20°

Parma

Alfano accelera sulla riforma della giustizia

Alfano accelera sulla riforma della giustizia
Ricevi gratis le news
0

Due giorni fa aveva annunciato che il nuovo Csm sarà varato entro l’anno. E che i magistrati in Consiglio saranno certamente in minoranza. Oggi il ministro Angelino Alfano ha lanciato la sfida a Palazzo dei Marescialli e pure all’Anm (Associazione nazionale magistrati). A Parma come ospite del congresso dell'Unione delle camere penali, il Guardasigilli ha detto chiaro e tondo che le nomine agli incarichi di vertice della magistratura sono «lottizzate». E lui intende abolire la prassi fin qui seguita, quindi non firmerà più «al buio». Secondo il ministro ci vuole un «rinnovamento forte», anche perché le correnti della magistratura «non sono contemplate dalla Costituzione». Alfano poi ha puntato il dito contro i «veti» e gli «attacchi preventivi» del sindacato delle toghe. Immediata la replica di Luca Palamara (Anm): «C'è un’aria di resa dei conti con i magistrati».

Dopo l’Alitalia intanto il governo accelera sulla riforma della giustizia. Anche senza l’opposizione. Secondo il capogruppo dei deputati del Pdl, Fabrizio Cicchitto, l’esecutivo è uscito rafforzato dalla vicenda Cai. E forte del successo - e di un consenso che secondo il premier è ora al 44 per cento - accelera sulla riforma contestata dall’opposizione e dalle toghe. Lo stesso Silvio Berlusconi ha confermato che la riforma della giustizia penale è pronta e tra poco sarà presentata in Parlamento. E i pm non potranno più «intervenire con controlli sulle telefonate per qualsivoglia reato», dovranno rispettare la privacy.

L’annuncio è arrivato nel giorno in cui il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è tornato ad auspicare riforme «organiche, concrete e condivise» ed è riesplosa la polemica tra maggioranza e opposizione sul lodo Alfano. Il Partito democratico ha ammonito il centrodestra a «non tirare per la giacchetta Napolitano». E dall’Udc il leader Pierferdinando Casini ha aggiunto che chiamare in causa il Quirinale «è improprio e anche un pò ridicolo». I democratici ora aspettano fiduciosi il responso della Consulta e Anna Finocchiaro, capogruppo del Pd al Senato, ha ricordato che il partito di Veltroni «aveva già sollevato questioni di costituzionalità durante la discussione parlamentare». La parlamentare democratica non ha nascosto la sua preoccupazione perché, dopo la legge che introduce uno scudo per le più alte cariche dello Stato, la destra «sta pensando ad una nuova immunità per i ministri, anche per atti compiuti precedentemente all’assunzione della funzione». Insomma il lodo Alfano «è come un baco che si fa strada». E il Pd non accetta che gli interessi di pochi o di uno solo continuino ad inquinare e bloccare la politica italiana.

Antonio Di Pietro ha sparato ad alzo zero. Il lodo Alfano per il leader dell’Italia dei Valori è «incostituzionale e immorale». Contro questo scempio della giustizia - ha aggiunto Massimo Donadi - l’IdV raccoglierà subito le firme per il referendum, «restituendo ai cittadini le garanzie della Costituzione».
Ad accentuare le distanze e a rendere più incandescente il clima ha contribuito anche la notizia che il progetto di legge firmato dal deputato Giuseppe Consolo di fatto introduce un’immunità per i reati comuni commessi dai ministri. Un provvedimento dietro al quale secondo l’opposizione ci sarebbe l’intento di favorire il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli, difeso da Consolo in un processo. Un disegno complessivo che il Pd intende contrastare in Parlamento, salendo anche sulle barricate.

IL LODO ALFANO VA ALLA CORTE COSTITUZIONALE. In serata si è appreso che i giudici della prima sezione del tribunale di Milano hanno accolto l’eccezione di costituzionalità del Lodo Alfano proposta dal pubblico ministero nel processo sui diritti tv di Mediaset. Gli atti saranno inviati alla Corte costituzionale. Il processo Mediaset è stato sospeso per tutti gli imputati. La Consulta dovrà pronunciarsi su un quesito: la norma che conferisce uno "scudo" giudiziario alle più alte cariche dello Stato è coerente con la Costituzione o no? Probabilmente la Corte deciderà in tempi «non brevi». Tra l'altro la nuova incombenza si intreccia con la necessità di rinnovare una parte dei membri della Corte costituzionale stessa, che spetta al Parlamento.

(Nella foto, Alfano al suo arrivo a Parma viene salutato dal sindaco Vignali)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Disagi anche in autostrada

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

1commento

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

1commento

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno