15°

24°

Parma

La scomparsa di Ettore Materia il prefetto innamorato di Parma

La scomparsa di Ettore Materia il prefetto innamorato di Parma
Ricevi gratis le news
0

Apparteneva alla tradizione dei prefetti siciliani cresciuta nel secondo dopoguerra con un rigoroso senso dello Stato e che a un certo punto aveva portato ad avere oltre la metà delle prefetture italiane guidata da uomini originari della Sicilia.
Ma Ettore Materia, prefetto di Parma dal 1978 al 1985, morto ieri mattina a 91 anni alla clinica «Città di Parma» dove era ricoverato da qualche tempo, aveva scelto la nostra città per vivere con la sua famiglia e farvi crescere i propri  figli. Ed era questa la migliore testimonianza del legame «speciale» che questo siciliano «tutto d'un pezzo», inflessibile nell'applicare i principi della legalità quanto però aperto nel rapporto con i «suoi» funzionari, la città e la provincia e i suoi residenti, aveva saputo creare con Parma e i parmigiani.    Arrivato a Palazzo Rangoni nel 1978, Materia è rimasto alla guida della prefettura cittadina per 7 anni, una permanenza-record che è durata fino al suo pensionamento e alla scelta di restare ad abitare qui.  Originario di Barcellona Pozzo di Gotto, nel Messinese, era entrato subito dopo la laurea alle dipendenze dello Stato, Materia aveva scalato tutti i gradini della carriera interna all'amministrazione, fino alla prima nomina a viceprefetto a Piacenza, avuta nei primi anni Sessanta. In seguito è stato viceprefetto a Milano durante gli «anni caldi» della contestazione e delle lotte operaie e studentesche a cavallo fra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Settanta. La prima nomina a prefetto era stata a Nuoro, nel cuore della Sardegna in quegli anni martoriata dalla piaga del banditismo in Barbagia. Poi, nel 1978, l'approdo nella nostra città, dove è rimasto per sette anni, lasciando un ricordo unanime di apprezzamento per il suo lavoro. «Con lui - ricorda uno dei suoi collaboratori - la Prefettura fu riorganizzata in modo più moderno e funzionale alle esigenze dei cittadini».  Durante la sua «reggenza» molte sono state le emergenze che ha dovuto affrontare: fra le altre, il tragico scoppio che provocò il crollo del padiglione «Cattani» e la morte di 21 persone  il 13 novembre del 1979, l'alluvione del Taro nel novembre del 1982 e il terremoto che colpì la città nel novembre del 1983. Tutte sono state affrontate senza incertezze e con la volontà di risolvere al più presto le drammatiche situazioni che di volta in volta si erano venute a creare. Anche per questo, dopo il pensionamento, il sindaco Lauro Grossi volle conferirgli la medaglia della città di Parma in segno di riconoscenza per il suo operato.  Riservato e schivo, Ettore Materia si era però pienamente inserito nella realtà cittadina e tre anni fa, nel 2008, era stato gratificato dal Rotary club Parma Est del «Paul Harris Fellow», la massima onorificenza rotariana. I funerali dell'ex prefetto si terranno lunedì mattina alle 10,30 nella chiesa del Sacro cuore in piazzale Volta. Ai famigliari vanno le condoglianze di tutta la «Gazzetta di Parma».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

tifo e tifose

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Salsomaggiore: Fritelli vince per 100 voti

Fritelli esulta alla notizia della vittoria

Salsomaggiore

Fritelli rieletto sindaco: vince per 101 voti dopo un lungo testa a testa

Affluenza in calo: ha votato il 49,6% dei salsesi

INCIDENTE

Si schianta contro un suv: motociclista in Rianimazione

Carabinieri

In manette il «ras» dei pusher nordafricani

Lavoro

Donne in divisa, quattro storie di coraggio

LUTTO

Busseto e Polesine piangono Elisabetta Ferrari: aveva 51 anni

BILANCIO

Salso calcio, è dei tanti giovani il «miracolo» dell'Eccellenza

STORIE DI EX

Veron: «Il Parma merita la A»

Nuoto

Ghiretti, pioggia di medaglie a Palermo

Strumento

Da Parma un «naso elettronico» per scovare le bombe

POLITICA

Selfie con Fritelli per il sindaco di Sorbolo: "Si riparte dai giovani e bravi amministratori"

Post su Facebook di Nicola Cesari

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

2commenti

football americano

Panthers battuti dai Giants Bolzano nella semifinale scudetto

La sconfitta arriva al Tardini per 30-25

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

3commenti

pericolo

Voragine in via Volturno, via Musini La foto

1commento

30 GIUGNO

"Mia madre non lo deve sapere": Chiara Francini presenta il suo libro a Parma

Incontro con Chiara Cabassi alla Corale Verdi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Come potranno motivare una condanna?

di Michele Brambilla

LA PEPPA

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

ITALIA/MONDO

politica

Ballottaggi: crollo del Pd, trionfo del centrodestra. Avellino e Imola ai 5 Stelle, Di Maio: "Straordinario"

terremoto

Grecia: scossa di magnitudo 5.5 vicino alla costa del Peloponneso

SPORT

CALCIO

Alicia Piazza convoca i tifosi: "Non iscriviamo la Reggiana al campionato"

RUSSIA 2018

Colombia travolgente: la Polonia è già fuori

SOCIETA'

cani

Sos per Tito, uno splendido esemplare di bracco ungherese

cina

Il bus si ribalta e i passeggeri volano fuori dal finestrino

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse