19°

29°

Parma

Bar Aragnino - Un locale storico attivo dagli anni '20

Bar Aragnino - Un locale storico attivo dagli anni '20
Ricevi gratis le news
1

Le città cambiano e con esse i loro bar. Nel nostro viaggio alla scoperta di quelli parmigiani capita di imbattersi in esercizi storici che negli anni hanno cambiato gestione, percorrendo in alcuni casi la strada del rinnovamento e in altri quella della tradizione.
Uno dei locali più «antichi» della città è il bar Aragnino, all’angolo tra le centralissime via Garibaldi e via Melloni. Il palazzo che lo ospita è dei primi del Novecento e più o meno allo stesso periodo risale la nascita dell’esercizio, che oggi è gestito da Robert Ferrato.  «Quando ho deciso di rilevarlo - racconta Ferrato - ho voluto documentarmi sulla sua storia. In internet non ho trovato molte informazioni, ma grazie a foto e cartoline d’epoca di collezionisti, ho scoperto che il palazzo è datato 1913 e che il locale era già in attività tra gli anni '20 e '30. All’inizio era una pasticceria, credo si chiamasse Pasticceria Cavalieri, poi con il tempo è stato trasformato in un bar. Bassanini e Ciastra, i proprietari che mi hanno preceduto, hanno gestito l’Aragnino per oltre vent'anni». 
Nel secondo dopoguerra, poi, l'Aragnino era stato gestito per un certo periodo anche dal «mitico» Otello Lottici, diventando il ritrovo di personaggi come, fra gli altri,  Attilio Bertolucci e Pietro Bianchi. Ferrato, che ha un passato da agente di commercio di salumi e caffè, lo ha rilevato nell’aprile del 2008 e oggi lo gestisce insieme alla moglie Enrica Allegri. «La vendita e il desiderio di guadagnare la fiducia del cliente sono attitudini che ho sempre avuto nel sangue. Dopo anni come agente ho deciso di cimentarmi in questa nuova attività: una sfida che mi sta dando molte soddisfazioni». 
A spingere Ferrato verso il bar è stata anche una passione antica, come venditore e consumatore, per il caffè. «Tempo fa ho avuto modo di conoscere Mokasirs, un marchio che ha conquistato subito la mia fiducia e che ho voluto riproporre ai miei clienti». Una miscela composta al 90% da arabica e al 10% di robusta, per un caffè più dolce, leggero e cremoso. «Molto apprezzato dalle donne - conferma il barista -, che rappresentano l’80% della mia clientela, ma che in generale ha raccolto il consenso di tutti. Non è stato semplice, perché i clienti dell’Aragnino sono principalmente fissi, quindi abituati a un altro caffè. Siamo stati i primi e siamo ancora oggi gli unici, a Parma, a offrire il Mokasirs. Difficile pensare di cambiare i gusti della gente, eppure, nonostante le prime diffidenze, ora continuano a richiederlo. È la soddisfazione più grande».
E la scommessa non ha riguardato solo il caffè: «Rilevare un bar che ha avuto per anni la stessa gestione è rischioso: prima di prendere in mano l’attività ho affiancato il vecchio proprietario e lui è rimasto i primi giorni dopo l’apertura. Così i clienti mi hanno conosciuto poco alla volta. Con il tempo ho personalizzato l’offerta, a partire dal caffè fino alla gastronomia e la clientela ha dimostrato di apprezzare». 
Due, infatti, sono i momenti in cui il bar Aragnino è più affollato: al mattino, per il caffè, e a mezzogiorno, per un pranzo veloce fuori casa. «Vengono da noi gli impiegati degli uffici vicini, del Catasto, della Provincia, delle Poste, e gli studenti dell’Istituto d’arte. Niente surgelati: i piatti ci arrivano giornalmente da due gastronomie di fiducia». Se preferite la tranquillità, aspettate il pomeriggio e concedetevi una pausa. Potete scegliere tra 12 tipi di tè diversi. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    23 Agosto @ 23.10

    L'ARAGNINO Esisteva già allo stesso angolo ma nel palazzo precedente all'attuale palazzo del 1913, quindi le sue origini sono diel XIX° secolo. Si chiamava pasticceria Viola. Poi pasticceria Marchesi. Il nome "Aragnino" lo ha dato Otello nel 1946, dal nome del Caffè "Aragno" di Via del Corso a Roma, ancora esistente ma divenuto self service. Fino al 1968 le sale del caffè si estendevano anche ai locali attualmente occupati dal vicino negozio di abbigliamento "Arbiter". Gabriele d'annunzio, in visita a Parma negli anni '20 venne inseguito dai socialisti "minacciosi" trovò rifugio al "Marchesi". Otello era socio di Bezzi, quando Otello ha aperto l'Orologio in Piazza, Bezzi è rimasto unico proprietario, che l'ha ceduto alla Gina Pezzoni e al cav. Savi nel 1957, in quel periodo era il locale preferito di Attilio Bertolucci quando veniva a Parma, e anche Renata Tebaldi si sedeva ai suoi tavolini quando, raramente, veniva a Parma. e poi nel 1987 a Bassanini. I figli di Savi, gestore dal '57 al '87, sono oggi al TEMPI MODERNI in V.le Piacenza e dietro la cassa espongono vecchie foto dell'Aragnino e mi hanno raccontato questa storia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

1commento

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

5commenti

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

MILANO

Pedofilia: 6 anni e 4 mesi a don Galli

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

SPORT

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

Serie C

Sospese fino a data da destinarsi le gare dell'Entella

SOCIETA'

STATI UNITI

Aragoste sedate con la marijuana prima di finire in pentola

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse