19°

30°

Parma

Scontro sul termovalorizzatore

Scontro sul termovalorizzatore
Ricevi gratis le news
1

«Totale irresponsabilità» e «totale mancanza di affidabilità di un centrodestra che si rimangia sempre tutto e non sa governare». Con queste parole il consigliere comunale del Pd Massimo Iotti commenta l'ordinanza con cui il Comune ha confermato la sospensione dei lavori del termovalorizzatore di Ugozzolo, già stabilita con un precedente provvedimento. Secondo il vicepresidente del Consiglio comunale, l'obiettivo della maggioranza è quello di «cavalcare un assurdo teatrino di dispute tecnico-amministrative, dopo averne in realtà assunto la responsabilità avendo approvato in precedenza tutti gli atti sul termo-valorizzatore, e di tentare un gioco allo sfascio nel ritardare i lavori di costruzione, per arrivare alle elezioni cercando di gettare fumo sull'evidente fallimento politico e sui guai giudiziari in corso, sfruttando il caso per stratagemmi elettoralistici. Tutto questo a spese della città e dei cittadini che continuano a pagare le bollette rifiuti più care della regione». Iotti contesta punto per punto il testo della recente ordinanza, che - dice - «appare palesemente più politico che tecnico, alimentando notevoli perplessità».
In particolare, osserva, «non si comprende il senso di una ulteriore sospensione lavori, questa volta basata sul fatto che l'affidamento dell'appalto “potrebbe”, lo sottolineo, essere avvenuto in violazione delle norme». Quanto al riferimento all'infrazione segnalata dalla Commissione europea, «le due questioni sono  totalmente differenti e di diversa competenza a livello amministrativo». Anche il passaggio in cui si parla di «“seri elementi di incertezza e ambiguità nella natura del soggetto e sulla sua legittimazione a realizzare l'opera» richiede «accertamento dei fatti e conseguenti provvedimenti e non ulteriori sospensioni di comodo». Iotti ricorda poi che nel 2006 il Comune (con Vignali assessore all'Ambiente) siglò un accordo con l'allora Enìa (oggi Iren) con cui si impegnò «a esprimere il consenso sulla localizzazione dell'area dell'impianto, alla messa a disposizione delle stesse aree, ad avviare e completare l'iter urbanistico, ad esperire tutte le procedure idonee al fine di accelerare il procedimento di realizzazione». Ma l'esponente di opposizione rinfaccia anche al Comune di aver nel frattempo incassato da Iren (e già speso) per compensazioni varie quasi 10 milioni di euro, «che ha ritenuto, questi sì, assolutamente legittimi».
Da qui alcune domande che Iotti rivolge all'Amministrazione. «Il Comune era solo spettatore o doveva vigilare, o meglio, non doveva per esplicito impegno deliberato fornire tutte le autorizzazioni all'atto dell'inizio lavori?». E ancora: «Dopo cinque anni si scopre che le modalità di affidamento delle opere potrebbero essere illegittime, fermando nel dubbio i lavori sulla supposta mancanza di un permesso che il Comune stesso doveva rilasciare». Inoltre, chiede ancora, «se “permangono seri elementi di incertezza e ambiguità sulla natura del soggetto e sulla sua legittimazione”, cosa si è aspettato a procedere contro Iren, di cui il Comune è socio qualificato, e per la quale il sindaco nomina direttamente, a sua totale discrezione, alla vice presidenza un politico come Villani?». E proprio sulla posizione di Luigi Giuseppe Villani, Iotti ritiene che il consigliere regionale del Pdl - che è anche numero due di Iren - si trovi di fronte a una scelta: «O si dimette il vicepresidente per palese incapacità al ruolo per cui è incaricato, o lascia in palese polemica con le decisioni di Iren che pongono un contenzioso legale contro il Comune che lo ha nominato. Questo sarebbe l'unico comportamento serio».

Il Psi: dopo il danno, la beffa
«Qualora ci fossero state delle irregolarità nella fase autorizzativa, su chi graveranno i costi di un’opera ormai realizzata al 60% (stimabili in 100/110 milioni)?». A chiederselo è, con una nota, la federazione di Parma del Partito socialista, che interviene sull'ordinanza relativa al termovalorizzatore. «Chi si assumerà l’onere - si chiede ancora - di risarcire le imprese coinvolte da circa due mesi in un fermo cantiere che costa alcune centinaia di migliaia di euro al giorno?». E conclude: «Speriamo che a pagare non siano chiamati, come al solito, i cittadini, che al danno di non avere un sistema di smaltimento dei rifiuti adeguato alle esigenze del nostro territorio, aggiungono la beffa di doverne sostenere comunque i costi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • franco

    24 Agosto @ 18.06

    SI battaglia per la salute DI tutti , ED ecco , CHE i mestieranti DELLA politica , invece di salvaguardarla , Fanno i puritani !!!! Andateci voi a lavorare la^ VEDIAMO SE CAMPATE A lungo !!!!!!! FALCO.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

GAZZAREPORTER

Rudo a gogò!

Lo sfogo di un lettore in pieno centro

LA POLEMICA

Sagra della Croce, pochi bagni chimici a Collecchio

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"