18°

28°

Parma

Arredi "verdiani" per 27 rotatorie

Ricevi gratis le news
7

Arredi “speciali” per 27 rotatorie, una per ogni opera di Verdi. E’ uno dei progetti messi in campo dall’Amministrazione comunale in vista delle celebrazioni del bicentenario verdiano del 2013.
L’iniziativa rientra tra quelle pensate nell’ottica di un risparmio per la Pubblica Amministrazione. Per questo, fino al 20 settembre sono aperte le adesioni all’iniziativa, rivolta a sponsor privati, disponibili a farsi carico dell’arredo e della successiva gestione del verde di ogni rotatoria dedicata alle opere del Maestro. Le sponsorizzazioni sono aperte a tutti, nel rispetto del regolamento (per le sponsorizzazioni) approvato dal Consiglio Comunale.
Chi fosse interessato o desiderasse ricevere maggiori informazioni, può contattare il Servizio Tecnico del Verde di Parma Infrastrutture alla mail serviziotecnico.verde@parmainfrastrutture.it o chiamare il numero 0521218983 (lun-ven dalle 9.00 alle 12.00). Le rotatorie che saranno dedicate alle opere verdiane sono poste sulle arterie principali in ingresso alla città. Gli arredi dovranno evocare le 27 opere di Verdi, un’opera per rotatoria. Così come definito dal regolamento per le sponsorizzazioni, il progetto del relativo allestimento dovrà essere presentato e realizzato direttamente dallo sponsor sulla base delle indicazioni preliminari fornite dal Servizio Tecnico Verde al quale è riservato anche il successivo compito di approvazione del progetto esecutivo.
“Celebrare i duecento anni dalla nascita del Maestro Verdi – ha detto l’assessore all’Ambiente Cristina Sassi – è un impegno che ci deve vedere tutti coinvolti: istituzioni e privati, infatti, lavorando assieme possono dar vita a sinergie positive per la città. Anche l’arredo di una rotatoria può fare la differenza, per questo ho accolto con piacere l’indicazione emersa dal consiglio Comunale, su proposta del consigliere Stefano Bianchi, di verificare la fattibilità di allestimenti mirati che ricordino a tutti i capolavori verdiani”.
“Esprimo soddisfazione e compiacimento – ha dichiarato il consigliere di Impegno per Parma (IPP) Stefano Bianchi – nel riscontrare l’impegno dell’Amministrazione determinato a stimolare proposte concrete per la realizzazione delle rotatorie verdiane, approvate in Consiglio Comunale, che costituiranno un biglietto da visita per chi visiterà la nostra città. Auspico che, entro la data di avvio delle celebrazioni per i duecento anni della nascita del Maestro Verdi, Parma possa offrire ai suoi cittadini e a coloro che ci faranno visita, pregevoli esempi di arredo urbano che rendano testimonianza della nostra cultura musicale e dell’amore che nutriamo per i capolavori verdiani”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Elbano Bagnoli

    23 Agosto @ 23.04

    Trovo ottima la proposta dell'appassionato verdiano Stefano Bianchi, che detto per chiarezza, è pure un mio amico. Innanzitutto credo che dare dei nomi precisi alle rotatorie sarà utile per chi deve districarsi nella giungla della viabilità cittadina (specialmente i forestieri), nonché per indirizzare i soccorsi con immediatezza nel punto esatto dove occorrono. Per essere chiari faccio un esempio. Via Emilia ovest ha due accessi alla tangenziale nord (alle uscite 8 e 10), tramite due rotatorie che hanno in pratica lo stesso nome. Ecco perché, già attualmente, occorre distinguerle utilizzando, per una di esse, il sempre più ricorrente e assurdo nome di rotatoria “Vender” (se almeno questa ditta pagasse qualcosa per questa pubblicità gratuita...). Come se non bastasse, per aumentare la confusione, pure a Fraore la via Emilia Ovest incrocia con quel raccordo privo di nome, che conduce alla tangenziale nord. Oltre che utile la trovo una proposta simpatica: un omaggio al Maestro in prossimità del suo anniversario ed uno sprone per i parmigiani ad imparare almeno i titoli delle opere. Esprimo un parere positivo anche per l'idea di “Leonessa” di ripristinare in qualche modo le statue dello Ximenes. La vedo come una sorta di omaggio e di riparazione nei confronti del grande scultore da parte nostra, per non avere tentato di recuperare la sua opera nel dopoguerra. Come il vecchio monumento abbracciava idealmente con il suo semicerchio chi arrivava a Parma dalla stazione, così ora il nuovo monumento variamente dislocato potrebbe abbracciare la città intera. Addirittura penso che la ricerca delle 27 statue potrebbe diventare una curiosità ad uso turistico e un simbolo della città. Come avviene a Parigi per l'allora citicata Tour Eiffel. un saluto a tutti.

    Rispondi

  • franco

    23 Agosto @ 16.35

    SPERIAMO NON DIVENTINO COME LA ROTATORIA STR DEI MERCATI - VIA DEL TAGLIO.....CON QUELL'ASSURDO PIANISTA/PIANOFORTE DI EDERA (DI PLASTICA)....SAREBBE LA FINE DEL BUONGUSTO!!!! FORSE DOBBIAMO COMINCIARE A PREOCCUPARCI ANCHE DI QUESTO PROBLEMA (IL BUONGUSTO) CHE MI PARE STIA SCOMPARENDO!!

    Rispondi

  • rai

    23 Agosto @ 16.16

    visto che siete decisi a rendere parma un po più artisticamente vicina al grande maestro, perchè non cercate ispirazione da quì: http://www.raiart.net/Web/grandi/grandi%20opere.htm

    Rispondi

  • yorick

    23 Agosto @ 13.42

    Che pena, davvero.

    Rispondi

  • marco

    23 Agosto @ 13.24

    Per le cazzate i soldi si trovano sempre.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva.

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"