19°

30°

Parma

L'opposizione chiede chiarimenti su "fatture non regolari" per 6 milioni

Ricevi gratis le news
1

I capigruppo dell'opposizione Giorgio Pagliari (Pd) e Marco Ablondi (Prc) hanno presentato un'interrogazione relativa ai contenuti della lettera aperta che l'ex direttore generale Carlo Frateschi ha inviato al Comune nei giorni scorsi. Pagliari e Ablondi chiedono spiegazioni su atti di pagamento per «fatture non regolari» che ammonterebbero a 6 milioni di euro. Il Comune, attraverso una nota, precisa che non è corretto parlare di «fatture non regolari».

IL TESTO DELL'INTERROGAZIONE DI PAGLIARI E ABLONDI.
Premesso che:
in data 29.06.2011  è stata pubblicata dagli Organi d’informazione locali una lunga lettera dell’allora Direttore Generale del Comune che riassumeva i suoi circa 12 anni di attività alle dipendenze dell’Amministrazione civica;
la lettera terminava con la “forte” affermazione che qui si riporta: “Tuttavia, non sono né disposto né disponibile ad assumere eventuali RESPONSABILITA’ O COLPE altrui delle quali non sono tenuto a rispondere.”;
quel che qui maggiormente interessa, però, è quanto si legge al punto n. 2 e alla lettera c) del punto n. 3 che di seguito si riportano: “2. i fatti sotto il profilo civilistico (il danno per l’Ente) Io, E NON ALTRI, ho, invadendo il campo delle autonomie dei dirigenti, contestato e quindi sospeso sin dall’aprile del 2009 atti di pagamento di fatture per circa 6 milioni di euro formalmente già predisposti, perché emergevano, nell’ambito delle prestazioni dell’appalto del verde, controlli carenti  rispetto a quanto stabilito nel contratto. Ho quindi evitato qualsiasi danno emergente per l’Amministrazione riferito ai fatti sui quali la Magistratura sta indagando;3. i fatti sotto il profilo penale (la vigilanza )  c) il Responsabile manutenzioni del verde è stato sottoposto tempestivamente ad un’azione ispettiva da parte del sottoscritto che un anno fa aveva prodotto su richiesta riservata del Sindaco una relazione riservata, anche a firma dell’Ispettore Generale, che non lasciava dubbi e che ha determinato da parte del Sindaco azioni conseguenti a tutti note”.
Le affermazioni dell’allora Direttore Generale non possono lasciare indifferenti proprio alla luce degli sviluppi dell’indagine penale che ha portato in carcere ben 11 persone:
Si rende pertanto indispensabile acquisire piena conoscenza, sul piano amministrativo, sia dei fatti che dei comportamenti che hanno consentito la predisposizione di “atti di pagamento di fatture per circa 6 milioni di euro  che  avrebbero dato luogo a “..danno emergente per l’Amministrazione”, che delle risultanze della “azione ispettiva” svolta dall’allora Direttore Generale nei confronti  del “Responsabile manutenzioni del verde” e della conseguente  “Relazione riservata, anche a firma dell’Ispettore Generale che non lasciava dubbi e che ha determinato da parte del Sindaco azioni conseguenti a tutti note”, tranne che agli scriventi, che hanno depositato anche richiesta di accesso agli atti.
Tutto ciò premesso, i sottoscritti Consiglieri comunali
C H I E D O N O
a) come possano essere stati predisposti atti di pagamento per fatture “non regolari” di circa 6 milioni di euro?
b) se e quali eventuali provvedimenti siano stati assunti per evitare il ripetersi di analoghe situazioni e per sanzionare eventuali comportamenti non corretti?
c) quali sono le “azioni conseguenti a tutti note” che il Sindaco avrebbe assunto (così scrive l’allora Direttore generale) dopo aver ricevuto la relazione riservata del Direttore Generale sottoscritta anche dall’Ispettore Generale “che non lasciava dubbi”?
d) oltre ad eventuali misure cautelative e sanzionatorie di carattere amministrativo sono stati segnalati all’autorità giudiziaria e alla Corte dei Conti eventuali comportamenti omissivi che avrebbero o possono aver generato danno erariale per l’amministrazione?

IL COMUNE: «NUOVO SISTEMA DI CONTROLLI». In riferimento all’interrogazione dei consiglieri Ablondi e Pagliari, si precisa che non è corretto parlare di «fatture “non regolari” di circa 6 milioni di euro». Infatti il blocco dei pagamenti non deriva dalla constatazione dell’irregolarità delle fatture in questione. Si tratta in realtà di una misura cautelativa, dal momento che si era  riscontrata una carenza nei controlli rispetto a quanto previsto nel contratto. 
Va inoltre sottolineato che, a tutt’oggi, il pagamento delle fatture è ancora bloccato. 
Per  le fatture successive, sono state messe in atto le modalità di controllo previste dal contratto; è stata quindi indetta una nuova gara, per individuare  nuovi fornitori  con  nuove modalità di  verifica e  di controllo.
Si precisa infine che è stato sostituito il dirigente responsabile delle manutenzioni.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • franco

    30 Luglio @ 02.13

    6.000.000 A CHI E PER CHE COSA A FIRMA DI CHI'''??? SCUSATE MA LA RISPOSTA DEL COMUNE E' QUANTOMENO FUMOSA!!!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

GAZZAREPORTER

Rudo a gogò!

Lo sfogo di un lettore in pieno centro

LA POLEMICA

Sagra della Croce, pochi bagni chimici a Collecchio

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"