12°

26°

Parma

"Il boato ci ha fatto tremare. E in cielo è salita un'enorme nuvola di fumo"

"Il boato ci ha fatto tremare. E in cielo è salita un'enorme nuvola di fumo"
Ricevi gratis le news
0

Laura Ugolotti

Il palazzo ha tremato e il boato è entrato dalle finestre, ma non pensavo si trattasse di una tragedia simile. Sono corsa sulla terrazza del tetto del mio palazzo: ho visto l’enorme nube di fumo e polvere, allora ho capito la gravità della situazione». Alice Labadini, 30 anni, parmigiana, vive ad Oslo dal 2008, dove sta facendo un dottorato in Architettura del paesaggio alla Oslo School of Architecture - Aho. La sua casa è a mezzo chilometro dalla Akergataa, la strada in cui l'altro ieri, alle 15,26, una bomba è esplosa causando sette morti, decine di feriti, e colpendo al cuore le sedi delle principali istituzioni norvegesi e di alcuni gruppi editoriali. Alice sta bene e ha accettato di raccontare alla «Gazzetta» le ore concitate e terribili del venerdì della morte a Oslo, venerdì 22 luglio. «Non abbiamo pensato subito a un attentato - spiega la professionista -. Nel mezzo del periodo di ferie, il venerdì pomeriggio, dopo l’orario di lavoro: sembrava un momento troppo “gentile” perché si potesse credere a un'ipotesi del genere». Alice racconta che nella zona erano in corso dei lavori. «Ho pensato che potessero aver causato una fuga di gas, uno scoppio, ma il cantiere è sotterraneo, mentre erano i piani alti degli edifici ad essere distrutti dall'esplosione. Poi le prime immagini: troppi i palazzi coinvolti, non poteva essere stato l’impianto di un solo edificio». «La certezza che si fosse trattato di un attentato è arrivata nemmeno un paio d'ore dopo, attorno alle 17 - continua la giovane parmigiana -, quando la polizia lo ha confermato nella prima conferenza stampa». Il primo pensiero è stato tranquillizzare i parenti e contattare gli amici per accertarsi che stessero bene. «Ho chiamato mamma e papà, quando ancora il caos non si era scatenato, appena dopo l’esplosione. La linea non è mai saltata, anche se abbiamo cercato tutti di utilizzare i cellulari il meno possibile: solo sms». Anche nella capitale norvegese la situazione è rimasta sotto controllo: «La Polizia si è occupata di ogni cosa e tutti hanno fatto riferimento ad essa, anche i media. Nessuna sparata, ma contatto costante con le autorità per gli aggiornamenti, quindi il panico è stato molto limitato». E d’altra parte, spiega Alice, «la minaccia che qualcosa potesse succedere, a Oslo, c’era da tempo. Sapevamo che la Norvegia è molto esposta su fronti di guerra internazionali, c'era una grossa inchiesta sul terrorismo di matrice islamica in corso. Nulla che spaventasse davvero, solo la consapevolezza che nonostante la tranquillità che regna qui in Norvegia, non siamo fuori dal mondo». E comunque, confessa Alice, «alla fine quello che è veramente stato era lontanissimo da ogni immaginazione. La brutalità è stata mostruosa». Ieri Oslo si è svegliata ferita, colpita dall’accaduto, ma con una grande voglia di guardare avanti. «Ci sono bandiere a mezz’asta in tutta la città - racconta la giovane parmigiana -. Si respira solidarietà nazionale e, insieme, tanta voglia di ricominciare. Questa mattina (ieri per chi legge, ndr.), nella chiesa cattolica vicino a casa mia si celebrava un matrimonio. Ecco, credo che il desiderio di tutti sia che ogni cosa torni presto alla normalità, come anche il primo ministro ci ha incoraggiato a fare: “Il terrorismo non si combatte con la paura”, ha detto, ed è vero». La città ieri, racconta Alice, era tranquilla. «Bar, musei e negozi sono quasi tutti chiusi. In giro ci sono più turisti che norvegesi; un po’ perché è periodo di vacanze e un po’ perché i norvegesi che sono rimasti preferiscono raccogliersi, stare per conto proprio». «Se tornerò in Italia? Ad agosto, una settimana come era già programmato per le vacanze. Per ora resto qui».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Avicii - Best moments live

MUSICA

Avicii, best moments live: i concerti più belli del dj svedese Video

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

serie tv

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

Star Smallville incriminata per traffico sessuale

televisione

Star di "Smallville" incriminata per traffico sessuale

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

Calcio

Parma, tre punti costosi

Intervista

Mara Redeghieri: «Recidiva e resistente in piazza Garibaldi»

SALSO

Ex Tommasini, pronte cucine e laboratori per l'alberghiero

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

METEO

Caldo anomalo, 30 gradi in città

2-1 al Carpi

Parma, tanto cuore per tornare al secondo posto. E lunedì tocca al Frosinone Risultati e classifica

"Vittoria incerottata e sofferta: 3 punti findamentali", Videocommento di Grossi - Barillà: "Vitoria dedicata a Lucarelli e Munari" Video

5commenti

serie b

D'Aversa: "Restiamo con i piedi per terra" Video

scomparso

San Secondo, da 24 ore non si hanno notizie di Claudio. Chi l'ha visto?

polizia

Il market dello spaccio? Installato nel greto della Parma. Cinque in manette Video

In tutto 13 arresti e oltre 65 chili di droga sequestrati

9commenti

Ospreys 37-14

Le Zebre chiudono (in casa) con una vittoria

incidente

Mezzano superiore, finisce con l'auto nel fossato: ferito un 65enne

felino

Parcheggiava con un permesso disabili falso intestato a un morto

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Intese difficili. La prossima settimana è decisiva

di Domenico Cacopardo

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

India

Scatta la pena di morte per chi stupra le bambine

La Spezia

Rifacimento di piazza Verdi: due arresti per tangenti

SPORT

MotoGp

Marquez penalizzato: da primo a quarto in griglia

GAZZAFUN

Parma-Carpi 2-1: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GAZZAFUN

“La morta in Tär" e le belle storie in dialetto: rispondi al nostro quiz

Gran Bretagna

Star e colpi di cannone per il compleanno di Elisabetta

MOTORI

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover