrono a farsi curare, e lasciate queste lande desolate, umide, inospitali, (senza il vostro O'Sole!), piene di delinquenti, assassini e approfittatori, dove nulla funziona, ed è paragonabile, al vivere civile del Mezzogiorno. Lasciateci alla nostra miseria, tornate alla vostre ricchezze dove potrete............ubriacarvi anche più di 3 volte all'anno!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Giulia: «Volate oltre l'odio»

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

PARMA

Gervinho, che gol!

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"